none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
di Andrea Paganelli
none_a
PRESENTAZIONE DI Antonio Giuseppe Campo (per studenti e lavoratori fuori sede)
none_a
IL SEGRETARIO DE LLA SEZIONE DI SAN GI ULIANO TERME
none_a
Di Andrea Paganelli
none_a
IMMAGINA San Giuliano Terme
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Molina di Quosa, 29 luglio
Alfonsina Strada. La donna che arrivava sempre ultima

22/7/2022 - 11:33

Alfonsina Strada. La donna che arrivava sempre ultima
Con Daniela Bertini e Stefano Nencini.

Testo di Stefano Benedetti, regia di Federico Meini
 
È il turno del teatro nel calendario della rassegna "Primavera/estate 2022" di Molina mon amour. 

Venerdì 29 luglio, alle 21.30, va in scena "Alfonsina Strada. La donna che arrivava sempre ultima", spettacolo scritto da Stefano Benedetti per la regia di Federico Meini, interpretato da Daniela Bertini e Stefano Nencini.

Allestimento luci a cura di Antonio Vettraino. Fonica Sara D'Alessandro.

 

Appuntamento all'ex asilo "nella Buca" a Molina di Quosa, in via Antonello da Messina 14.

Ingresso su prenotazione: 379 1913131.

La descrizione dello spettacolo a cura di Attiesse Associazione Teatro Spettacolo e associazione culturale "Il gabbiano".
 
Lo spettacolo porta in scena la vita di Alfonsina Strada, conosciuta come la "Regina della pedivella", l'unica donna che corse al Giro d'Italia del 1924: racconta la sua passione per la bici, grandissima e importante, fin da bambina, le sue difficoltà in quanto femmina a vedere accolta la sua scelta di correre in bici, questa sua passione che la accompagnò per tutta la vita, fino a quando aprì una bottega di riparazioni a Milano.

Il racconto prende vita e voce sotto forma di monologo e Alfonsina ci racconta la sua vita, così come l'ha immaginata Stefano Benedetti, l'autore del testo drammaturgico, invitato dalla stessa Daniela Bertini a scrivere un testo dedicato a questa ciclista, che l'aveva colpita grazie a letture fatte proprio nel periodo del lockdown.

Da questa proposta è nato un testo intenso e stimolante, che è stato affidato alla regia di Federico Meini, "teatrante per passione", ma con decenni di formazione e di esperienza teatrale alle spalle, che aveva collaborato con l'associazione "Il gabbiano" già in passato.

Tutte le iniziative della rassegna "Primavera/estate 2022" di Molina mon amour godono del patrocinio del Comune di San Giuliano Terme. 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri