none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

Vittoria del Vecchiano Centro al Palio Rionale
none_a
Circolo ARCI-Migliarino
none_a
Comune di Vecchiano- Nuova Allerta Meteo Gialla in arrivo
none_a
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
. . . . . . . . . . . a tutto il popolo della "Voce". .....
. . . mia nonna aveva le ruote era un carretto. La .....
. . . la merda dello stallatico più la giri più puzza. .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
di Fabiano Corsini
none_a
Pisa, 24-27 giugno
none_a
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Libro da leggere: STAI ZITTA di Michela Murgia

1/8/2023 - 12:26

L’Estate è la stagione giusta per godersi la lettura, le vacanze estive forse ci aiutano a essere più disposte e recettive perché c’è il desiderio di rallentare e rilassarci dopo un anno frenetico. Leggere in estate è importante perché arricchisce la propria cultura, il vocabolario e la nostra fantasia. Si esplora nuovi mondi nuove storie e si scoprono personaggi che ci fanno sognare.
Leggere sotto l’ombrellone o in un altro momento dove siamo tranquille ci  condurrà verso una riflessione profonda atta ad aprire la strada del nostro cuore e illuminare la nostra anima.
Il titolo del libro proposto oggi è: STAI ZITTA
L’Autrice è: Michela Murgia, scrittrice, blogger, drammaturga, critica letteraria e opinionista televisiva italiana. È nata a Cabras il 3 giugno 1972 e ha recentemente rivelato di avere un tumore al quarto stadio. È autrice di romanzi e drammi di successo, tra cui Accabadora, vincitore di vari premi letterari.  È anche una personalità di spicco nel panorama politico e culturale italiano.
Sintesi del libro: “Se si è donna, in Italia si muore anche di linguaggio. È una morte civile, ma non per questo fa meno male. È con le parole che ci fanno sparire dai luoghi pubblici, dalle professioni, dai dibattiti e dalle notizie, ma di parole ingiuste si muore anche nella vita quotidiana, dove il pregiudizio che passa per il linguaggio uccide la nostra possibilità di essere pienamente noi stesse. Per ogni dislivello di diritti che le donne subiscono a causa del maschilismo esiste un impianto verbale che lo sostiene e lo giustifica. Accade ogni volta che rifiutano di chiamarvi avvocata, sindaca, o architetta perché altrimenti “dovremmo dire anche farmacisto”. Succede quando fate un bel lavoro, ma vi chiedono prima se siete mamma. Quando siete le uniche di cui non si pronuncia mai il cognome, se non con un articolo determinativo davanti. Quando si mettono a spiegarvi qualcosa che sapete già perfettamente, quando vi dicono di calmarvi, di farvi una risata, di scopare di più, di smetterla di spaventare gli uomini con le vostre opinioni, di sorridere piuttosto, e soprattutto di stare zitta.
Questo libro è uno strumento che evidenzia il legame mortificante che esiste tra le ingiustizie che viviamo e le parole che sentiamo. Ha un’ambizione: che tra dieci anni una ragazza o un ragazzo, trovandolo in una bancarella, possa pensare sorridendo che per fortuna queste frasi non le dice più nessuno”.
 
Buona lettura!
La Redazione di Spazio Donna

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

7/8/2023 - 1:13

AUTORE:
AUTRICE Nadia Chiaverini

troppo spesso non solo gli uomini, ma anche le donne contestano quelle che non rispecchiano lo stereotipo della donna che parla sempre dopo aver chiesto il permesso. Coloro che contestano, che si dimostrano sicure delle loro argomentazioni, diciamo la verità, non risultano simpatiche!!! E' dura abbandonare l'opinione che le donne debbano dimostrarsi indifese e bisognose di protezione. Ma, tornando a Michela Murgia, mi è piaciuto anche un altro libro: MORGANA, che parla di donne controcorrente, strane, pericolose, esagerate, difficili da collocare, tra cui Moana Pozzi, Moira Orfei, , Marina Abramovic, Shirley Temple, e altre , donne imperfette perchè alla fine, dobbiamo smetterla di pretendere che le donne debbano essere sempre migliori a prescindere!

2/8/2023 - 14:41

AUTORE:
AUTRICE Dalia

È una bella penna, ha la lingua biforcuta, possiede un caratterino ben pepato, ha coraggio da vendere, spazia nel mondo della cultura, riesce a dialogare anche con le statue, sa discutere di qualsiasi argomento, ha una visione panoramica, è libera da preconcetti e non risparmia nulla a nessuno anche perche'è diffidente e guardinga...difende a spada tratta i diritti delle donne eppure non è sempre capita ne'amata dal mondo femminile, spesso viene attaccata, criticata e anche emarginata...non sempre approvo il suo modo di argomentare o di controbattere troppo rigido e perentorio...pur riconoscendone la preparazione, la bravura, l'onestà intellettuale...spero tanto che questa straziante malattia le lasci uno consistente spiraglio di vita per tenere testa alla diversamente fata che spadroneggia da tuttologa con arroganza indisponente...auguri Michela tieni duro!!!