none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

La carriera politica personale dell’Onorevole Mazzeo .....
Bonaccini ha dato le dimissioni da presidente della .....
. . . c'è più religione ( si esce un'ora prima). .....
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
di Umberto Mosso
RISPETTO PER I VIVENTI NON UMANI.

18/4/2023 - 20:13


RISPETTO PER I VIVENTI NON UMANI.

 

Non sono d’accordo con l’abbattimento dell’orsa JJ4. Lo dico da non animalista militante o da ambientalista irragionevole, ma da essere umano che ha rispetto per i viventi non umani e si rifiuta di far pagare loro, in specie con la morte, i nostri errori. Perché un orso è un orso e la responsabilità di quello che fa secondo la sua natura, che sappiamo essere l’unica legge che conosce, non è sua, ma di chi lo ha in custodia, incaricato di gestirne la vita secondo un progetto di salvaguardia della sua specie che comprende anche garantire la sicurezza delle persone ex ante e non ex post.

Non so a chi o a quale Ente sia attribuita dalla legge questa competenza e la responsabilità dei suoi effetti. Ma, di certo, ha nomi e cognomi che non sono JJ4. La decisione di chiederne l’abbattimento da parte del Presidente della Provincia di Trento la considero un diversivo, crudele e sbrigativo, per sviare l’opinione pubblica dalla ricerca di queste responsabilità tutte umane. Chi doveva monitorare che il progetto di ripopolamento non uscisse dai limiti quantitativi e territoriali previsti?Il dolore e il rimpianto per l’uomo che ha perso la vita e la solidarietà coi suoi famigliari è un sentimento giusto, che deve essere accompagnato da misure concrete, che ci sono, per fare si che non accada più.

L’abbattimento di un’orsa, peraltro madre di tre cuccioli, non garantisce maggiore sicurezza ai cittadini, ma ha il sapore di una faida medievale. Una pena di morte da eseguire per bilanciare agli occhi dell’opinione pubblica l’incapacità degli esseri umani di convivere coi viventi non umani.Spero che il Tar lo impedisca, sapendo che ci sono altri metodi per mettere in sicurezza le persone e anche l’orsa, oltre la legge del taglione.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

19/4/2023 - 2:29

AUTORE:
Massi

L'orsa ha avvertito la presenza del ragazzino come un possibile pericolo per i 3 cuccioli che stava svezzando ed ha agito di conseguenza ; più che prendersela contro l'orsa occorrerebbe valutare chi doveva valutare le condizioni di sicurezza di accesso ad un area di ripopolamento e dove ha sbagliato .