none_o


Il precedente articolo di Franco Gabbani sul Castello di Vecchiano e la Chiesa di Santa Maria ha riscontrato un successo di lettura senza precedenti, con oltre 1400 letture sulla Voce e 1000 utenti singoli che lo hanno raggiunto su Facebook nella pagina dell'Associazione.

Ovviamente non conosciamo le letture su altre pagine su cui è stato condiviso, ma questi dati indicano con chiarezza il gradimento nei confronti dei temi storici del territorio.

Interesse dimostrato anche da Agostino Agostini, che ci ha proposto alcuni argomenti correlati.

Non vorrei essere cavilloso, però il simbolo di Soru .....
Ma come si fa a prendere in considerazione uno come .....
. . . a non volere nella lista Soru il simbolo di Italia .....
Il 17 gennaio scorso Renzi, con una nota ANSA, ha .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Associazione ambientalista - LA CITTÀ ECOLOGICA APS
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
none_a
Primo Levi#Auschwitz #PrimoLevi #ebrei #campidiconcentramento #giornatadellamemoria
none_a
Pisa, 29 febbraio
none_a
Pisa, 27 febbraio
none_a
Avane, 24 febbraio
none_a
Pisa, 25 febbraio
none_a
Attiesse Spettacolo
none_a
L'amore è amore
senza se e senza ma
Raggiungerlo
è l'aspirazione
più ambita
desiderata
sentita
a cui tende
ogni creatura. . .
pur essendo .....
LA TARI è ARRIVATA E SALATA
MA IL KIT PER LA RACCOLTA NON ANCORA
SIAMO A MARZO.

COME MAI?
COSì NON VA BENE.
none_o
AMARCORD: Maggio Migliarinese 2004-2005
di Trilussa

27/2/2022 - 9:51


Nonostante la prima edizione del Maggio Migliarinese risalga al 2004 i primi documenti in archivio sono del 2005. In quegli anni, e con iniziali grandi difficoltà, prese l’avvio una manifestazione popolare basata esclusivamente sul lavoro di molti entusiasti volontari della frazione di Migliarino. Le spese per i vari eventi derivavano da contributi delle varie Associazioni del paese, da piccole donazioni da parte degli esercizi commerciali del paese in cambio di pubblicità e infine da fondi derivati dalla vendita di magliette e altri accessori senza nessun contributo pubblico.


Gli eventi nel tempo crebbero di importanza ed ebbero sempre il Patrocinio del Comune di Vecchiano e di altri Enti ma pur presentando anche spettacoli e artisti di elevato valore nazionale non furono, tuttavia e con rammarico, mai inseriti nell’elenco dell’Estate Vecchianese di quegli anni.


Fu un movimento spontaneo e partecipato con il duplice scopo di provare a contrastare il progressivo cambiamento dei rapporti sociali dei migliarinesi in linea col cambiamento che si stava verificando a livello nazionale (con la perdita progressiva del vecchio tipo di collettività che aveva caratterizzato il paese nei decenni precedenti), e nello stesso tempo fornire ai cittadini tutti, sempre e solo in maniera completamente gratuita, spettacoli e cultura spesso di livello importante.


Per la socialità furono organizzate gite in bicicletta in pineta e momenti di associazione sul viale dei Pini, agli impianti sportivi e al Circolo Arci. Per la cultura non furono pochi i momenti che videro coinvolti attori e cantanti noti, gruppi musicali importanti, artisti anche di livello nazionale.


In questa rubrica, mano a mano che andremo avanti negli anni, saranno elencati i momenti più importanti che, anno per anno, hanno caratterizzato questa manifestazione spontanea e popolare.


Il primo anno di cui abbiamo documenti inizia con la pulizia del viale dei Pini dopo decenni di abuso e abbandono. Il 1° maggio 2005 fu inaugurato il primo pic nic sul viale finalmente ripulito e tornato all’uso della cittadinanza con esposizione di auto e moto d’epoca. Lunghe furono le tavolate di partecipanti fra i fumi dei bracieri accesi per l’occasione con finale di giochi, musica e risate. Quello del pic nic sul viale dei Pini è stata forse la manifestazione di più alto valore sociale, insieme forse alla gita in bici nel Parco, per il mantenimento di quei rapporti umani e personali che in un paese di frontiera e transito come Migliarino cominciavano ad affievolirsi.


A seguire per tutto il mese furono organizzate manifestazioni sportive, cene e lotterie al Circo Arci, bancarelle in piazza e censimento “nati a Migliarino, ciclo di proiezioni al Teatro del Popolo a cura di U.Micheletti e G.Pardini di vecchi filmini d’annata per ricordare ai cittadini un paese diverso e forse sempre più distante.


Lo spettacolo clou del Maggio è sempre stato il Cabaret e nell ‘anno 2005 sul piazzale Giovanni XXII° si esibirono sempre gratuitamente (ma non per gli organizzatori), il compianto Niki Giustini, al tempo migliarinese, e l’immancabile amico e collega Graziano Salvadori.
Ci fu una Caccia al tesoro tra squadre rionali e sempre nella piazza uno spettacolo della compagnia In Mandria dal titolo “Sarta te che sarto io”, uno spettacolo di danza e musica “Paco Cava show”, uno spettacolo musicale con il complesso “I Masnada” .
Per finire domenica 29 pedalata dal Circolo ARCI al mare attraverso la via Francesca fino al ristoro offerto dalla Pubblica Assistenza e la sera spettacolo musicare di chiusura con “la Radiosfera” sempre in piazzale Giovanni XXXIII con premiazione dei vincitori delle varie gare programmate.

Una serie di eventi a coprire tutto il mese di maggio e sempre completamente gratuiti per i partecipanti.


In galleria una serie di foto risalenti all’anno 2004 in occasione di una “mangiata” a casa di Paolo del Bartalini con alcuni personaggi purtroppo scomparsi ma non dimenticati e alcuni documenti ufficiali della edizione 2005.
 

 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

28/2/2022 - 11:20

AUTORE:
Migliarinese

Pochi anni ma sembra un secolo.
Bello rivedere tanti compaesani mai dimenticati, belle anche queste occasioni di stare in compagnia.
Un grazie a Paolo per averla organizzaa.