none_o


L'articolo di oggi non poteva non far riferimento alla festa del SS. Crocifisso che Pontasserchio si appresta a celebrare, il 28 aprile.Da quella ricorrenza è nata la Fiera del 28, che poi da diversi anni si è trasformata in Agrifiera, pronta ad essere inaugurata il 19 aprile per aprire i battenti sabato 20.La vicenda che viene narrata, con il riferimento al miracolo del SS. Crocifisso, riguarda la diatriba sorta tra parroci per il possesso di una campana alla fine del '700, originata dalla "dismissione" delle due vecchie chiese di Vecchializia. 

. . . quanto ad essere informato, sicuramente lo sono .....
Lei non è "abbastanzina informato" si informi chi .....
. . . è che Macron vuole Lagarde a capo della commissione .....
"250 giorni dall’apertura del Giubileo 2025: le .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
A Pisa un nuovo corso di laurea professionalizzante per geometri, il primo in Toscana

14/7/2023 - 16:28

Questo comunicato stampa segue quello istituzionale diffuso dall’ufficio stampa dell’Università di Pisa sull’istituzione di due nuovi corsi di laurea a orientamento professionale e vuole approfondire il corso in “Tecniche per le costruzioni civili e la gestione del territorio”.
È stato condiviso da tutti e quattro i Collegi dei Geometri coinvolti: Pisa, Massa-Carrara, Lucca e Livorno.(Pisa, 13 luglio 2023). 

 

Il corso di laurea a orientamento professionale per geometri è approdato anche in Toscana, più precisamente a Pisa. Dall’anno accademico 2023/2024 sarà, infatti, possibile intraprendere il percorso di studi che condurrà al titolo accademico e all’abilitazione per poter svolgere la professione di geometra.

Questo risultato è frutto di un percorso molto lungo, partito dal Consiglio nazionale Geometri e Geometri Laureati, e che, dopo vari passaggi legislativi e ministeriali, si è concluso positivamente con l’attivazione del corso.Il corso di laurea a numero programmato, che appartiene al Dipartimento di Ingegneria civile e industriale dell'Università di Pisa, si chiama Tecniche per le costruzioni civili e la gestione del territorio ed è il primo nella nostra regione.

Questo percorso di studi è, in sostanza, un’alternativa “universitaria” (e al momento transitoria) all’abilitazione professionale per geometri, pur restando valido il percorso classico che dagli istituti professionali conduce all’esame di stato. In data ancora da definire, il percorso universitario LP.01 sarà il solo percorso per accedere alla libera professione.

Le competenze che il corso di laurea consentirà agli studenti di acquisire spaziano su vari campi: tecniche di rilevamento topografico digitale, tecniche per la gestione di banche dati catastali e demaniali, tecniche di progettazione e grafica digitale, estimo e consulenza tecnica nell’ambito delle problematiche di stima e del diritto di proprietà, tecniche di gestione del cantiere (gestione delle risorse, contabilità lavori, direzione lavori di opere semplici, assistenza alla direzione dei lavori di cantieri complessi e sicurezza dei cantieri) e redazione di pratiche edilizie utilizzando i più moderni metodi di gestione informatizzata del dato, considerando anche aspetti legati alla pianificazione urbanistica.Il percorso formativo si sviluppa partendo da elementi delle discipline di base e caratterizzanti per poi entrare nel vivo delle discipline specifiche riconducibili alle tematiche di cui sopra.

Le conoscenze acquisite vengono sviluppate all'interno di “laboratori” e messe in pratica durante il periodo di tirocinio obbligatorio, che gli studenti devono svolgere all'interno delle strutture e delle aziende convenzionate e studi professionali individuati dai Collegi; in particolare, grazie alle convenzioni stipulate con i Collegi dei Geometri delle province di Pisa, Lucca, Livorno e Massa-Carrara e di altre che potranno essere stipulate.Le informazioni praticheLa descrizione del corso

 

Per iscriversi (portale Matricolandosi)

 

Le dichiarazioni

Antonio Benvenuti, geometra e coordinatore del corso di laurea per conto dei Collegi: “Siamo arrivati al termine di un percorso molto lungo ma che possiamo concludere con il lieto.

Ringrazio i presidenti dei quattro Collegi coinvolti, Pisa, Massa-Carrara, Lucca e Livorno, e desidero ringraziarli per il grande lavoro di questi anni, così come ringrazio l’Università di Pisa e il Dipartimento di Ingegneria civile e industriale.

L’istituzione di questo corso di laurea professionalizzante concede l’abilitazione alla professione, ma non solo: aumenta il livello e la qualità di preparazione dei geometri del futuro, agevolando l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro.

Un ruolo decisivo l’ha avuto anche il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, che nel 2016 ha proposto di presentare un disegno di legge per l’istituzione delle lauree professionalizzanti abilitanti.

E un ruolo decisivo lo avranno proprio i Collegi dei Geometri: tra laboratori e praticantato, contribuiranno attivamente alla formazione degli studenti.

La nostra professione è chiamata a muoversi in un contesto che cambia e si configura come fondamentale nei temi di pertinenza legati alla vita quotidiana delle persone. Investire concretamente nella formazione consente di migliorare la nostra società e noi ci crediamo molto.

Da ultimo, ma non per importanza, desidero dedicare un pensiero al professor Luciano Modica, che fin dall’inizio si è speso molto per questo progetto, dando un contributo impossibile da dimenticare”.

 

Massimo Losa, professore del Dipartimento di Ingegneria civile e industriale dell’Università di Pisa: “L’istituzione di questo corso di laurea rappresenta un perfetto esempio di come le categorie professionali possano (e debbano) collaborare proficuamente con le istituzioni pubbliche, in questo caso con l’Università di Pisa. 

Se è vero che uno dei grandi temi di cui si discute nel dibattito pubblico è l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro dopo un percorso universitario, è vero anche che la vicinanza dei professionisti già attivi e inseriti sia fondamentale per i ragazzi.

E il corso di laurea che parte a settembre va proprio in questa direzione. È una sfida che è partita da lontano, perciò ringrazio chi si è impegnato in tal senso in questi anni”.

 

Giacomo Arrighi, presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Pisa: “Siamo orgogliosi di aver contribuito, nel tempo, alla nascita di questo corso di laurea.

Ci sarebbero tantissime persone da ringraziare e sarebbe impossibile citarle tutte. Il fatto più importante, dal nostro punto di vista di geometri, per me è l’importanza che la nostra professione ha dimostrato di avere nella vita quotidiana delle persone.

E saranno proprio i geometri a collaborare con gli studenti, tra laboratori e tirocini, oltre ovviamente ai docenti. Un impegno comune verso l’integrazione generazionale per offrire un lavoro di alta qualità, ogni giorno di più.

È anche su questo concetto che si basano iniziative come quella che proponiamo ogni anno, ‘Chiamalo! Il geometra è di famiglia’, cioè il servizio di consulenze gratuite che offriamo, in cui un geometra più esperto collabora con uno più giovane”.

 

Tiziana Marrazzo, presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Massa-Carrara: “Il percorso di laurea LP01, istituito all’Università di Pisa, determina una svolta epocale per l’attività professionale del geometra.

La laurea è altamente professionalizzante e abilitante alla professione di geometra, abilitazione che attualmente avviene dopo aver conseguito il diploma all'istituto superiore per geometri CAT (Costruzioni-Ambiente-Territorio), svolgendo 18 mesi di tirocinio in uno studio tecnico, ed esame di stato al termine del praticantato.

Questo passaggio viene oggi inglobato nel triennio del corso universitario, all’interno del quale, in particolare nel terzo e ultimo anno, viene svolto il tirocinio; quindi con la laurea si consegue l'abilitazione per l'esercizio della professione di geometra.

Mi piace sottolineare, in particolare, come questo nuovo corso di laurea avvicini la teoria alla pratica: un metodo, oggi, sempre più importante”.

 

Diego Ragghianti, presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Lucca: “Il geometra. Una professione secolare, poliedrica e interdisciplinare che ha sempre saputo stare al passo coi tempi, con le esigenze de mercato e con le innovazioni tecnologiche.

Nati come agrimensori per poi diventare geometri a inizio secolo scorso, l’avvento del percorso universitario consentirà alla nostra professione di effettuare un ulteriore salto di qualità, di acquisire nuove professionalità ampliando gli ambiti di lavoro, di facilitare i giovani a costruirsi un proprio percorso di vita solido e soddisfacente”.

 

Dario Cerrai, presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Livorno: “Gli elementi qualificanti di questa nuova classe di laurea sono un piano di studi fortemente orientato alla professione, la previsione di attività di laboratorio da svolgersi in strutture qualificate e la possibilità di svolgere attività di tirocinio in contesti lavorativi reali come gli studi tecnici selezionati dai Collegi provinciali.

Su queste linee di indirizzo, la categoria dei geometri, grazie all’Università di Pisa, si è assunta l’impegno di individuare politiche a favore della popolazione di vario genere e fra queste assumono un ruolo strategico quelle finalizzate a favorire l’inclusione dei giovani tecnici nel mondo del lavoro il prima possibile.

Il conseguimento di una specifica laurea triennale professionalizzante e abilitante è un requisito molto importante che consente agli studenti di poter entrare molto presto nel mondo del lavoro con un bagaglio di conoscenze e di abilità allineate alle aspettative della committenza”.

Da sinistra: Antonio Benvenuti (coordinatore del corso di laurea per conto dei Collegi dei Geometri), Maria Vittoria Salvetti (direttore del DICI, il Dipartimento di Ingegneria civile e industriale), Riccardo Zucchi (rettore), Massimo Losa (professore del DICI).

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri