none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
none_o
UN PEZZO DI PANE

17/9/2023 - 9:26


Questa domenica siamo lieti di ospitare un articolo particolare.
Un ritratto, molto diverso da quelli storici, di una persona straordinaria di San Giuliano, Nicla Menchi, scrittrice che, malgrado i  96 anni, sprigiona  ancora una incredibile energia.
Il ritratto poetico è un omaggio di un'altra artista del nostro territorio, Gavia.
 
UN PEZZO DI PANE
Non occorre andare nei boschi delle fiabe, per incontrare la magia.
Sui nostri monti nella Casetta delle Selve vive una fata.
È una fata piccola, veste di bianco, capelli raccolti, incedere gentile,ha in sé la sapienza del tempo vissuto, delle cose apprese con il fare,con la perenne  curiosità di esplorare mondi e persone.
Ama leggere, ora audiolibri, perché  non vede.
Vede con gli occhi del cuore.
Dipinge e se tu gli narri colori e forme fotografa tutto. 
 
Nicla Menchi ha scritto diversi libri, che potrebbero essere libri di formazione, con un linguaggio ricco, puntuale, forbito che arriva a tutti.
Accoglie.
Accoglie la casa, accoglie la sua voce, il suo tono le sue parole sono sempre musica.
 
L'ho conosciuta anni fa ad una mostra siamo entrate da due porte diverse e ci siamo incontrate.
Nicla  era vestita con un abito glicine, che si era cucito  da sola.
Sembrava ci conoscessimo da sempre.
Cercando una penna nella borsa è spuntato un pezzo di pane.
Aveva l'abitudine che le aveva insegnato la nonna dopo la fame della guerra,di portarlo sempre con sé .
La prima volta che sono andata da lei le ho portato un bel pane, insieme ad un libricino sulla storia del pane.
 
Appesa ad una parete c'è ancora un pezzo di quel pane legato con uno spago, insieme ad un pezzo di legno del bosco, non si è deteriorato.
Nicla lo tocca e si carica di energia. 
 
Quando la" sento" per telefono  non le parlo, la sento davvero e per me è un nutrimento parlarle.
Ha l'età  che avrebbe avuto la mia mamma.
 
 GAVIA

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

17/9/2023 - 13:20

AUTORE:
Olga Cartoni

Ieri Gavia mi ha chiesto se avevo foto di Nicla, voleva scrivere qualcosa su di lei che è arrivato subito su "La Voce del Serchio".
Le ho inviato più di una foto, di quelle che le ho scattato ad ogni nostro incontro.
Questa rappresenta un momento bellissimo.
Da quando io e Nicla ci siamo conosciute, tramite quel suo libro bellissimo che è finito nelle mani di molte persone in tutta Italia - è arrivato persino in Canada - io l'ho scelto più volte come testo di narrativa per i miei ragazzi. Perché in quel libro c'è tutto quello che può essere utile ad un'insegnante di italiano per fare l'analisi di un testo.
C'è la storia di un pezzo di vita narrata come una fiaba, l'insegnamento che di fronte ad ogni difficoltà si hanno possibilità infinite di rinascita, un linguaggio ricco che ci permette di conoscere tutte le acrobazie della lingua italiana, le metafore più belle, tutte nuove perché lei è un genio della scrittura, ci sono dunque tutte quelle cose che si possono incontrare in varie tipologie di un testo narrativo.
Ed oggi mi ritrovo qui, a leggere questo meraviglioso articolo di Paola Gavia, che nella brevità della sua descrizione di lei, la racconta tutta.
E, poi, la foto che Gavia ha scelto tra quelle che le ho inviato.
Nicla nella mia classe che ad uno ad uno scrive dediche firmate per ogni mio alunno, tutte diverse l'una dall'altra.
E mentre lei è attenta a svolgere questo compito da scolara solerte, noi continuiamo a fare lezione. Meravigliosa Nicla e meraviglioso il suo libro "Soprattutto buonumore", un classico che non dovrebbe mancare in nessuna libreria.

17/9/2023 - 10:39

AUTORE:
Daniela Sandoni

L’incontro tra queste due creature magiche, migliora la vita; ho avuto la fortuna di conoscerle ed il mio mondo è diventato più bello. Buona vita care amiche.