none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
REDAZIONE - de Il Foglio
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Antonio Mazzeo
none_a
di Andrea Paganelli
none_a
PRESENTAZIONE DI Antonio Giuseppe Campo (per studenti e lavoratori fuori sede)
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
none_o
In perpetuo volo...

29/5/2023 - 23:15




Non so dove i gabbiani abbiano il nido,

ove trovino pace.

Io son come loro

in perpetuo volo.

La vita la sfioro

com'essi l'acqua ad acciuffare il cibo.

E come forse anch'essi amo la quiete,

la gran quiete marina,

ma il mio destino è vivere

balenando in burrasca.


Vincenzo Cardarelli

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

30/5/2023 - 16:52

AUTORE:
Marina

Bellissimo libro! Sembra un liberculo invece è un vero tomo!!
E più si legge e più si gusta!!!

30/5/2023 - 16:26

AUTORE:
Jonathan

e il sole appena sorto luccicava tremolando sulle scaglie del mare appena increspato.
A un miglio dalla costa un peschereccio arrancava verso il largo.
E fu data la voce allo Stormo.
E in men che non si dica tutto lo Stormo Buonappetito si adunò, si diedero a giostrare ed accanirsi per beccare qualcosa da mangiare.
Cominciava così una nuova dura giornata.

Ma lontano di là solo soletto, lontano dalla costa e dalla barca, un gabbiano si stava allenando per suo conto.
Si trovava a una trentina di mentri d'altezza: distese le zampette palmate, aderse il becco, si tese in uno sforzo doloroso per imprimere alle ali una torsione tale da consentirgli di volare lento.
E infatti rallentò tanto che il vento divenne un fruscio lieve intorno a lui, tanto che il mare ristava immoto sotto le sue ali.
Strinse gli occhi si concentrò intensamente, trattenne il fiato, compì ancora uno sfrozo per accrescere solo...d'un paio..di centimetri...quella...penosa torsione e...d'un tratto gli si arruffano le penne, entra in stallo e precipia giù.

"Ma perchè,Jon, perchè?"
gli domandò sua madre.

"Perchè non devi essere un gabbiano come gli atri, Jon? Ci vuole tanto poco! Ma percè non lo lasci ai pellicani il volo radente? agli albatri? E perchè non mangi niente? Figlio mio sei ridotto penne e ossa!"

"Non mi importa se sono penne e ossa, mamma. A me importa soltanto imparare che cosa si può fare su per aria, e cosa no: ecco tutto. A me preme soltanto di sapere."

Richard Bach.

30/5/2023 - 15:49

AUTORE:
Marinella

Garruli voli
Discese in picchiata
Rincorse nell'aria
Acqua sfiorata
Dall'alba, al tramonto.
Statue viventi
Lambite dai venti
Su pali emergenti
Capini nascosti
Sogni già pronti
Tanti i racconti.
Distese di ali
Elio lontano
Che sfugge di mano
Vespertini sospiri
Serali addii
Notturni desii
Cieli di stelle
Brividi, tremiti
A fior di pelle.