none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
"Quelli del Giovedì"
Oggi, giovedì 28, escursione dalla Vetricia sopra Barga, Via dei Remi, P.sso Baccarella...

28/9/2023 - 22:51

 di Marcello Orsi

Oggi escursione dalla Vetricia sopra Barga, Via dei Remi, P.sso Baccarella, vicino M.Romicchio, poi siamo discesi sul versante Emiliano, ben sopra a S.Anna Pelago.


La sosta pranzo presso il Monumento dedicato a Cinque Donne, barbaramente uccise dai Tedeschi nel 1944, ree di portare alimenti dalla Garfagnana a S.Anna. Forse i Tedeschi pensavano che rifornissero i Partigiani.
Alcuni del gruppo, con occhi di falco e grande esperienza hanno trovato qualche fungo.
Un bel venticello di tramontana, ci ha tenuti freschi, io personalmente ho patito freddo tutto il giorno.
Fortuna, che scorreva nelle vene il nettare d'uva, senno' mi facevano il Monumento anche a me.
Buon proseguimento a tutti.





Fonte: Marcello Orsi
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri