none_o


L'articolo di oggi non poteva non far riferimento alla festa del SS. Crocifisso che Pontasserchio si appresta a celebrare, il 28 aprile.Da quella ricorrenza è nata la Fiera del 28, che poi da diversi anni si è trasformata in Agrifiera, pronta ad essere inaugurata il 19 aprile per aprire i battenti sabato 20.La vicenda che viene narrata, con il riferimento al miracolo del SS. Crocifisso, riguarda la diatriba sorta tra parroci per il possesso di una campana alla fine del '700, originata dalla "dismissione" delle due vecchie chiese di Vecchializia. 

. . . quanto ad essere informato, sicuramente lo sono .....
Lei non è "abbastanzina informato" si informi chi .....
. . . è che Macron vuole Lagarde a capo della commissione .....
"250 giorni dall’apertura del Giubileo 2025: le .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
Pisa, 12 dicembre
Evento informativo aperto presso la Pubblica Assistenza promosso da Fipac Toscana

11/12/2023 - 15:29


“Ictus, pochi minuti valgono una vita” è il titolo di un convegno organizzato da Fipac Toscana, il sindacato dei pensionati di Confesercenti, in programma martedì 12 dicembre alle 9.30 presso la sede della Pubblica Assistenza di Pisa, in via Bargagna, con la collaborazione di Confesercenti Toscana e Regione Toscana.


Un evento volto a sensibilizzare la popolazione su una malattia grave e frequente, spesso poco e mal conosciuta: l’ictus cerebrale, prima causa di disabilità nell’adulto, seconda causa di demenza e terza causa di morte nel mondo.


L’ictus colpisce una persona su quattro nell’arco della vita ed una buona prevenzione eviterebbe fino all’85% dei casi.

Quando si manifesta è possibile combatterlo con terapie efficaci, basta riconoscerlo e reagire tempestivamente perché le cure possono essere utilizzate solo entro poche ore.

Il ritardo con cui paziente o familiari contattano il numero di emergenza è il principale fattore responsabile della bassa percentuale di pazienti trattati (in Toscana circa il 14%).


Colpisce ogni anno 16 milioni di persone nel mondo, 200.000 solo in Italia. Ogni anno in Toscana circa 12.000 persone sono colpite da ictus. Erano 7000 nel 1990, ma per effetto dell’invecchiamento della popolazione i casi sono quasi raddoppiati.
In Toscana si registra in media un ictus ogni 45 minuti. Inoltre, negli ultimi anni si assiste ad un aumento dei casi nella popolazione più giovane (scarsa prevenzione, scorretti stili di vita, abuso di sostanze dannose per l’organismo), per cui l’ictus non è più prerogativa dell’anziano, può colpire a qualsiasi età.
In Toscana il 63% dei casi di ictus è in persone al di sotto dei 70 anni. Ogni anno un medico di famiglia assiste dai 4 ai 7 pazienti colpiti da ictus acuto e deve seguirne almeno 20 sopravvissuti.


Dopo i saluti istituzionali dell’assessore regionale alla Sanità Simone Bezzini, del presidente regionale Fipac Alberto Pecchi, del presidente della Pubblica Assistenza Alessandro Betti, del direttore dell’Unità Operativa di Neurologia Gabriele Siciliano e di Alessandro Gennai in rappresentanza del Comune, sarà la volta di Giovanni Orlandi responsabile clinico di Rete Ictus Toscana che introdurrà i principali temi.

Temi poi trattatati da specialisti che affronteranno la fase della prevenzione, l’individuazione dei sintomi fino alla fase della riabilitazione.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri