none_o

Nei giorni 26-27-28 aprile verranno presentati manufatti in seta dipinta: Kimoni, stole e opere pittoriche tutte legate a temi pucciniani , alcune già esposte alla Fondazione Puccini Festival.Lo storico Caffè di Simo, un luogo  iconico nel cuore  di Lucca  in via Fillungo riapre, per tre mesi, dopo una decennale  chiusura, nel fine settimana per ospitare eventi, conferenze, incontri per il Centenario  di Puccini. 

#NotizieDalComune #VecchianoLavoriPubblici #VecchianoSport
none_a
Pisa, 17 marzo
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
. . . quello che si crede sempre il migliore, ora .....
. . . la merxa più la giri, più puzza e te lo stai .....
. . . camminerebbe meglio se prima di fare il tetto .....
Ad un grosso trattore acquistato magari con l'aiuto .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
Avane, 24 febbraio
AVORIO ROSSO di Caterina Corucci
Un caffè in casa MdS

20/2/2024 - 17:49


Satato 24 febbraio, alle ore 17 presso la sede di MdS Editore, in via di Bruceto 12 ad Avane, Sandro Tomasello intervista Caterina Corucci, autrice del romanzo Avorio rosso per accompagnarci alla scoperta di questo nuovo romanzo che ha entusiasmato il gruppo di lettura di MdS.

 

A seguire tisane e pasticcini, vi aspettiamo.

 

È richiesta la prenotazione al 3285461837 o tramite mail a info@mdseditore.it

 

IL LIBRO

Pagina dopo pagina assistiamo a qualcosa che ci consegna gli echi di un’antica usanza tribale, e che tutto chiarisce e svela.

Avorio rosso è più di un romanzo di formazione, è la storia di un’integrazione mancata fra mondi che si vogliono inconciliabili, e un riscatto definitivo da una posizione di minorità.

Una scrittura avvincente di assoluta qualità letteraria che lascia aperto il dubbio se la realizzazione umana della protagonista avrebbe potuto essere più completa e diversa qualora l’integrazione fosse avvenuta in condizioni normali: quelle condizioni auspicate da molti ma negate nella realtà.

Un romanzo, quello di Caterina Corucci, anche politico e sociale che non ci priva però del piacere della lettura. 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri