none_o

Nei giorni 26-27-28 aprile verranno presentati manufatti in seta dipinta: Kimoni, stole e opere pittoriche tutte legate a temi pucciniani , alcune già esposte alla Fondazione Puccini Festival.Lo storico Caffè di Simo, un luogo  iconico nel cuore  di Lucca  in via Fillungo riapre, per tre mesi, dopo una decennale  chiusura, nel fine settimana per ospitare eventi, conferenze, incontri per il Centenario  di Puccini. 

#NotizieDalComune #VecchianoLavoriPubblici #VecchianoSport
none_a
Pisa, 17 marzo
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
. . . quello che si crede sempre il migliore, ora .....
. . . la merxa più la giri, più puzza e te lo stai .....
. . . camminerebbe meglio se prima di fare il tetto .....
Ad un grosso trattore acquistato magari con l'aiuto .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
In un posto qualsiasi, vicino a noi.
Una piccola storia senza importanza, o quasi!

22/5/2022 - 14:56



A chi non è successo nella vita di aver perso qualcosa, le chiavi, gli occhiali, un libro, il portafoglio, eh già il portafoglio, una vera sciagura!
Soldi, carte di credito patente denuncia ai carabinieri, una vera perdita di tempo, soldi e pazienza.
A me è successo qualche giorno fa, beh niente di speciale, succede!
Non me ne ero accorto fino a quando un amico mi telefona e mi dice velocemente che qualcuno lo ha chiamato dicendo di aver trovato un portafoglio e che tra le varie cose c’era il suo biglietto da visita e che questo era l’unico modo veloce per mettersi in contatto con il proprietario del quale conosceva solo il nome e cognome che era sulla patente e le carte di credito, prima di consegnarlo ad un destino burocratico. Altrettanto velocemente mi lascia un numero senza dire altro.
Chiamo subito.
Pronto! Si sono io il proprietario del portafoglio. 
Una voce giovane mi consola immediatamente:

non si preoccupi! Dentro, credo, ci sia tutto, i suoi soldi -avevo appena prelevato-, le sue carte, la patente, tutto dunque! D’accordo ci vediamo all’una.
Le una e cinque:

prego controlli, no, mi fido (istintivamente) grazie è un gesto che apprezzo, come posso sdebitarmi? Un caffè!

Fraternizziamo, mi viene spontaneo, che ci posso fare, son fatto così!
Grazie Mohamed.
l tuo gesto mi ha ripagato enormemente, non solo per il danno evitato, che non è piccola cosa, ma soprattutto perché hai tolto un po’ di polvere dai miei ideali di vita, nei quali ho sempre creduto e che, come mi hanno insegnato, cerco di tramandare, ridando energia a ciò che nella vita sociale, e non solo, veramente conta: l’onesta e la solidarietà concreta.
La vera Fratellanza, la fiducia ‘nell’Altro’.
Possono sembrare parole usate in maniera un po’ retorica, ma, credetemi di questi tempi un po’ difficili per tutti, è stata un ‘esperienza rigenerante.
Arriviamo al ‘quasi’ iniziale!
Mohamed è di origine marocchina, parla perfettamente italiano, ed è un piccolo imprenditore nel settore alimentare. Sta cercando casa in affitto nella val di Serchio, qui ha amici , gli piace la nostra zona e vorrebbe trasferirsi da Viareggio.
Se qualcuno lo vuole aiutare basta contattare la redazione.
 
Grazie.
 
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri