none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . . . . . . . . . a tutto il popolo della "Voce". .....
. . . mia nonna aveva le ruote era un carretto. La .....
. . . la merda dello stallatico più la giri più puzza. .....
. . . ci siamo eruditi, siamo passati da Rametti a .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per scrivere alla rubrica: spaziodonnarubr@gmail.com
Pisa, 24-27 giugno
none_a
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Pugnano, 22 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Molina di Quosa
Ecco la rassegna invernale 2023 di Molina mon amour

19/12/2022 - 11:17

Ecco la rassegna invernale 2023 di Molina mon amour.
Torna il Teatro nel Magazzino, poi libri e mostre
Tre spettacoli fanno parte della rassegna teatrale regionale Narratori erranti

Molina mon amour non torna solo con un nuovo cartellone di eventi (stavolta dedicato alla stagione invernale e primaverile 2023, da gennaio a maggio), ma con un percorso che si era dovuto interrompere a inizio 2020 per via della pandemia: il Teatro nel Magazzino.
È senza dubbio la formula più originale dell'associazione molinese, quella che fino a febbraio 2020 l'aveva caratterizzata e fatta conoscere anche fuori provincia: cena a buffet, abbondante e di qualità a cura del gruppo cucina, e a seguire spettacolo teatrale, il tutto nel meraviglioso Magazzino di Antonio. A gennaio 2023, tutto questo è pronto a tornare.

Il programma completo della stagione è stato presentato in occasione del pranzo di Natale di Molina mon amour lo scorso 18 dicembre, e spetterà al maestro Carlo Boccacci l'onore di aprire la stagione, sabato 7 gennaio, con uno spettacolo dedicato ai cantautori italiani, Viaggio nella musica d'autore.

Dal 20 gennaio, poi, libri e spettacoli teatrali si daranno il cambio fino alla mostra d'arte in programma tra fine maggio e inizio giugno di Josè Miguel Angel Gnesi curata dal professor Stefano Renzoni.

Ed è proprio Renzoni l'autore del primo libro che sarà presentato il 20 gennaio, sempre al Magazzino di Antonio: Bestiario pisano, pubblicato da Pacini Editore.

Il 4 febbraio ci sarà il primo spettacolo teatrale, La Bella di Nulla, di e con Elisabetta Salvatori. Il 17 febbraio spazio al libro Pisa una volta di Athos Bigongiali (Pacini Editore), mentre il 4 marzo sarà la volta di Filippo vostro, di e con Luca Barsottelli (collaborazione Francesco Niccolini).

Il 17 marzo sarà presentato il libro Il Baffo e la Bestia di Pierantonio Pardi (Edizioni Ets). Il 1° aprile andrà in scena Blocco 3 (di Fabrizio Brandi e Francesco Niccolini) con Fabrizio Brandi.

La nuova antologia di racconti di Fabrizio Bartelloni (pubblicata da MdS Editore) sarà presentata il 14 aprile, mentre il 6 maggio andrà in scena Pasolini in campo, da un'idea di Athos Bigongiali, che condividerà il palco con Paolo Giommarelli.

Chiude, prima della mostra di fine mese, il libro Storia della valle del Serchio di Piero Panattoni (Edizioni Helicon).

I tre appuntamenti con Salvatori, Barsottelli e Brandi fanno parte di una rassegna teatrale regionale, Narratori erranti (ideata e curata da Fabrizio Brandi, Marco Azzurrini, Elisabetta Salvatori e Luca Barsottelli), per la quale il Magazzino di Antonio è stato scelto insieme ad altri "luoghi di teatro" della Toscana (teatri veri e propri esclusi) dove questi spettacoli, "viaggiando", andranno in scena.

Tutte le iniziative si svolgono nel Magazzino di Antonio (piazza Martiri della Romagna 26) e sono patrocinate dal Comune di San Giuliano Terme.

I dettagli di ogni singolo evento saranno comunicati strada facendo.

Si consiglia di seguire la pagina Facebook e il sito web di Molina mon amour (c'è anche Instagram).

"Dopo una primavera e un'estate piena di iniziative e in un contesto di ritrovata normalità, tra cui cito con piacere il ritorno dopo tre anni della cena di inizio agosto dedicata ad Alessandro Della Croce, il 'Topino' - afferma il presidente di Molina mon amour Gabriele Santoni -, stiamo preparando un altro ritorno, forse il più atteso da tutti i soci e dagli amici dell'associazione: il "Teatro nel Magazzino" nel Magazzino di Antonio. Torna la cena a buffet, tornano gli spettacoli teatrali in un luogo che ci sta molto a cuore e che ritroviamo con il teatro dopo ben tre anni, questa volta con ben tre spettacoli che permettono all'associazione di entrare in un circuito regionale.

Ma ci saranno anche le presentazioni di libri curate dalla nostra biblioteca e una mostra, anche questi appuntamenti da non perdere.  Ringrazio tutti i gruppi di lavoro dell'associazione, il gruppo cucina, Antonio Batistoni, proprietario del Magazzino, il Comune di San Giuliano Terme per il patrocinio e tutti gli amici e gli artisti che condivideranno con noi gli appuntamenti del cartellone".

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri