none_o
Proseguendo la serie di articoli sulle vicende ( e leggende) del territorio, Agostino Agostini ci regala il resoconto immaginifico del serpente-alato, che abitava il castello dei Pagano da Vecchiano. Fu ucciso - secondo la leggenda - da Nino Orlandi nel 1109 nella selva palatina di Migliarino (oggi tenuta Salviati). Imbalsamato fu posto nel Duomo di Pisa ma ando' perduto nell'incendio del 1595. Una ulteriore riprova della grande ricchezza storica del nostro territorio.
Ammetto l'errore, ho solo visto il simbolo di presentazione, .....
. . . . Buonafede Alfonso, candidato sindaco di Firenze, .....
Cosa ci dicono le votazioni in Sardegna?

Calenda .....
Più che sembrare cavilloso mi sembri "mistificante" .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Associazione ambientalista - LA CITTÀ ECOLOGICA APS
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
none_a
Primo Levi#Auschwitz #PrimoLevi #ebrei #campidiconcentramento #giornatadellamemoria
none_a
Eccolo
Come una furia scatenata
è arrivato il vento
a riportare tormento
alle marine
Prima con le piogge
che hanno colpito
la montagna
con smottanento
frane .....
LA TARI è ARRIVATA E SALATA
MA IL KIT PER LA RACCOLTA NON ANCORA
SIAMO A MARZO.

COME MAI?
COSì NON VA BENE.
COMUNE DI CALCI
La Valgraziosa è Terra di Presepi grazie ai presepi dei Meucci, al presepe di Tre Colli e al "Presepio che cresce" di Nicosia

6/12/2023 - 12:33


COMUNE DI CALCI - La Valgraziosa è Terra di Presepi grazie ai presepi dei Meucci, al presepe di Tre Colli e al "Presepio che cresce" di Nicosia

 La Valgraziosa conta ben tre presepi aderenti a Terre di Presepi, la rete che unisce e coordina i numerosi presepi in Toscana e in Italia. Ciascuno con le sue peculiarità ed originalità, sono "Il Presepio che cresce" di Nicosia, giunto alla 25esima edizione, il Presepe del Santuario della Madonna delle Grazie a Tre Colli ed i Presepi storici meccanici dei Meucci, oggi custoditi ed esposti dal Museo di Storia Naturale dell'Università di Pisa, nella Certosa di Calci.

In vista del Natale 2023, le tre Natività calcesane sono prossimi all'inaugurazione: il Presepe di Tre Colli e i presepi dei Meucci saranno svelati al pubblico venerdì 8 Dicembre, quello di Nicosia sabato 16. Tre ottimi motivi per far tappa in Valgraziosa durante le feste natalizie, andando così alla scoperta di questi piccoli-grandi gioielli frutto della passione e della maestria di tanti cittadini e cittadine, cui va il ringraziamento dell'amministrazione comunale per la dedizione con la quale portano avanti la tradizione del Presepe.

I Presepi storici meccanici dei Meucci saranno visitabili fino a domenica 28 Gennaio 2024, in orario di apertura del Museo di Storia Naturale (biglietto d’ingresso: 1 euro). Questi presepi furono pensati e realizzati intorno alla metà del secolo scorso dalle mani sapienti dei calcesani Alberto e Renzo Meucci, con l’aiuto di validi collaboratori. Dopo il primo presepe, risalente al Natale del 1948, ne vennero costruiti altri che Renzo e Alberto portarono a Pisa, Livorno, Bologna, Verona, Milano, Torino, Parma, Ferrara, Roma e persino a Bogotà, in Colombia. Dal 2013 i presepi sono allestiti nei locali del Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa e ogni anno, nel periodo delle festività, tornano a meravigliare grandi e piccini con le loro scenografie, i loro dettagli e movimenti dei personaggi.

Sempre venerdì 8 Dicembre 2023, alle 17, sarà inaugurato il Presepe di Tre Colli. Realizzato da alcuni cittadini con cura certosina all'interno del suggestivo Santuario della Madonna delle Grazie, con il supporto dell’Unità Pastorale della Valgraziosa, vi è possibile scoprire e ammirare, riprodotte, alcune bellezze della Valgraziosa. Apertura al pubblico nel fine settimana, il sabato dalle 14,30 alle 18 e la domenica dalle 14,30 alle 18,30, poi tutti i giorni tra il 23 Dicembre 2023 e il 6 Gennaio 2024 in orario 14,30-18. E ancora fino al 28 Gennaio, il sabato e la domenica dalle 14,30 alle 18.

Alle 21,15 di sabato 16 Dicembre 2023, infine, sarà inaugurato "Il Presepio che Cresce" a Nicosia, con il concerto della Premiata Filarmonica "G. Verdi" di Calci e lo svelamento del nuovo personaggio realizzato quest'anno per arricchire questa Natività, iniziata 25 anni fa dalla Parrocchia di Sant'Agostino e portata avanti fino ad oggi con il sostegno dell'associazione Nicosia Nostra. Aperture al pubblico nei giorni 17, 23 e 24 Dicembre dalle 15 alle 18, il giorno di Natale dalle 16 alle19, dal 26 Dicembre al 7 Gennaio 2024 dalle 15 alle 18. L’ingresso è libero e gratuito; le offerte raccolte, tolte le spese, saranno devolute alla comunità parrocchiale e all'associazione "Respirando" di Pisa.








Fonte: Guido Bini
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri