none_o

Nei giorni 26-27-28 aprile verranno presentati manufatti in seta dipinta: Kimoni, stole e opere pittoriche tutte legate a temi pucciniani , alcune già esposte alla Fondazione Puccini Festival.Lo storico Caffè di Simo, un luogo  iconico nel cuore  di Lucca  in via Fillungo riapre, per tre mesi, dopo una decennale  chiusura, nel fine settimana per ospitare eventi, conferenze, incontri per il Centenario  di Puccini. 

#NotizieDalComune #VecchianoLavoriPubblici #VecchianoSport
none_a
Pisa, 17 marzo
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
. . . i fischi per fiaschi è la tua attitudine principale?
Se .....
. . . manca l'acqua, il presidente Schifani raziona .....
. . . caro Mirko, io non ho chiesto di mettere un .....
. . . Mario.
Mario ir mì 'ugino mi disse: sei venuto .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
La farmacia di Via E Che Guevara a Pontasserchio sarà gestita dalla figlia dottoressa Azzurra Macchi che ha ricevuto il testimone dal padre Angelo
E' scomparso il dottor Angelo Macchi, il farmacista di Pontasserchio. Se ne va un pezzo di storia del paese.

7/11/2023 - 19:03

Di Marlo Puccetti

La comunità di Pontasserchio in lutto per la scomparsa del dottor Angelo Macchi
 
Si sono svolti ieri pomeriggio nella chiesa di San Michele Arcangelo in Pontasserchio i funerali del dottor Angelo Macchi di anni 83, farmacista con laurea dell’ateneo di Bologna. Chiesa gremita, per l’occasione era state aggiunte anche delle file di sedie in previsione di un grande afflusso di gente che difatti non erano volute mancare all’estremo saluto per il “farmacista di Pontasserchio”. Ci sono state persone che sono rimaste fuori per cui il portone centrale era rimasto aperto. Quando è entrata la bara tutte e tutti si sono alzati e qualcuno ha accennato a un segno di Croce. Era già arrivato il Sindaco di San Giuliano Terme Sergio Di Maio con Fascia Tricolore. Il Pievano Don Davis ha officiato la Santa Messa. Nell’omelia ha tenuto a evidenziare la generosità del dottor Macchi. Ha detto:” quando qualcuno aveva bisogno di medicine e non ce la faceva a pagare Angelo non esitava a consegnarle e poi si dimenticava di avergliele date”. Volgendo lo sguardo verso la moglie signora Marta ha ricordato l’unione durata ben 54 anni e qualche anno di fidanzamento. Una pausa per riportare alla memoria la morte del loro figlio Francesco Macchi nel 2009 che fu destabilizzante, troppo forte e improvviso il dolore ma la sua fede lo aiutò.
Come non ricordare il dottore dietro il banco della farmacia di Via E Che Guevara di Pontasserchio. Ti accoglieva sempre con suo vestire sobrio ma signorile e con uno sguardo solare, a chi conosceva personalmente non faceva mancare anche una simpatica battuta. Fu un avvenimento per i pontasserchiesi quando venne inaugurata l’attuale sede e la meraviglia che suscitò entrare in quei locali avveniristici per quel tempo (eravamo nel 1985). Un ampia sala con un lungo percorso con vari reparti, la profumeria una novità assoluta, un banco specializzato in medicinali veterinari e in particolare per la cura del cavallo. E per questo è ancora un riferimento di clienti da tutta la Provincia. Qui ritorna un pensiero di Don Davis rivolto alle farmaciste dipendenti ma che Macchi riteneva una famiglia allargata. Erano tutte presenti in chiesa per abbracciare il loro mentore che le aveva cresciute professionalmente. Nella prima panca a sinistra del feretro era la moglie Marta, la figlia Azzurra e la nipote Margherita. Azzurra con gli occhi opachi di tristezza volgeva lo sguardo verso la bara coperta dai bei fiori colorati che la avvolgeva. Dopo la benedizione con l’incenso che legava il momento della morte con quello dell’eternità dell’anima si alzava il canto “io credo risorgerò”. Prendeva la parola dall’ambone il Sindaco. Anche il primo cittadino ha tenuto a sottolineare la disponibilità del farmacista affermando:” quando ad Angelo veniva chiesto un aiuto per chi non poteva permettersi medicine costose lui rispondeva intanto di far iniziare la cura che era urgente, per il pagamento c’era tempo.” Poi con la voce rallentata dall’ emozione ha ricordato Francesco chiamato affettuosamente Checco. Gli è piaciuto immaginarlo cosi: ” quando il dottore arriverà in cielo padre e figlio finalmente si abbracceranno e poi insieme decideranno su quale cavallo puntare per la prossima corsa”. Tanta era la passione sia del farmacista che del figlio per i cavalli e le corse. Partiva spontaneo un applauso che serviva a smorzare la tensione accumulata. Ha voluto portare il saluto anche Mario Facchini dell’Associazione Raphael ricordando la bontà di Macchi per le azioni caritatevoli verso i più deboli. Alla fine Don Davis ha rivolto un cenno di saluto alla famiglia e ha benedetto l’assemblea.
Si formava una fila per portare un saluto affettuoso alla famiglia. Ora sarà la dottoressa Azzurra Macchi alle redini della rinomata farmacia a cui si aggiungerà il supporto della mamma e la giovane figlia Margherita.
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

8/11/2023 - 12:35

AUTORE:
Ilaria

Il Dott. Angelo Macchi è stato un grande personaggio, dispiace a Tutti era un punto di riferimento per Pontasserchio e oltre.
Condoglianze alla Famiglia