none_o


L'articolo di oggi non poteva non far riferimento alla festa del SS. Crocifisso che Pontasserchio si appresta a celebrare, il 28 aprile.Da quella ricorrenza è nata la Fiera del 28, che poi da diversi anni si è trasformata in Agrifiera, pronta ad essere inaugurata il 19 aprile per aprire i battenti sabato 20.La vicenda che viene narrata, con il riferimento al miracolo del SS. Crocifisso, riguarda la diatriba sorta tra parroci per il possesso di una campana alla fine del '700, originata dalla "dismissione" delle due vecchie chiese di Vecchializia. 

. . . quanto ad essere informato, sicuramente lo sono .....
Lei non è "abbastanzina informato" si informi chi .....
. . . è che Macron vuole Lagarde a capo della commissione .....
"250 giorni dall’apertura del Giubileo 2025: le .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
di Ylenia Zambito.
Disturbi alimentari: presentato disegno di legge in Senato da parte del PD

6/2/2024 - 21:37

Disturbi alimentari: presentato disegno di legge in Senato da parte del PD
Zambito: "Urgente un provvedimento per il contrasto dei disturbi alimentari in drammatico aumento tra adolescenti e giovani in età adulta"
L'intervento della senatrice che sta seguendo l'iter a Palazzo Madama: "Risorse tagliate dall'ultima manovra di bilancio del governo Meloni"
6 febbraio 2024 - "Sul contrasto dei disturbi alimentari è necessario accelerare per dotare il Paese di una legge, ce lo dicono i dati, in drammatico aumento, e le proteste che hanno visto protagonisti gli studenti in tutta Italia nelle scorse settimane". Ad affermarlo è la senatrice Pd Ylenia Zambito.
I dati ci dicono che i disturbi del comportamento alimentare (Dca) colpiscono più di 3 milioni di persone in Italia e nella maggior parte dei casi si tratta di giovani tra i 16 ed i 25 anni. La metà soffre di anoressia, il 20,2 per cento di obesità, il 19,9 per cento di bulimia nervosa e l'1,9 per cento di Arfid, il disturbo evitante-restrittivo dell'assunzione di cibo.
"Sono numeri drammatici che richiedono con urgenza un intervento legislativo – prosegue la parlamentare –. Con il gruppo Pd al Senato ho depositato, insieme ad altre colleghe e colleghi, un disegno di legge che punta a rafforzare i sistemi territoriali di presa in carico delle persone con Dca e mira a reintrodurre le risorse tagliate con l’ultima legge di Bilancio".
"La scarsa presenza di centri specializzati e la loro non omogenea collocazione sul territorio nazionale non consente una reale, adeguata e tempestiva presa in carico di questi giovani e delle loro famiglie – spiega la senatrice dem –. Su questo si concentra la nostra proposta legislativa, prevedendo interventi sulle reti territoriali per la diagnosi precoce e la prevenzione, con campagne mirate che dovranno interessare le comunità educanti e le famiglie".
"Una iniziativa – continua a spiegare – che si è resa necessaria perché il disegno di legge proposto sul tema dai partiti di maggioranza ha invece come unico scopo l’introduzione di un altro reato, l’istigazione all’anoressia, e non tiene conto dell’importanza della sanità territoriale in questa sfida. Accanto alla prevenzione riteniamo di fondamentale importanza rafforzare la strada della giusta cultura dell’alimentazione, anche prevedendo che l’educazione alimentare arrivi all’interno delle scuole, inserendola come materia obbligatoria nei programmi di insegnamento scolastico".
"E' evidente che per perseguire tali obiettivi sia necessario partire dalla dotazione stabile di risorse economiche. Segnaliamo su questo le contraddizioni del ministro Schillaci, che prima ha tagliato le risorse nella Legge di Bilancio, adducendo la ragione di un mancato utilizzo che è stata smentita dai dati delle Regioni, e poi è tornato a finanziare il fondo nel decreto milleproroghe.

E' necessario mettere fine ai balletti e garantire fondi certi. Solo così si potrà fare un passo in avanti concreto per sostenere chi combatte la propria personale battaglia contro i Dca", conclude Zambito.






+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri