none_o

Nei giorni 26-27-28 aprile verranno presentati manufatti in seta dipinta: Kimoni, stole e opere pittoriche tutte legate a temi pucciniani , alcune già esposte alla Fondazione Puccini Festival.Lo storico Caffè di Simo, un luogo  iconico nel cuore  di Lucca  in via Fillungo riapre, per tre mesi, dopo una decennale  chiusura, nel fine settimana per ospitare eventi, conferenze, incontri per il Centenario  di Puccini. 

#NotizieDalComune #VecchianoLavoriPubblici #VecchianoSport
none_a
Pisa, 17 marzo
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
. . . quello che si crede sempre il migliore, ora .....
. . . la merxa più la giri, più puzza e te lo stai .....
. . . camminerebbe meglio se prima di fare il tetto .....
Ad un grosso trattore acquistato magari con l'aiuto .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
Pisa, 25 febbraio
"CantinaJazz - que syrah syrah"

20/2/2024 - 15:32


Domenica 25 febbraio alle 21:30 al cinema-teatro Lumiere (vicolo del Tidi 6, Pisa), CantinaJazz taglia il traguardo dei 23 anni!

E per il futuro? “que syrah syrah”!

Infatti festeggia il compleanno omaggiando un’uva molto particolare, antichissima e rinomata, capricciosa quanto basta per dare risultati eccellenti solo in pochi angoli del pianeta, tra i quali, per fortuna, c’è la Toscana.

 

Nella prima assoluta del 2001, CantinaJazz presentò uno stupendo syrah, uno di pochi in Toscana all’epoca e forse l’unico della provincia di Pisa: il Varramista, che torna a riproporre a 23 anni di distanza, più potente e suadente che mai.

In questi 23 anni hanno visto la luce altri syrah pisani, vini incantevoli e dalle personalità molto diverse; in questo appuntamento incontriamo tre campioni di altrettante tipologie: il syrah rosato e fresco (di Torre a Cenaia), quello giovane e sbarazzino (della Fattoria Uccelliera) e infine quello invecchiato e potente (il Varramista).

Come nei precedenti eventi al Lumiére, avremo in parallelo degustazioni di formaggi (di Maria Castrogiovanni), di salumi (del Salumificio Rosi), e di pane (della Casa del Pane di Gori).

E per chiudere in bellezza, le note aromatiche, vegetali ed esotiche dell’Amaro da Pisa del Malloggi e del Caffè Trinci.

 

Una serata che gioca molto sulle speziature e in particolar sul pepe, nota caratteristica del syrah.

E pepate saranno anche le musiche, affidate a un quintetto d’eccezione, dove incontriamo artisti fenomenali come Andrea Garibaldi al piano, Nino Pellegrini al contrabbasso, Marco Simoncini alla batteria, Michela Lombardi alla voce, che duetterà con un sassofono al suo debutto sul palco di CJ: quello di Stefano Franceschini!

 

Ma veniamo ai dettagli: si parte da un syrah delicato, il Cenaja Rosato 2020, fresco e fragrante, vinificato in rosato da Torre a Cenaja. Un rosato di spessore, dove la freschezza si lega alla speziatura in modo armonico, decisamente interessante, che verrà accompagnato dalla salamella dolce del Rosi con la Caciotta fresca di Maria e col Pane Casalingo del Gori.

 

Proseguiamo poi con in “7Dieci 2022” della Fattoria Uccelliera, per conoscere un syrah giovane, che, pur essendo vinificato in rosso e di spessore, offre però delle note sbarazzine e giovanili che lo rendono di prontissima beva.

Nel piatto degustiamo un capocollo selezionato del Rosi con il Pane integrale, del Gori.

 

Nell’ultima tappa del syrah ritroviamo il Varramista, ovvero un syrah di gran corpo, con tutte le speziature varietali e notevoli sentori terziari, dato il lungo invecchiamento.

Questo verrà abbinato al Salame toscano al pepe del Rosi, al Caprino speziato di Maria e al Pane di Lievito Madre del Gori: un trittico di sapori genuini e prorompenti, per stare al pari con la forza del vino.

 

In chiusura, note aromatiche, vegetali ed esotiche: l’Amaro da Pisa del Liquorificio Malloggi e la Miscela Oro del Caffè Trinci.

 

La cura dei vini è affidata, come sempre, ai sapienti sommelier della delegazione AIS-Pisa e la presentazione al delegato, Alessandro Balducci.

La presentazione dei formaggi è invece a cura di Marco Franchini, delegato ONAF-Pisa.

 

La Quota di partecipazione, onnicomprensiva e non frazionabile: 30 euro/persona.

 

Prenotazione obbligatoria dalla pagina dell'evento: 

www.cantinajazz.com 

 

Per segnalare problemi nella prenotazione o per ulteriori informazioni, chiamare/whatsapp il 320 878 7288

 

CantinaJazz invita tutti gli amanti del vino e della musica a brindare ai 23 anni trascorsi e ai prossimi 23 da scoprire, naturalmente continuando a “degustare la musica e ascoltare il vino!”

 

Questo evento è stato realizzato grazie al fondamentale sostegno della Fondazione Pisa e al supporto di IPWebSite.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri