none_o

Nei giorni 26-27-28 aprile verranno presentati manufatti in seta dipinta: Kimoni, stole e opere pittoriche tutte legate a temi pucciniani , alcune già esposte alla Fondazione Puccini Festival.Lo storico Caffè di Simo, un luogo  iconico nel cuore  di Lucca  in via Fillungo riapre, per tre mesi, dopo una decennale  chiusura, nel fine settimana per ospitare eventi, conferenze, incontri per il Centenario  di Puccini. 

#NotizieDalComune #VecchianoLavoriPubblici #VecchianoSport
none_a
Pisa, 17 marzo
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
. . . i fischi per fiaschi è la tua attitudine principale?
Se .....
. . . manca l'acqua, il presidente Schifani raziona .....
. . . caro Mirko, io non ho chiesto di mettere un .....
. . . Mario.
Mario ir mì 'ugino mi disse: sei venuto .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
di Roberto Sbragia
Vecchiano e il suo batocchio
"La campana che non suona più"

14/9/2023 - 12:48


Vecchiano e il suo batocchio
"La campana che non suona più"

 In questi giorni è nata una grande discussione nelle piazze cittadine, con tanto di post e rimandi anche sui social alla presenza del suono delle campane nell’abitato di Vecchiano. Il loro scampanio, che segnava le ore, si è infatti interrotto e pare che a molti cittadini manchi il suo scandir del tempo che rappresentava anche tradizione e comunità e vita in questi luoghi. In altri tempi anche altre campane interruppero il loro suono, basti pensare a Brescello, ed alla saga dei buon Don Camillo e del Comunista Peppone, quando anonimi ladri portarono via il batocchio, il bastone che serve a far suonare proprio le campane. “Un paese come Vecchiano ha solo da imparare da Brescello” - sostiene Roberto Sbragia - “perché da quel furto risorse uno spirito di comunità e i buon Don Camillo e Peppone unirono le forze per il bene del paese per ritrovar la tradizione e recuperare assieme proprio il batocchio”.

A Vecchiano non è stato rubato il suono, ma semplicemente interrotto durante le ore notturne e, pur nel rispetto della quiete pubblica, chiediamo anche noi che la tradizione sia discussa assieme  tra  maggiornanza e opposizione affinché si trovi una soluzione”, andando assieme ad analizzare i problemi. “Anche le campane dimostrano che il Paese di Vecchiano in fondo è un po’ come quello di Brescello, attraversato dal fiume e conteso da diverse visioni politiche: ormai i tempi sono maturi anche per un gemellaggio con Brescello che porti anche Vecchiano a unire le forze per risolvere i problemi di tutti. Anche il suono della campana e di un batocchio mancante può creare spirito di comunità.

 

Roberto Sbragia

Angela Baldoni, Stefano Dini, Mario De Luca - lista Vecchiano Civica

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

14/9/2023 - 18:49

AUTORE:
Antonio

io direi... infatti come dice Roberto, questo è un modo di riportare la dimensione alla realtà, le cose importanti sono altre. Questa è solo ironia per far scendere dal pero chi ha sollevato un problema sul nulla , forse i problemi c’è l’ha lui nella …..