none_o

Se sul campo la guerra continua con le solite nefandezze sui nostri media nazionali appare sbiadita, superata da altri e più urgenti problemi, vecchi come il Covid e nuovi come la recente crisi politica. Oramai è un sottofondo e tranne per il pericolo Zaporizhzhia i nuovi morti e le nuove devastazioni attirano sempre meno l’attenzione dei media nazionali. Come i media anche la nostra psiche si adatta.

Angori Massimiliano
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Te l'ha ordinato il dottore di rispondere ? Dì cose .....
. . . si agghengano alle comunali e vincono sempre .....
A vendere fandonie a chi vota in una certa maniera .....
. . . . il comune pagasse la manutenzione della Via .....


"Fra gli alberi" Opera pittorica di Patrizia Falconetti

Coordinamento regionale Forza Italia Toscana
none_a
di
Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
Di Umberto Mosso (a cura di BB Red, VdS)
none_a
di Michele Curci - Coordinatore comunale Forza Italia Cascina
none_a
di Umberto Mosso (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
POSTE ITALIANE
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Io, Medico (dr. Pardini e altri)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Vicopisano
none_a
"Cinema Sotto le Stelle" a Calci
none_a
BUTI
none_a
ANIMALI CELESTI
teatro d’arte civile
none_a
COMITATO PER LA DIFESA DI COLTANO (PARCO MSRM)
none_a
Capita che ci si perde in tempi lontani, dove niente fiorisce spontaneamente.
Ma la vita vive lo stesso
In zone diverse, con ritmi diversi.
Avevo .....
ASSEMBLEA PUBBLICA ASBUC DEL 21 LUGLIO 2022
Ricordiamo che il 21 Luglio 2022 alle ore 20, 30 presso la Sala Consiliare del Comune di Vecchiano, sita .....
Non è mai troppo tardi!

24/6/2022 - 14:39



                          Notte  di  S.   Giovanni
                             
 
La notte tra il 23 e il 24 Giugno ( per  la tradizione cristiana è la notte di S. Giovanni il battista ) è considerata in molte culture una notte particolare, una notte
“ magica ”;  in alcuni paesi la chiamano  “ La Notte delle Streghe ”.
Le credenze, le usanze, i riti i miti sono tanti e variano da un Paese all’altro.
Hanno come costanti l’acqua e il fuoco ( i due modi per eccellenza con i quali eliminare il male ) . Si accendono fuochi, si bruciano fantocci, si gioca con l’acqua. Ci si diverte soprattutto tra donne. Giovanni il battista (come riportato nei vangeli ) è considerato l’inventore del battesimo con l’acqua  del fiume Giordano. laggiù. allora.
 
            Una pratica da una tradizione semplice, antica. 
 
Riporto una delle infinite pratiche diffuse tra le donne di quasi tutta l’Europa da secoli e secoli. La sera del 23 Giugno mettere in una bella bacinella piena di acqua dei petali di fiori profumati. Lasciarli lì tutta la notte. Se il tempo è bello, se si ha un balconcino mettere la catinella sotto le stelle.
Al mattino spruzzarsi l’acqua sulla faccia, un po’ sul collo fino all’attaccatura dei seni pensando a cose carine.
Quest’acqua ci renderà luminose, solari, più belle. ( per generosità si può estendere l’informazione anche agli uomini gentili).
In alcune zone della Polonia e di altre nazioni del nord/Europa il giorno di S.Giovanni le donne gettano fiori nei corsi d’acqua e fanno il primo bagno della stagione nei fiumi, nei laghi, nel mare.
Può sconcertare come le donne di popoli così lontani tra di loro da secoli si siano potute scambiare notizie di queste usanze. Con quali mezzi? Usando le pellegrine che si spostavano? In altri modi di condividere sapienza e conoscenza? Studiare come noi donne si sia da tanto, forse da sempre, collegate tra di noi è affascinante. Tutto questo nostro sapere è etichettato dalla cultura dominante, sicuramente patriarcale, come “superstizione, rimasuglio di stupide idee non scientificamente dimostrabili” ma non inesistenti, anzi così pericolose da organizzare di bruciare in massa quelle donne sapienti dette appunto streghe. In rete con calma si può leggere molto. Esistono  anche molti libri che ne  riportano indagini e studi.                

Tutto un mondo da scoprire e valorizzare.
 
Dirlo alle amichette, alle femmine della famiglia, a quelle che ci sono simpatiche. Questo tipo di bellezza non è di quelle che generano concorrenza; è un’altra cosa, si può condividere.
 
               Ricordiamocelo anche il prossimo anno
                                                                                M.B.
 
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri