none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
IMMAGINA San Giuliano Terme
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Riccardo Maini (vedi risposta al sig. Bertelli)
none_a
Comunicato congiunto FdI, Lega, FI.
none_a
“Interrogazione del consigliere provinciale Roberto Sbragia”
none_a
Ripafratta, 25 maggio
none_a
di Fabiano Corsini
none_a
Prato
none_a
Dal 17 al 19 Maggio ore 10.00 - 20.00
none_a
Forum Innovazione di Italia Economy" II EDIZIONE
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Un anno fa la posa della prima pietra dello stabilimento che raddoppia la superficie aziendale. All’inaugurazione presenti le autorità.
Mobilart srl: operativo il nuovo capannone industriale dell’azienda leader nell'arredamento di lusso per yacht.

23/12/2023 - 18:01

Mobilart srl: operativo il nuovo capannone industriale dell’azienda leader nell'arredamento di lusso per yacht.
Un anno fa la posa della prima pietra dello stabilimento che raddoppia la superficie aziendale. All’inaugurazione presenti le autorità.
 
 
Mobilart srl di Cascina, azienda leader del settore legno e arredo per megayacht di lusso, ha concluso i lavori di costruzione del secondo capannone industriale di 7000m2 che diventa operativo, raddoppiando la superficie dello stabilimento. Per l’occasione saranno presenti alcune autorità, tra cui l’Assessora al lavoro della Regione Toscana Alessandra Nardini e il Sindaco di Cascina Michelangelo Betti.
 
“La posa della prima pietra è avvenuta l’8 novembre 2022 e in un solo anno siamo riusciti a portare a compimento l’opera. E’ una grande soddisfazione vedere il progetto terminato anche a fronte dell’impegno che io, i miei soci e tutti i collaboratori e dipendenti ci abbiamo messo” afferma Lorenzo Gasperini, Presidente del CDA dell’impresa, membro nazionale del Direttivo legno - arredo Confapi e Presidente della medesima categoria per Confapi Pisa e del Tirreno, associazione della piccola e media impresa di cui la Mobilart fa parte fin dalla nascita.
Mobilart è attiva sul territorio da quasi 30 anni e si distingue per la produzione di arredi di alta qualità per megayacht e superyacht. Il nostro viaggio lavorativo è iniziato con un solo dipendente, per arrivare agli attuali  oltre 100 dipendenti e a oltre 20 milioni di fatturato annuali. L’apertura del nuovo capannone ha portato con sé anche un importante impatto occupazionale: nell’ultimo anno, a fronte dell’ambizioso progetto, sono stati assunti diversi addetti e si pensa all’introduzione di ulteriori figure professionali tra falegnami, verniciatori, disegnatori, architetti e ingegneri.
"Questo nuovo capitolo nella nostra storia aziendale è un segno tangibile della passione  per il nostro lavoro” continua Gasperini, che conclude “il capannone industriale non solo aumenterà la nostra capacità produttiva, ma ci consentirà di affrontare progetti ancora più ambiziosi e di mantenere gli standard di qualità che i nostri clienti si aspettano da noi.”
 
Presenti all’inaugurazione del capannone e alla successiva cena sociale che si è svolta all’interno dei locali aziendali anche il Presidente di Confapi Toscana e Confapi Pisa e del Tirreno Luigi Pino “Faccio le mie congratulazioni a tutta la squadra di Mobilart, un’azienda associata a Confapi da quasi trent’anni e che abbiamo visto crescere e diventare l’eccellenza che è.” E conclude “Mobilart è un’azienda che ha dato e continua a dare tanto all’associazione, in termini di impegno per la rappresentanza delle imprese e come partecipazione a tutte le attività associative. Un’impresa esemplare che sono orgoglioso di  annoverare tra le associate di Confapi.”
 
 
L’Assessora Alessandra Nardini: “Sono davvero felice di tornare qui, alla viglia di Natale, per festeggiare, insieme ai componenti del CDA, ai dipendenti e alle loro famiglie, il nuovo capannone industriale di Mobilart, ad un anno dalla posa della prima pietra. Ho avuto modo di conoscere e visitare questa realtà grazie al Presidente e al Direttore di Confapi che ringrazio, e apprezzo moltissimo il legame con il territorio e l'attenzione all'occupazione dimostrata dall'azienda. Mobilart è un'eccellenza che sta portando in giro per il modo il nome e la competenza della nostra regione in questo settore e mi auguro davvero che questo ampliamento possa portare nuova occupazione, nuova buona occupazione: stabile, sicura e di qualità. Al Presidente Gasperini e ai suoi soci i miei più sinceri complimenti e auguri."
 
Anche il Sindaco di Cascina, Michelangelo Betti, non fa mancare le sue congratulazioni: "Fa piacere vedere il taglio del nastro per la nuova struttura a meno di un anno dall'avvio dei lavori di costruzione. Mobilart rappresenta un'azienda con più valori per il territorio. Da un lato mantiene lavorazioni di eccellenza nel nostro tessuto produttivo, dall'altro prosegue la tradizione della lavorazione del legno, presente da oltre un secolo e mezzo a Cascina. Infine rappresenta una sfida aziendale che ha avuto successo. L'azienda di oggi è il frutto del coraggio di un gruppo di dipendenti che si sono fatti imprenditori, riuscendo a cambiare la produzione e inserendosi in un segmento di mercato importante come l'arredo navale."
 
L’azienda quindi sta compiendo un passo audace nella direzione dell'innovazione e della crescita: un’inaugurazione che è motivo di orgoglio per l’azienda, ma anche una buona notizia per il tessuto economico Pisano e Toscano che – in un periodo di grande crisi, ricevono un segnale di speranza.
 
 
 
Contatti per la Stampa: Per ulteriori informazioni, interviste o richieste di immagini, contattare:
Giulia Baldino info@confapipisa.it

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri