none_o


L'articolo di oggi non poteva non far riferimento alla festa del SS. Crocifisso che Pontasserchio si appresta a celebrare, il 28 aprile.Da quella ricorrenza è nata la Fiera del 28, che poi da diversi anni si è trasformata in Agrifiera, pronta ad essere inaugurata il 19 aprile per aprire i battenti sabato 20.La vicenda che viene narrata, con il riferimento al miracolo del SS. Crocifisso, riguarda la diatriba sorta tra parroci per il possesso di una campana alla fine del '700, originata dalla "dismissione" delle due vecchie chiese di Vecchializia. 

. . . quanto ad essere informato, sicuramente lo sono .....
Lei non è "abbastanzina informato" si informi chi .....
. . . è che Macron vuole Lagarde a capo della commissione .....
"250 giorni dall’apertura del Giubileo 2025: le .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
di Roberto Sbragia Consigliere Provinciale Forza Italia.
Fi-Pi-Li, la strada che divide ed unisce la Toscana
“non mettiamo la superstrada a pagamento”

13/2/2024 - 13:16

Fi-Pi-Li, la strada che divide ed unisce la Toscana
“non mettiamo la superstrada a pagamento”
 
            Continua acceso il dibattito sulla strada di Grande Comunicazione Firenze-Pisa-Livorno con prese di posizione pressoché totali e continue e forse unanimi sulle sue condizioni di manutenzione e sulla possibilità sempre più vicina - per noi di Forza Italia da scongiurare - di una sua messa a pedaggio.

Il mondo economico, produttivo ed anche politico continua a discutere sulla questione e noi continuiamo a ripeterlo: la Fi-Pi-Li è la principale arteria che collega e rende competitiva la Toscana permettendo ai nostri centri nevralgici di essere collegati tra di essi al fine di dare vita a  interscambi di merci alimentando l'economia e il turismo che si traduce in creazione e mantenimento di posti di lavoro. In particolar modo i centri industriali e logistici di Santa Croce, Lavoria, le città di Livorno, Pisa e Firenze, ne hanno bisogno per rimanere realtà territoriali competitive, produttive e sinergiche.

Ma quello che forse non viene compiutamente percepito è che i tanti piccoli paesi, i tanti borghi che lambiscono la Fi-Pi-Li hanno nel tempo, grazie ad essa, visto una diminuzione del traffico pesante dalle strade secondarie che proprio quei paesi attraversano, con un evidente diminuzione del rischio per le persone e conseguente riduzione dell'inquinamento dei nostri paesi.

Viene da domandarsi cosa succederebbe se improvvisamente la Fi-Pi-Li fosse messa a pedaggio.

Probabilmente – ma ne siamo sicuri - il traffico di piccola percorrenza, da casello a casello, si riverserebbe immediatamente nelle strade secondarie e per le lunghe distanze il costo del pedaggio si trasferirebbe subito sul prezzo finale delle merci a discapito di competitività delle nostre aziende e dei posti di lavoro che sono in grado di garantire.

Come Consigliere Provinciale, già nel mese di novembre avevo presentato una mozione per chiedere che la FiPiLi rimanesse gratuita. Mi auguro che anche il Partito Democratico, al momento del voto in Consiglio Provinciale, segua la nostra proposta e chieda alla Regione Toscana di non mettere a pagamento la strada di Grande Comunicazione Firenze Pisa Livorno.

Ricordiamoci che le elezione regionali sono ormai alle porte ed auspichiamo che il prossimo candidato alla carica di Presidente della Regione Toscana sia chiaro con i cittadini e scriva al primo punto del  programma di mandato se vuole proseguire su questa strada, ovvero mettere la Fi-Pi-Li a pagamento o meno: i cittadini lo devono conoscere prima di recarsi alle urne.

I cittadini toscani, le aziende, il sistema turistico e logistico ne hanno assoluto bisogno per affrontare assieme il futuro lasciando la superstrada senza pedaggio.

Noi di Forza Italia continueremo con il nostro impegno affinché la Fi-Pi-Li rimanga gratuita.
 
            Roberto Sbragia Consigliere Provinciale Forza Italia.
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri