none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
IMMAGINA San Giuliano Terme
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Riccardo Maini (vedi risposta al sig. Bertelli)
none_a
Comunicato congiunto FdI, Lega, FI.
none_a
“Interrogazione del consigliere provinciale Roberto Sbragia”
none_a
Ripafratta, 25 maggio
none_a
di Fabiano Corsini
none_a
Prato
none_a
Dal 17 al 19 Maggio ore 10.00 - 20.00
none_a
Forum Innovazione di Italia Economy" II EDIZIONE
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
VECCHIANO-“La nostre richieste alla Regione Toscana e al Governo in un ordine del giorno del Consiglio Comunale per una sempre maggiore sicurezza idrogeologica”
Lavori di rafforzamento arginale in zona Avane Cortaccia ai nastri di partenza

16/4/2022 - 23:31

Lavori di rafforzamento arginale in zona Avane Cortaccia ai nastri di partenza: iniziate le lavorazioni propedeutiche alla messa a punto del cantiere della Regione Toscana. Angori: “La nostre richieste alla Regione Toscana e al Governo in un ordine del giorno del Consiglio Comunale per una sempre maggiore sicurezza idrogeologica”

 

Vecchiano, Avane 16 aprile 2022 – Sono iniziati nei giorni scorsi gli interventi di taglio vegetazione in località Cortaccia, ad Avane: “si tratta di interventi propedeutici alla partenza del cantiere di rafforzamento degli argini del Serchio, in questa zona del nostro territorio, lavori che sono a cura della Regione Toscana”, afferma il Sindaco Massimiliano Angori. “Le lavorazioni dovrebbero adesso partire nel giro delle prossime settimane, per quanto ci è stato garantito dall’ente regionale. E questo è il nostro auspicio, così come d’altronde avevamo chiesto attraverso un apposito ordine del giorno del Consiglio Comunale, approvato nella seduta del 30 marzo scorso e proposto dal gruppo di maggioranza Insieme per Vecchiano”, prosegue il primo cittadino.

“Attraverso suddetto documento l’organo consiliare chiedeva infatti alla Regione Toscana di avviare e concludere al più presto le procedure per la cantierizzazione dell’intervento del lotto 68e (località Cortaccia-Avane), certificato come di estrema urgenza con OCSD n.56/2014 e approvato in conferenza dei servizi il 19/06/2015, in modo da poter utilizzare i prossimi mesi estivi, senza rinviare nuovamente i lavori all’autunno, periodo in cui le piogge e il battente idrico del Serchio rendono pericolosa l’esecuzione degli interventi in alveo. Preme ricordare che lo scorso anno 2021 sono stati conclusi lavori di rafforzamento arginale in zona San Frediano a Vecchiano, e nella zona tra Nodica e Migliarino, con realizzazione annessa di un percorso ciclopedonale proprio su territorio migliarinese, in prossimità dell’argine. Interventi di durata trentennale per un totale di oltre 5 milioni di euro, finalizzati a mettere sempre più in sicurezza idrogeologica il territorio e attesi da tutta la comunità, da molti anni.

Per quanto concerne gli interventi tra Nodica e Migliarino, inoltre, è di prossima realizzazione anche l’intervento di completamento, di lunghezza limitata, attuato sempre dalla Regione Toscana al fine di garantire un’uguale ed uniforme protezione su tutto il tratto: è stato convenuto, anche in questo caso, di consolidare le arginature esistenti senza innalzarne la quota. Stiamo parlando di lavorazioni ulteriori a protezione del centro abitato, il cui costo è pari a oltre 1 milione 700 mila euro, con partenza prevista nel giugno 2022 e che attraverso l’Ordine del giorno approvato dal Consiglio Comunale proseguiremo a monitorare”, aggiunge ancora il Sindaco Angori. Infine, si inizia a pensare anche alle opere di rafforzamento arginale di natura duecentennale: “Nel nostro documento chiediamo al Governo e alla Regione Toscana di programmare quanto prima gli interventi per la messa in sicurezza con tempo di ritorno duecentennale, già previsti dal Piano di Gestione del rischio alluvioni del 2015 e confermati nel PGRA 2021 da parte dell’Autorità di Bacino distrettuale dell’Appennino Settentrionale. 

E’ necessario inserire questi interventi nelle opere da finanziarie con i fondi del PNRR o, in alternativa, prevedere in tempi brevi degli stanziamenti atti alla realizzazione delle predette opere, per una tutela idrogeologica sempre maggiore a tutela di cittadini e imprese del nostro territorio”, conclude il Sindaco Massimiliano Angori.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri