none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

La carriera politica personale dell’Onorevole Mazzeo .....
Bonaccini ha dato le dimissioni da presidente della .....
. . . c'è più religione ( si esce un'ora prima). .....
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Amici della Terra Versilia
RISPOSTA AD ARTICOLO DEL 7 SETTEMBRE 2023 SUL TIRRENO VIAREGGIO

9/9/2023 - 23:22


RISPOSTA AD ARTICOLO DEL 7 SETTEMBRE 2023 SUL TIRRENO VIAREGGIO

 

Amici della Terra Versilia vorrebbe ricordare al Presidente del Parco MSR Bani che, per un dibattito costruttivo e sbaragliare la “Falsità”, lo strumento più efficace è la trasparenza. Uno strumento che il Parco si rifiuta di applicare negando l'accesso ai documenti anche ai Consiglieri Comunali. I pochi documenti disponibili sono confusi, con una ridondanza di dati inutili e in alcuni casi scorretti ma dai quali emerge chiara una sola “verità” la riduzione della superficie del parco di 8000 ha: 80 MILIONI DI METRI QUADRATI in meno!

Una riduzione contraria alle normative esistenti, giudicata deleteria da enti scientifici e persone comuni e che non favorisce “il cittadino che vuole cambiare l'infisso” ma la speculazione che priverebbe le comunità di godere delle risorse che attualmente il Parco offre: natura, paesaggio, contrasto ai cambiamenti climatici, salute e svago, vale a dire salute e qualità della vita, che valgono molto di più di un illusorio effimero sviluppo. “Un cambio di passo” funesto che, contrariamente a quanto riporta il Presidente, aumenterebbe l'urbanizzazione in aree di pregio come le dune di Tirrenia e la Pineta di Levante che verrebbe tagliata in due dall'Asse di penetrazione definita eufemisticamente, nella relazione istruttoria, “nuova viabilità di servizio”. Un'infrastruttura che non sarebbe possibile in un Parco ma è consentita in “area contigua”. Tutto ciò da origine a diverse perplessità sull’effettiva “necessità di passare dal concetto di aree esterne al concetto di aree contigue” ( come afferma il Presidente Bani) sapendo che le aree esterne sono aree Parco e le aree contigue non lo sono, come la legge nazionale afferma.

Tanto più che le Norme Tecniche di Attuazione sulle aree contigue sono secretate ancora più dei piani della base militare di Coltano visto che alle prime è stato vietato l'accesso ed ai secondi no. In merito alle aree degradate come la “Morina” queste erano e sono da restaurare e non da degradare ulteriormente per tutelare la salute di chi vi abita e lavora.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri