none_o
Proseguendo la serie di articoli sulle vicende ( e leggende) del territorio, Agostino Agostini ci regala il resoconto immaginifico del serpente-alato, che abitava il castello dei Pagano da Vecchiano. Fu ucciso - secondo la leggenda - da Nino Orlandi nel 1109 nella selva palatina di Migliarino (oggi tenuta Salviati). Imbalsamato fu posto nel Duomo di Pisa ma ando' perduto nell'incendio del 1595. Una ulteriore riprova della grande ricchezza storica del nostro territorio.
Ammetto l'errore, ho solo visto il simbolo di presentazione, .....
. . . . Buonafede Alfonso, candidato sindaco di Firenze, .....
Cosa ci dicono le votazioni in Sardegna?

Calenda .....
Più che sembrare cavilloso mi sembri "mistificante" .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Associazione ambientalista - LA CITTÀ ECOLOGICA APS
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
none_a
Primo Levi#Auschwitz #PrimoLevi #ebrei #campidiconcentramento #giornatadellamemoria
none_a
Eccolo
Come una furia scatenata
è arrivato il vento
a riportare tormento
alle marine
Prima con le piogge
che hanno colpito
la montagna
con smottanento
frane .....
LA TARI è ARRIVATA E SALATA
MA IL KIT PER LA RACCOLTA NON ANCORA
SIAMO A MARZO.

COME MAI?
COSì NON VA BENE.
Vivinbici
B.B (Bocca e Bosco)

18/2/2023 - 18:13

Una Bocca di Serchio inedita stamattina con la creazione di un piccolo laghetto in comunicazione con il mare, come una doppia BOCCA.

 

Lungo il bosco continua il taglio dei pini centenari con enormi cumuli si cippato e lunghi raccolte ordinate di grossi tronchi.

I grandi mezzi con ruote e cingolati distruggono le piccole strade fra i quadrati ma manca la motriglia che di solito è abbondante in questi mesi invernali: il bosco è secco e le zone umide, di solito abbondanti, sono ridotte in piccoli spazi. La siccità è molto evidente anche nel Bosco.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

22/2/2023 - 12:45

AUTORE:
BdB, Cittadino del Parco

Certamente sarà la cosiddetta "Via dei Soldati" che va dal PL 112 (ormai chiuso da anni) al cancello dell'ultima curva della via del mare.
Su quella via con fondo di ghiaia si raccordano gran parte delle vie in terra dei quadrati che son detti quadrati per l'estensione di metri 1.000 x 1.000.
Quindi un chilometro quadrato racchiuso dalle vie in terra per la lavorazione sia del "fu" pinolo e del legname che ai tempi delle seghe a mano veniva fatto il taglio raso un quadrato per anno in corso.
Ora con i mezzi moderni ed esigenze diverse dalla raccolta del frutto dei pini (acciderba alla cocciniglia aliena che rosicchia le pine giovani) viene fatto il cippato oppure tavoloni per l'edilizia e sfido io fare il cippato e tavoloni per l'edilizia anno dopo anno come se fosse seminata a grano, granturco oppure cavoli estivi ed invernali (due semine e due raccolti annuali).

Detto questo bisogna sfatare il detto: non vedremo mai più la macchia come prima.
Prima dei pini che sono piantati/seminati negli anni 1800 la "macchia" era in stile Mediterraneo; leccio, quercia, rovella ed altro per poi divenire pineta estesa.

I verdi-verdi ci dicevano: non vedremo/vedranno mai più il Viale dei Tigli come si è visto noi.
Vedere per credere...nuova vita e avanti; senza più vedere quell'obbrobrio di nuovi tigli che crescevano "a fischiotto" messi li a dimora quando un vecchio tiglio stramazzava al suolo dalla vecchiaia e quindi vedevamo una filiera sdentata.

Passando dalla Via del Mare vediamo seminativi di grano, granturco ed altro che a maturazione naturale vengono raccolti e più avanti "seminativi" di pino pinea che a maturazione vengono semplicemente raccolti.
...poi ci sono parti di terreno boscato di proprietà Salviati /Centurione che son rimasti al naturale fin dalla notte dei tempi ed il bello della vita, è bello perchè varia - ma non troppo grazie alla realizzazione del Parco Regionale.

21/2/2023 - 14:49

AUTORE:
E.Z.

Buongiorno se possibile vorrei sapere che viale è quello che si vede in foto tagliato.. Grazie