none_o

Nei giorni 26-27-28 aprile verranno presentati manufatti in seta dipinta: Kimoni, stole e opere pittoriche tutte legate a temi pucciniani , alcune già esposte alla Fondazione Puccini Festival.Lo storico Caffè di Simo, un luogo  iconico nel cuore  di Lucca  in via Fillungo riapre, per tre mesi, dopo una decennale  chiusura, nel fine settimana per ospitare eventi, conferenze, incontri per il Centenario  di Puccini. 

#NotizieDalComune #VecchianoLavoriPubblici #VecchianoSport
none_a
Pisa, 17 marzo
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
. . . quello che si crede sempre il migliore, ora .....
. . . la merxa più la giri, più puzza e te lo stai .....
. . . camminerebbe meglio se prima di fare il tetto .....
Ad un grosso trattore acquistato magari con l'aiuto .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
di Romain Tancredi
Promemoria: il territorio corrispondente a Israele è popolato da ebrei da quasi 4000 anni.

6/11/2023 - 14:36

Promemoria: il territorio corrispondente a Israele è popolato da ebrei da quasi 4000 anni. Erano chiamati ebrei o israeliti a quel tempo.


In verde: il mondo arabo-musulmano; nel cerchio rosso: Israele.
———————————-

1900 a.C. circa -C. : Abramo, un profeta che sostiene di essere stato scelto da Dio, guida i figli d'Israele, al tempo chiamato "Ebrei". Gli succedette suo figlio Isacco e poi il figlio di quest'ultimo, Giacobbe (chiamato anche Israele). Questo popolo nomade arrivato dalla Mesopotamia attraverso il deserto corrispondente all'attuale Siria si stabilirebbe poi sulle terre di quello che oggi è lo Stato di Israele.


Circa 1000 prima di J. - C. : Le dodici tribù fondate e guidate ciascuna da uno dei dodici figli di Giacobbe, chiamate "le dodici tribù d'Israele", si uniscono in una sola, il regno d'Israele. Il loro leader è allora re Davide


970 prima di J. - C. : Il re Salomone, figlio di Davide, costruì il tempio di Gerusalemme.


930 prima del J-C. : Una parte del regno di Israele si separa e si dichiara regno di Giuda. I due regni coesistono e competono per due secoli.


720 prima della J. - C. : I due regni furono invasi e conquistati dagli Assiri e divisi in province: Giudea, Samaria e Galilea.


612-586 prima di J. - C. : I Babilonesi invadono e battono gli Assiri; il tempio di Gerusalemme distrutto.


539 prima di J. - C. : I Persiani invadono e sconfiggono i Babilonesi. Grazie alle libertà che regnano nell'Impero persiano, Giudea, Samaria e Galilea possono prosperare.


Circa 516 prima di J-C. : Gerusalemme è restaurata e il suo tempio è ricostruito.


Circa 300 prima di J. - C. : Alessandro Magno conquista l'Impero persiano Giudea, Samaria e Galilea stanno gradualmente diventando elleniche: molti greci si insediano lì e la loro cultura influenza profondamente i campi economici, sociali, filosofici ma anche religiosi della regione.


70 prima della J. - C. : I Romani conquistano il Medio Oriente e diffondono la loro cultura, le madri e le leggi nella regione.


Un secolo dopo, il profeta Gesù si stabilì a Gerusalemme, predicando al popolo e pretendendo di essere figlio di Dio. Fastidiosi quanto i giudici del Sinedrio, la corte locale e gli occupanti romani, fu condannato a morte e crocifisso. I suoi discepoli sostenevano che egli fosse resuscitato e creò una nuova religione chiamata Cristianesimo, che tre secoli dopo divenne la religione ufficiale dell'intero impero romano.


Come possiamo vedere, gli ebrei sono sempre stati oppressi e/o le loro terre invase e occupate.


Nel V secolo, quando l'Impero romano crollò, fu sostituito dall'Impero bizantino, che a sua volta occupò la regione.


Poi, nel VII secolo, furono gli arabi, convertiti all'Islam appena creato dal profeta Maometto (nel 622), che a loro volta invasero queste terre. L'Impero ottomano lo governò per più di 1000 anni, fino a quando scoppiò alla fine della prima guerra mondiale.


Nel 1917, gli inglesi presero possesso di questa parte del Vicino Oriente e crearono un protettorato, che terminò nel 1947 con la decisione dell'ONU di creare 2 stati, un ebreo (Israele) e un arabo (Palestina). Decisione accettata dagli ebrei ma respinta dagli arabi, che hanno negato agli ebrei il diritto di avere un paese tutto loro. Nonostante queste riluttanze, il 14 maggio 1948, ultimo giorno del mandato britannico, lo Stato di Israele dichiarò la propria indipendenza.


Il 5 giugno 1967, per far avanzare un attacco dai paesi arabi vicini (Egitto, Siria e Giordania), che stavano mobilitando le loro truppe al confine, Israele prese l'iniziativa di attaccarli. Era la "Guerra dei sei giorni" In meno di una settimana, gli eserciti egiziani, siriani e giordani sono stati sconfitti e Israele ha triplicato l'area del suo territorio: ha preso l'Egitto la Striscia di Gaza e la Penisola del Sinai, ha preso la Siria l'altopiano del Golan e ha preso la Giordania, la Cisgiordania e Gerusalemme Est.


Il 6 ottobre 1973, Giorno del Kippur, Israele fu invaso di sorpresa e contemporaneamente da egiziani e siriani. Prima sommerso, l'esercito israeliano contrattaccò, penetrò in profondità in Siria e attraverso il canale di Suez per avanzare in Egitto. Dopo un cessate il fuoco richiesto dal Consiglio di Sicurezza dell'ONU e diversi anni di negoziati, la pace è stata ufficialmente firmata nel 1978, agendo come normalizzazione delle relazioni tra Israele ed Egitto, che ha recuperato la penisola del Sinai in cambio dell'impegno di non attaccare più Israele.


Queste indiscusse vittorie militari di Israele gli permettono di ottenere un immenso prestigio internazionale oltre allo status di grande potenza regionale. Da allora Israele si è ritirato dalla Striscia di Gaza (nel 2005), ma occupa ancora Gerusalemme Est, l'altopiano del Golan e gran parte della Cisgiordania.


Tutto questo per dimostrare che gli ebrei sono presenti in quello che oggi è lo stato di Israele da molto più tempo degli arabi e se il conflitto dura da un secolo, per non dire altro, è perché gli arabi non hanno mai accettato che gli ebrei abbiano uno stato nel regione.









+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

6/11/2023 - 17:14

AUTORE:
Bertelli

Nel suo elenco manca una data, molto importante, 14 maggio 1948. Nasce lo stato di Israele. Di seguito può leggere :

" La regione nella quale è situato Israele è stata soggetta nel tempo al dominio di numerose civiltà, tra cui cananei, egizi, israeliti, filistei, assiri, babilonesi, romani, bizantini, arabi, crociati e ottomani. In età contemporanea la regione divenne parte del mandato britannico della Palestina, periodo durante il quale fu soggetta a flussi immigratori di comunità ebraiche incoraggiate dal movimento sionista, che mirava alla costituzione di un moderno Stato ebraico. Dopo la seconda guerra mondiale, per porre rimedio agli scontri locali tra ebrei e arabi palestinesi, nel 1947 l'Assemblea generale delle Nazioni Unite approvò un piano di partizione della Palestina che prevedeva la costituzione di uno Stato ebraico e di uno arabo. Lo Stato d'Israele fu proclamato il 14 maggio 1948. Tale partizione fu però osteggiata dagli arabi palestinesi e dai vicini paesi arabi, che intervennero militarmente contro il neonato Stato israeliano; nell'ambito dello scontro si verificò l'esodo palestinese del 1948. Israele e i paesi arabi si scontrarono nei decenni seguenti in una serie di conflitti arabo-israeliani. In seguito alla guerra dei sei giorni del 1967 Israele occupò la Cisgiordania,[N 5] la striscia di Gaza,[N 6] le alture del Golan e la penisola del Sinai,[N 7] stabilendo nei territori occupati numerosi insediamenti israeliani. Lo Stato di Palestina rivendica la sovranità sulla Cisgiordania e sulla striscia di Gaza. "

Le lascio da leggere le parole di un grande scrittore Israeliano, David Grossman, riportate il TV, durante una trasmissione, da Michele Serra.

Un giorno mio nonno mi portò sul confine tra Noi e Loro. Mio nonno aveva il fucile in mano, e gli chiesi :" nonno perchè porti il fucile ? " lui rispose " perchè abbiamo ragione ". e io :" nonno perchè quello di là ha il fucile anche lui e lo usa ? " mio nonno rispose : " perchè hanno ragione ".

Questo per dimostrare che è difficile sapere chi ha torto...