none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
none_o
Le due dee.

27/3/2023 - 15:02




Artemide o Diana con Afrodite o Venere oppure la Luna con la Stella della sera.

Come piace a Voi.


Questa foto l’ho scattata il 25 c.m, giorno dell’annunciazione a Maria del suo concepimento verginale che si trasformerà poi nel Natale cristiano, nascita di Gesù. Questo giorno, inizio della vita dell’embrione divino, dai nostri avi pisani fin dal X secolo, era più importante del parto di Maria e decisero di far partire l’anno da questo giorno chiamandolo “capodanno pisano” (lasciamo stare la storiella del raggio di sole che batte in un particolare capitello da una finestra).
Cominciando l’anno in 25 di marzo per lo “stile pisano” (s.p nei documenti) siamo già nel 2024!


Ritornando alla foto e pensando alle storie pagane e religiose della giornata particolare, vi ho visto la luce della stella-cometa (Diana) che indirizzava la sacra famiglia verso Nazareth dove l’altra stella (Venere)  avrebbe messo al mondo il simbolo dell’Amore per l’umanità.

 

Non sono blasfemo, solo un po’ visionario.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

27/3/2023 - 23:49

AUTORE:
Astarte

Astro che cresce, decresce,scompare.
Femminile.
Limpida freschezza.
L'amore fu dolce per Venere, che si rese ancor più luminosa davanti alla Luna.

27/3/2023 - 18:54

AUTORE:
Teresina

Macche', nulla di tutto questo...miss Luna la trasformista, considerando la data tanto attesa dai Pisani, ha deciso di mettigli i bastoni tra le rote e attirare l'attenzione su di se', così ha chiesto aiuto alla su' amica stellina, quella che le sta più vicina, in modo che tutti i curiosi stanno a naso insù e gli s'incrocchia ir collo, così pensava quella maladrina!
Tra il torcicollo il sonno perso e la stanchezza i Pisani rimarranno addormentati e fregati...e addio raggio di sole che trafigge...
Ma chi si credon d'esse questi Toscani dei pipaluce che vogliano 'rivà sempre primi!!!