none_o


Con questo articolo termina, dopo un percorso durato più di un anno, l'analisi che Franco Gabbani ha fatto su un duplice piano, la storia della Famiglia Salviati, e di Scipione in particolare, e sinteticamente il contesto sociale e gli avvenimenti succedutesi nel corso del 1800 nel territorio di Vecchiano, come anche in Toscana, in Italia e in Europa.Anche in questa conclusione viene trattato un tema di primaria importanza, quello dell'istruzione nel 1800. 

Un amico mi ha fatto una domanda ed io voglio riportarla .....
. . . tempo fa ti esprimevi come uno di destra ed ora .....
Il PD a queste condizioni non può esistere Mazzeo .....
Per quanto mi riguarda per "sinistra" io intendo le .....


  Conversazione tra due amiche

Intervista di Paola Magli. 


Un nuovo trasloco. La poesia, l’autunno caldo


Ana Lins dos Guimarães Peixoto Bretas, poeta che fu conosciuta come Cora Coralina


A noi donne, per non essere più vittime.

di Silvia Cerretelli
VERSO IL CONGRESSO PD
none_a
Galletti e Noferi (m5s)
none_a
Vecchiano e le sue nuove mezze commissioni consiliari
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Intervista di Giancarlo Bosetti (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Io, Medico
none_a
di Ezio Di Nisitte
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Quel suo viso
L'altra faccia della luna
La mia vita, la mia voce
Quella luce, a primavera
Come un vento caldo su di me
Sono creta, sotto le sue mani
Lei .....
Buongiorno,

queste mie parole sono per evidenziare il menefreghismo di un ente del Comune di San Giuliano Terme che ad oggi non mi ha risposto ad .....
di Bruno Pollacci Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
UNA RIFLESSIONE SUI RISULTATI DELLE ELEZIONI

26/9/2022 - 13:00


UNA RIFLESSIONE SUI RISULTATI DELLE ELEZIONI

Fin dal 1968 ho avuto ideali di giustizia sociale, di libertà, di pace, di fratellanza, di uguaglianza (in tutti i sensi) ed ho lottato per i diritti civili. Ho creduto e credo ancora in questi principi, che includono anche la "democrazia", capace di offrire pluralismo e libertà d'espressione e di pensiero, all'interno di civili regole di rispetto umano reciproco.

Per cui, pur essendo all'opposto politico della Meloni, non ho assolutamente "paura" della forza politica che rappresenta e in pur minima parte sono anche contento, proprio per i principi di democrazia in cui credo, che possa avere l'opportunità di mettersi in gioco prendendosi tutta la grande responsabilità di governo che un grave e difficile momento come questo, comporta.

I problemi non ancora finiti legati al covid, la grave crisi economica legata in parte agli effetti della guerra in Ucraina ed in parte alla scellerata e spietata speculazione finanziaria, gli aumenti vertiginosi delle fonti energetiche ( che hanno portato ad estreme conseguenza la stessa sopravvivenza di molte aziende, causando nuova disoccupazione) e dei beni di consumo, in primis quelli alimentari, la siccità che ha messo a dura prova molte aziende agricole (a volte con effetti drammatici irreversibili) e tutte le "storiche" e ahimè costanti problematiche italiane legate alla sanità, alla scuola, alla disoccupazione, ai pensionati minimi, oggettivamente impossibilitati alla semplice sopravvivenza, ed all'infiltrazione mafiosa sistematica in ogni anfratto della società, politica ed aziendale, hanno bisogno di risposte immediate e concrete e solo politici "illuminati", con grande esperienza, volontà di far bene ed in modo giusto ed onesto, potrebbero affrontare.

Da cittadino preoccupato per il proprio presente e per il proprio futuro non posso che augurarmi che l'opportunità riservata a chi, "indipendentemente da" e grazie alla democrazia, oggi và al potere, possa essere utilizzata al meglio per affrontare questo difficile momento, dando risposte positive al popolo, che è quotidianamente sottoposto (e da molto tempo) a durissime prove.

Di certo sò che a livello personale continuerò ad essere ed a fare ciò che profondamente, nel cuore, ho sentito di essere e di fare fino a questo momento, impegnandomi in prima persona nel quotidiano rispetto e riqualificazione della vita, attraverso tutti gli strumenti e le qualifiche che mi sono proprie, attraverso il rispetto umano, la cultura, l'arte, la solidarietà, con una particolare attenzione verso "gli ultimi" della società, l'amore per la natura e per il prossimo inteso nel suo più ampio senso, e sperando, con fiducia, che ogni cittadino possa fare altrettanto, vivendo sempre, innanzitutto con il proprio primario impegno, il suo contributo per una sempre migliore e più giusta società umana.


Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa










+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

27/9/2022 - 12:29

AUTORE:
P.G_

Non si può che concordare con questo pensiero positivo.
Mi ricordo quando al Circolo si doveva decidere se continuare ad avere il pallaio oppure farci una palestra per la scuola accanto ci furono molte discussioni. Noi dirigenti eravamo per la palestra e qualcuno suggerì di fare un referendum fra i soci. Dissi che andava bene ma se però avessero vinto i sostenitori del pallaio la palestra non si poteva più fare. Questa è la democrazia, la sua bellezza, il volere dei più.
Facemmo la palestra senza il referendum.