none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
IMMAGINA San Giuliano Terme
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Riccardo Maini (vedi risposta al sig. Bertelli)
none_a
Comunicato congiunto FdI, Lega, FI.
none_a
“Interrogazione del consigliere provinciale Roberto Sbragia”
none_a
Ripafratta, 25 maggio
none_a
di Fabiano Corsini
none_a
Prato
none_a
Dal 17 al 19 Maggio ore 10.00 - 20.00
none_a
Forum Innovazione di Italia Economy" II EDIZIONE
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
di Umberto Mosso
DOPO BALI.

19/11/2022 - 9:32

DOPO BALI.

 

L’esito del G20 e quello della vicenda missili sulla Polonia hanno chiarito 5 punti importanti sulla guerra.

1. C’è un freno di emergenza per fermare le conseguenze più drammatiche delle crisi internazionali che ha funzionato;

2. Non c’è, come non c’è mai stata, una volontà aggressiva dell’occidente e in particolare della Nato nei confronti della Russia. L’Alleanza è sempre e solo stata ed è difensiva e calibra, con grande responsabilità e prudenza, la sua organizzazione e le sue azioni esclusivamente in risposta all’unica, vera e sanguinosa, aggressività russa;

3. Anche i più “distratti” hanno capito la paura dei paesi dell’ex blocco sovietico di essere aggrediti dalla Russia e tornare sotto una dittatura che hanno conosciuto per oltre 40 anni. Da questo la conferma della loro adesione alla Nato e all’UE, lo scudo che è mancato all’Ucraina.

4. La Nato non ha spinto alla guerra l’Ucraina e gli Usa non hanno dovuto condizionare gli ucraini a combattere una “guerra per procura”. Gli ucraini combattono, come qualunque popolo nelle loro condizioni, per la loro esistenza libera e indipendente. Impossibile non tenerne conto.Per questo, fermo restando il sostegno militare, la Nato ha, più volte, moderato la più che comprensibile reazione ucraina per non dare il destro alla escalation più volte minacciata da Putin.

A meno che i sostenitori della tesi “guerra per procura”, in un impeto di purezza ideologica, avessero preferito che la guerra, inevitabile a causa di Putin, si allargasse in casa nostra.

5. Il nuovo ordine mondiale che si profila non è quello farneticato dal Cremlino, e sperato dagli amici italiansky di Putin disposti a costruirlo assieme a un pugno di stati canaglia.

Bali ha detto con chiarezza che quello non è il progetto della Cina e dell’India, oltre che dell’occidente.

Per questo serve un’UE più forte, non divisa da dispute strumentali, malgestite da provinciali in gita, come la falsa emergenza migranti. Un problema vero che non si risolve scontrandosi con l’UE.

La Russia è isolata, sull’orlo dello stremo. Alla fine della sua follia, speriamo al più presto, dovrà chiedere l’aiuto del mondo per rialzarsi. Chi la rappresenterà più credibilmente di Putin?

Un grosso guaio per lui. E torniamo al punto 1.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri