none_o

Nei giorni 26-27-28 aprile verranno presentati manufatti in seta dipinta: Kimoni, stole e opere pittoriche tutte legate a temi pucciniani , alcune già esposte alla Fondazione Puccini Festival.Lo storico Caffè di Simo, un luogo  iconico nel cuore  di Lucca  in via Fillungo riapre, per tre mesi, dopo una decennale  chiusura, nel fine settimana per ospitare eventi, conferenze, incontri per il Centenario  di Puccini. 

#NotizieDalComune #VecchianoLavoriPubblici #VecchianoSport
none_a
Pisa, 17 marzo
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
. . . i fischi per fiaschi è la tua attitudine principale?
Se .....
. . . manca l'acqua, il presidente Schifani raziona .....
. . . caro Mirko, io non ho chiesto di mettere un .....
. . . Mario.
Mario ir mì 'ugino mi disse: sei venuto .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
Amici della Terra Versilia
RISPOSTA AD ARTICOLO DEL 7 SETTEMBRE 2023 SUL TIRRENO VIAREGGIO

9/9/2023 - 23:22


RISPOSTA AD ARTICOLO DEL 7 SETTEMBRE 2023 SUL TIRRENO VIAREGGIO

 

Amici della Terra Versilia vorrebbe ricordare al Presidente del Parco MSR Bani che, per un dibattito costruttivo e sbaragliare la “Falsità”, lo strumento più efficace è la trasparenza. Uno strumento che il Parco si rifiuta di applicare negando l'accesso ai documenti anche ai Consiglieri Comunali. I pochi documenti disponibili sono confusi, con una ridondanza di dati inutili e in alcuni casi scorretti ma dai quali emerge chiara una sola “verità” la riduzione della superficie del parco di 8000 ha: 80 MILIONI DI METRI QUADRATI in meno!

Una riduzione contraria alle normative esistenti, giudicata deleteria da enti scientifici e persone comuni e che non favorisce “il cittadino che vuole cambiare l'infisso” ma la speculazione che priverebbe le comunità di godere delle risorse che attualmente il Parco offre: natura, paesaggio, contrasto ai cambiamenti climatici, salute e svago, vale a dire salute e qualità della vita, che valgono molto di più di un illusorio effimero sviluppo. “Un cambio di passo” funesto che, contrariamente a quanto riporta il Presidente, aumenterebbe l'urbanizzazione in aree di pregio come le dune di Tirrenia e la Pineta di Levante che verrebbe tagliata in due dall'Asse di penetrazione definita eufemisticamente, nella relazione istruttoria, “nuova viabilità di servizio”. Un'infrastruttura che non sarebbe possibile in un Parco ma è consentita in “area contigua”. Tutto ciò da origine a diverse perplessità sull’effettiva “necessità di passare dal concetto di aree esterne al concetto di aree contigue” ( come afferma il Presidente Bani) sapendo che le aree esterne sono aree Parco e le aree contigue non lo sono, come la legge nazionale afferma.

Tanto più che le Norme Tecniche di Attuazione sulle aree contigue sono secretate ancora più dei piani della base militare di Coltano visto che alle prime è stato vietato l'accesso ed ai secondi no. In merito alle aree degradate come la “Morina” queste erano e sono da restaurare e non da degradare ulteriormente per tutelare la salute di chi vi abita e lavora.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri