none_o


L'articolo di oggi non poteva non far riferimento alla festa del SS. Crocifisso che Pontasserchio si appresta a celebrare, il 28 aprile.Da quella ricorrenza è nata la Fiera del 28, che poi da diversi anni si è trasformata in Agrifiera, pronta ad essere inaugurata il 19 aprile per aprire i battenti sabato 20.La vicenda che viene narrata, con il riferimento al miracolo del SS. Crocifisso, riguarda la diatriba sorta tra parroci per il possesso di una campana alla fine del '700, originata dalla "dismissione" delle due vecchie chiese di Vecchializia. 

. . . quanto ad essere informato, sicuramente lo sono .....
Lei non è "abbastanzina informato" si informi chi .....
. . . è che Macron vuole Lagarde a capo della commissione .....
"250 giorni dall’apertura del Giubileo 2025: le .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
di Matteo Renzi senatore
IL NUOVO PD DI SCARPINATO E TRAVAGLIO

8/2/2024 - 21:42

IL NUOVO PD DI SCARPINATO E TRAVAGLIO


Ieri in Aula abbiamo assistito a uno spettacolo ravvicinato del terzo tipo: la grillinizzazione del PD. Non un bello spettacolo, a dirla tutta. Riavvolgiamo il nastro. Si discute di riforma della giustizia, il ddl Nordio. Purtroppo non ci sono dentro le idee di Nordio sulla separazione delle carriere o sulle responsabilità dei PM che sbagliano: ci sono solo abuso d’ufficio, traffico d’influenze e poco altro. Il poco è sempre meglio del nulla. E noi votiamo a favore delle modifiche richieste per anni dai sindaci del Partito Democratico e dal mondo dell’avvocatura. Del resto lo avevamo messo nel programma elettorale con Enrico Costa e noi non cambiamo idea rispetto al programma elettorale, nemmeno sull’elezione diretta del Premier, figuriamoci sull’abuso d’ufficio.
Sono in Aula a fare il mio dovere di Senatore quando interviene il grillino Scarpinato, già grande protagonista di alcuni processi flop a Palermo, e subito dopo il PD si accoda con il sussiegoso Bazoli che dice “Siamo d’accordo con Scarpinato”. Lo dice una volta, due volte, tre volte. Poi capisco che è una litania. Scarpinato riciancica il travagliato verbo del Fatto Quotidiano e Bazoli lo segue senza troppa fantasia. Decido di intervenire.
Chiedo la parola e spiego che di tutti i procedimenti farsa che mi hanno aperto contro l’unica cosa che non mi hanno mai contestato è l’abuso d’ufficio o il traffico di influenza. Dunque sono libero di parlare senza che nessuno la butti sul personale.

La Russa pensa di interrompermi scherzando: Per adesso, c’è sempre tempo. Gli ribatto con un sorriso che fossi in lui penserei ciascuno ai propri problemi: unicuique suum dicevano i latini. Insomma: La Russa fa lo spiritoso ma non so se gli conviene.
E poi mi meraviglio del Partito Democratico che un tempo era garantista. Persino Bazoli ai tempi della mia segreteria, era garantista: è diventato per Scarpinato adesso, ma quando si distribuivano i posti di capolista alle Politiche 2018 lui era un fervente renziano.
Per l’abolizione dell’abuso d’ufficio si sono espressi il Presidente dell’ANCI Antonio Decaro, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il Presidente di ALIA autonomie Matteo Ricci e tantissimi sindaci a cominciare da chi ne ha pagato le conseguenze come Giuseppe Falcomatà e centinaia di amministratori di tutto il PD. Contro l’abolizione si sono schierati invece Scarpinato e Travaglio. Dovendo scegliere tra i propri amministratori e Il Fatto Quotidiano il nuovo gruppo dirigente del PD sceglie Travaglio e manda al mare i propri sindaci.
Questo non è più il PD garantista e riformista, questa è la sesta stelle del grillismo.
E devo dire che alla fine non mi dispiace più di tanto. Perché almeno le cose sono chiare. Se volete l’ideologismo giustizialista potete scegliere tra Schlein e Conte. Se volete la destra potete scegliere tra Meloni e Salvini, che si sono aspirati quel che resta(va) di Forza Italia. Se volete il garantismo rimaniamo solo noi.






Fonte: Comitato Azione Civile Ritorno al Futuro Italia VIVA Giarre
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

12/2/2024 - 12:46

AUTORE:
dispetto

Siamo alle minacce ? Complimenti alla redazione, vedo che passate ottimi commenti...

11/2/2024 - 23:54

AUTORE:
Primo

....ti conviene.

11/2/2024 - 23:27

AUTORE:
Dispetto

Di due non ne fate uno. L'amico ormai lo conosciamo, scrive a caso senza sapere cosa scrive. Quello concreto meno male che c'è. Lui solo scrive commenti significati e importanti. Che dirvi, buon per voi che avete tante certezze. Attenti che la cenciata e l'anestesia arrivi a voi. Poi ne parliamo...

11/2/2024 - 11:15

AUTORE:
Amico di Enzo Rametti

Alla mia televisione Renzi disse di conoscere bene l'astioso ministro Bona-Fede Al-Fonso

Vedi/vedete i risultati di un seggio elettorale fiorentino che poi il totale fece la somma.

Renzi Matteo 61,64%
Al-Fonso Bonaf 1,61%
...................................

Elezioni Comunali Provinciali Europee 6-7 giugno

Elezioni Comunali

Riepilogo Risultati Sezione 176

Candidato Voti % Barra %Liste

GALLI GIOVANNI
101
21,77
Lista Voti % Barra %
FIRENZE CON GIOVANNI GALLI SINDACO
27
6,37

LEGA NORD
6
1,42

FIRENZE ANIMALISTA
0
0,00

CITTADINI PER FIRENZE NO TRAMVIA
2
0,47

IL POPOLO DELLA LIBERTA'
57
13,44

PENSIONATI DEMOCRATICI ITALIANI
1
0,24

CARRARESI MARCO
6
1,29
Lista Voti % Barra %
CASINI UNIONE DI CENTRO
7
1,65

RAZZANELLI MARIO
14
3,02


Lista Voti % Barra %
FIRENZE C'E'
13
3,07

BONAFEDE ALFONSO
7
1,51

Lista Voti % Barra %

BEPPE GRILLO
8
1,89

POGGI PAOLO
1
0,22

Lista Voti % Barra %
POPOLO CITTA' NAZIONE
0
0,00

LASCIALFARI MARIA detta CRISTINA
4
0,86


Lista Voti % Barra %
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
4
0,94


RENZI MATTEO
286
61,64

Lista Voti % Barra %
ITALIA DEI VALORI
11
2,59

FACCE NUOVE A PALAZZO VECCHIO
13
3,07

PARTITO DEMOCRATICO
202
47,64


COMUNISTI FIORENTINI
8
1,89

SINISTRA PER FIRENZE
7
1,65

LISTA RENZI
20
4,72

DE ZORDO ORNELLA
8
1,72


Lista Voti % Barra %

PERUNALTRACITTA'
6
1,42


SPINI VALDO
37
7,97

Lista Voti % Barra %
SPINI PER FIRENZE
10
2,36

RIFONDAZIONE COMUNISTI ITALIANI
22
5,19

SINISTRA PER LA COSTITUZIONE
0
0,00

11/2/2024 - 10:34

AUTORE:
Concreto

...vedo solo i tuoi interventi, insulsi e insignificanti.
Il ministro Bonafede di estrazione politica grillina e fiorentina,ex ministro di giustizia dal 2019, arrivò a cotanta responsabilità sulla spinta del circo mediatico e giustizialista a partire dai faffa day. Qualcuno si e' già vergognato di quegli anni, e dei proclami populisti e giustizialisti.
Ormai e' risultato evidente l' accanimento giudiziario nei confronti di M.R e dei suoi familiari.
Le accuse più eclatanti, guarda caso, sono partite tutte dal tribunale fiorentino, qualche mese dopo aver fondato Italia Viva (2019)
Al momento leggo solo di molte assoluzioni per M.R.e familiari e di condanne per diffamazione nei confronti dei suoi accusatori mediatici.
La lingua batte dove il dente duole...,vero dispetto! Ma ancora per poco, ancora un po' di pazienza e poi arriverà l' anestesia e l' estrazione, e non sarà per fartene un dispetto, e solo questione di tempo...

11/2/2024 - 1:07

AUTORE:
Dispetto

...un ne fate uno.
Sono a rimorchio ? Può anche essere, con la differenza che le cose le dico giuste mentre te spari a casaccio padellando parecchio.
Tipico di chi si abbevera la mattina alle e-news del boss.
Per l'astratto : la legge Bonafede è del 2019, ben 3 anni dopo il 2016. Gli imputati sono tutti componenti del famoso " giglio magico " tanto caro a MR. Il padre, assolto come già avevo scritto prima di te, era imputato di traffico di influenze. Guarda caso, proprio in questi giorni, la Cassazione ha annullato la condanna al pagamento di 50 mila euro per Marco Travaglio in favore di Renzi padre. Il direttore del Fatto aveva denunciato il grandissimo conflitto di interessi nell'affare Consip, dove uno faceva affari e uno faceva il PdC.
L'impianto accusatorio è talmente insufficiente che il pm ha già fatto le richieste di condanna, 22 dicembre scorso...
Buona notte

10/2/2024 - 17:52

AUTORE:
Concreto

... e' iniziata nel 2016. Il circo giustizialista di Bonafede provò a sparare su M.R. e sul "giglio magico" dell' allora PdC.Tirarono in ballo anche il padre, definitivamente assolto nel 12/2023.
Gli imputati ancora in attesa di giudizio non c' entrano con I.Viva.
E la possibile prescrizione non e' causata dai difensori degli imputati che cercano di dilatare i tempi del processo, ma da un impianto accusatorio insufficiente.

10/2/2024 - 16:21

AUTORE:
BdB

...sei anche un malfidato🤔
bona.
piesse:
...ops, era fondazione Open Non CONSIP

10/2/2024 - 15:10

AUTORE:
Dispetto

La prima cosa da fare, quando si vuol scrivere di qualcosa, è informarsi e capire quello che si legge.
La seconda è sapere che in Italia esostono tre poteri : legislativo, esecutivo e giudiziario. Un presidente del Consiglio non può e non potra mai promuovere un magistrato. E' materia per il CSM, non della politica.
La terza è che il processo Consip è ancora in corso e sono state chieste condanne per 8 persone e assoluzione per Tiziano Renzi. Ma la salvezza arriverà con la probabile prescrizione. E questo la dice lunga sul perchè Italia Viva ha voluto l'affossamento della legge Bonafede.
Quando parli di Scarpinato, uno dei magistrati più impegnati nella lotta alla mafia, fatti degli sciacqui con la malva. Idem quando parli di Occhetto.
E per finire veleggia, quando è nata Iv, 2019, l'inchiesta Consip c'era già da tre anni.
Sarà meglio che venga io a fare il redattore ?
Tranquillo, rimarrà un segreto fra me e te....

(...ops, era fondazione Open Non CONSIP)

10/2/2024 - 9:17

AUTORE:
BdB, sempre amico di Enzo Rametti

Occhetto che poi fu soprannominato L'Occhetto non a caso e per caso al tempo di tangentopoli perchè ebbe a dire: se mi arriva un avviso di garanzia non faccio come altri, mi dimetto subito.
Grantista? no. Colli-One Si!
Una Scarpinato qualsiasi volendo far fuori il maggior partito di opposizione "nielo" mandava un avviso e ciao.

...la riprova si è vista dopo anni quel che è successo con l'affare CONSIP quando un giudice fiorentino che NON fu promosso (come esso si aspettava) dal PdC Matteo Renzi il rancoroso mandò 180 agenti di polizia giudiziaria alle sette neno un quarto a sequestrare tutti i cellulari dei finanziatori della Leopolda e poi intentando una brancata di processi tutti andati acquiti ma la frittata ormai era fatta, Italia Viva veleggiava alla nascita sul 10/12% e rimase incastrata dai i MOSTRI.

10/2/2024 - 5:58

AUTORE:
Dispetto

...invece a voi garantisti andrebbe fatto un monumento. Poi si lamentano quando le troppe garanzie generano mostri...

9/2/2024 - 19:56

AUTORE:
parisse

ancora insistono con il giustizialismo...poi si meravigliano se la gente gli sputa in faccia

9/2/2024 - 19:19

AUTORE:
XXL

https://youtu.be/Ug_qiGltsmk

9/2/2024 - 17:07

AUTORE:
Bertelli

Caro Senatore ( o direttore del Riformista ? ) gradirei sapere perchè passa il suo tempo a denigrare quello che fu il suo partito. Saranno liberi nel Pd di fare la politica che vogliono o devono necessariamente chiedere a Lei ? Visto come sta messa Iv sarebbe opportuno che lei pensasse a quest'ultima, prima che una brinata fuori stagione vi bruci le poche velleità che avete.
Mi chiedo se i 23 mila e passa sindaci italiani, la pensino tutti alla stessa maniera sull' abolizione del reato di abuso d'ufficio ( beninteso la norma, se abolita, varrà anche per i digenti di ogni livello della P.A., non solo per i sindaci ) o sono solo quei pochi più in vista ?
Visto che si diverte a perculeggiare prima il Sen. Scarpinato e poi il Sen. Bazoli le riassumo quanto segue.
Il Sen. Bazoli le ha già risposto direttamente in Senato, non faceva parte della sua segreteria e nella lista delle elezioni del 2018, di cui lei ha parlato, aveva in numero 8, di certo non un capolista a quanto pare.