none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
. . . non siamo sui canali Mediaset del dopodesinare .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Associazione Nicosia nostra . FESTA DI PRIMAVERA. Camelie, storie, sogni.
Sabato 16 marzo 2024, ore 18.00
chiesa di sant'Agostino a Nicosia

21/2/2024 - 22:41



Associazione Nicosia nostra
 
FESTA DI PRIMAVERA. Camelie, storie, sogni.
 
Sabato 16 marzo 2024, ore 18.00
chiesa di sant'Agostino a Nicosia
 
Domenica 17 marzo 2024, dalle 10.00 al tramonto
nel borgo ai piedi del convento di Nicosia tra vicoli e giardini
Calci, Pisa
 
INGRESSO LIBERO
 
Un sogno è qualcosa di prezioso. Un sogno è qualcosa di intimo. Un sogno è qualcosa di condiviso.
Quali sono i nostri sogni?
 
I sogni, assieme alle camelie e alle storie, saranno i protagonisti dell'annuale appuntamento primaverile che vede Nicosia e i suoi dintorni protagonisti d'eccezione.
L'evento infatti, dal titolo “Festa di primavera. Camelie, storie, sogni”, desidererà dare spazio, oltre alle camelie, anche alle tante storie e ai tanti sogni legati al convento, al territorio, alle relazioni, alla comunità. E sarà anche l'occasione per festeggiare i venti anni di attività dell'associazione.
 
La festa aprirà i battenti sabato 16 marzo alle ore 18.00 a Nicosia, nella chiesa di sant'Agostino, con un momento condiviso allietato dal concerto della premiata Filarmonica di Calci. In questo contesto sarà inoltre inaugurata l'esposizione “L'uomo che sognava i leoni. La storia del pittore Ernest Verner a Nicosia di Calci”.
 
Domenica 17 marzo, dal mattino al tramonto, la festa “scenderà a valle”: una festa itinerante e diffusa lungo via Centofanti, tra vicoli, piazzette e giardini gentilmente messi a disposizione da privati. Una bellissima occasione per gustare angoli e spazi meravigliosi solitamente chiusi.
In questo scenario ci faranno compagnia le camelie, i giochi, le mostre, il grande pic-nic, le passeggiate guidate, le installazioni diffuse, i laboratori per grandi e piccini, il gioco “Una camelia tira l’altra”, “Un bouquet per l'Acli” e altro ancora per festeggiare insieme la primavera, nel suo significato più profondo di rinascita.
 
Con questa festa desideriamo costruire insieme un racconto sui tanti “sogni” e sulle tante “storie” che viviamo tutti i giorni e che ci legano al territorio: per questo chi vorrà potrà prendere parte a una installazione collettiva che correrà lungo la strada principale della festa. Per dire insieme quanto sia bello e importante esserci e far parte di una storia condivisa fatta di luoghi che amiamo, di relazioni, di valori, di comunità.
 
Il ricavato della giornata, tolte le spese, sarà finalizzato al recupero dell'Acli di via Centofanti: perchè possa, un giorno non lontano, tornare a essere spazio aperto per tutta la comunità.
 
Vi aspettiamo. Come sempre, sarete i benvenuti!
 
 
PROGRAMMA
 
16 marzo 2024
ore 18.00
Apertura della festa, inaugurazione esposizione “L'uomo che sognava i leoni. La storia del pittore Ernest Verner a Nicosia di Calci” e anniversario dei 20 anni dell'associazione. Concerto della premiata Filarmonica “G. Verdi” di Calci, chiesa di Nicosia.
 
17 marzo 2024
dalle ore 10,00 al tramonto, borgo di Nicosia
 
ITINERARI
alla scoperta del territorio di Nicosia
 
ore 10.00
“Un luogo da sogno: la fattoria di Crespignano”, itinerario a cura di Ferruccio Bertolini, Compagnia di Calci (durata due ore)
 
ore 10.30
“Il complesso di Sant’Agostino di Nicosia: alla scoperta del passato per sognarne il futuro”, itinerario a cura di Elisa Renieri
 
ore 11.30
“Storie di erbe dei nostri campi”, passeggiata dedicata al riconoscimento e all'uso delle erbe spontanee a cura di Maurizio Gioli, associazione inFestanti
 
 
 
ore 14.30
“Il sogno di un parco per diffondere la conoscenza e la cura del territorio: il Parco della Ricordanza”, itinerario a cura dello Sportello di Agroecologia APS (partenza dal parcheggio di Montemagno, durata due ore)
 
ore 15.00
“Piccoli grandi sogni nei giardini del borgo di Nicosia”, itinerario a cura di Ferruccio Bertolini, Compagnia di Calci
 
ore 15.30
“Il complesso di Sant’Agostino di Nicosia: alla scoperta del passato per sognarne il futuro”, itinerario a cura di Elisa Renieri
 
ore 16.00
“Il sogno della Connessione con la Natura: meditazioni in movimento, scambi energetici con gli alberi, Qi Gong e Yoga gentile tra gli olivi”, itinerario a cura di Barbara Caleo, Padma Yoga
 
ore 16.30
“Stanotte ho sognato Nicosia”, visita guidata a cura di City Grand Tour (durata un'ora)
 
Gli itinerari partono tutti dall'Acli in via Centofanti (tranne dove diversamente indicato), si svolgono su strada e su sentiero e hanno una durata di circa un'ora e mezzo (tranne dove diversamente indicato). Non occorre prenotazione. Si prega di essere puntuali e di indossare un abbigliamento idoneo.
 
LABORATORI e CHIACCHIERATE
che invitano ad approfondire il legame tra l’uomo e la natura
 
dalle ore 10,00 alle ore 18,00
“Facciamo volare i nostri sogni”, laboratorio per bambini a cura di Metis - Gufelfo Educazione e Natura
 
ore 10,00-13,00 e ore 15,00-18,00
“Animali da sognare e sogni da coltivare. Giochi, natura e facepainting”, attività per bambini a cura del Museo di Storia Naturale dell'Università di Pisa
 
dalle ore 11,00 alle ore 13,00
“Il mandala della camelia. Storie, magie, sogni”, laboratorio creativo per adulti a cura di Lucia Castro, Thesan Arte per la Vita APS. Informazioni e prenotazione obbligatoria 3379738335
 
ore 11.00 e ore 16.00
“Le rocce: un libro aperto con milioni di anni di storia”, laboratorio per adulti e bambini a cura di Francesca Meneghini
 
ore 17.00
“Chiacchiere con il pittore di Nicosia: piccole storie di Verner e della sua leonessa Sciù Sciù”
 
-
 
dalle ore 12,00
PIC-NIC
Pranzo libero nel prato di villa Borghini
Sdraiarsi, mangiare, bere, ridere, chiacchierare. Profumo di natura, di primavera, di giornate che si allungano e di pic-nic. Portate cibi e tovaglie, bicchieri e posate. Torte, birra e caffè li troverete alla festa!
 
-
 
nel pomeriggio
La Sbandata Marching Band
 
per tutta la giornata
“Camelie, camelie e camelie”
“Un bouquet per l’Acli”
Gioco “Una camelia tira l'altra”
Esposizione “L'uomo che sognava i leoni. La storia del pittore Ernest Verner a Nicosia”
Esposizione “La storia dell’Acli”
Esposizione “Nicosia attraverso gli occhi della scuola primaria V. Veneto di Calci”
Installazione “Ti racconto una storia lunga vent'anni”
Torte, birra e caffè
 
-
 
con il patrocinio del
Comune di Calci
 
con la collaborazione di
Comune di Calci, Museo di Storia Naturale - Università di Pisa, Unità pastorale della Valgraziosa, Venerabile arciconfraternita di Misericordia - Calci, Premiata Filarmonica “G. Verdi” di Calci, inFestanti, Sportello di Agroecologia, Compagnia di Calci, Metis - Gufelfo, Fiab Pisa, City Grand Tour, Thesan Arte per la Vita, Padma Yoga, la Sbandata Marching Band, Agriturismo villa Buieri, Il Molendino, Fattoria di Crespignano, villa Borghini, famiglia Adami, famiglia Pratesi Battaglini, SOS Il profumo dei fiori, Il giardino di Paola, La bottega di Tommy, Birrante, panificio Valgraziosa, pasticceria Andreoni, bar Del Carlo, panetteria Pane e dintorni, Panetteria calcesana, Il pozzo di San Vito, circolo La Corte, Walter Tozzini geometra, Maria Luigia Guidi, CNGEI sezione Scout di Pisa APS, Associazione nazionale vigili del fuoco del corpo nazionale, scuola primaria “V. Veneto” di Calci.
 
Un grazie di cuore a tutte quelle persone che collaborano in vario modo e con grande disponibilità ed entusiasmo alla riuscita della festa.
 
-
 
Come arrivare
Il paese di Calci si trova alle pendici del Monte Pisano, a circa 10 km da Pisa.
Per chi proviene dall’autostrada A12 Genova-Livorno l’uscita consigliata è Pisa centro; per chi proviene dalla superstrada Fi-Pi-Li l’uscita consigliata è Navacchio.
Da Calci seguite le indicazioni per località Nicosia.
Arrivati in zona parcheggiate l'auto e godetevi a piedi gli spazi della festa, a cui è possibile accedere dagli ingressi posti in via Centofanti.
 
Per maggiori informazioni
associazione Nicosia nostra
via Dante 10 - 56011 Calci (Pisa)
tel. 3401022404 - 3483156206
nicosianostra@gmail.com
pagina fb: associazione Nicosia nostra
profilo ig: associazione_nicosianostra
 
-
 
L'associazione Nicosia nostra nasce nel 2004.
Tutelare e valorizzare il complesso di Nicosia è uno degli scopi primari, con l’intento importante di ristabilire quel legame storico, culturale e soprattutto affettivo che esisteva un tempo tra il convento e gli abitanti della zona.
Tra le attività per tenere alta l'attenzione, far conoscere e sottrarre al degrado, all’abbandono e agli atti vandalici il complesso, ci sono le opere di bonifica e di pulizia, le manifestazioni ludiche e culturali, la ricerca di documenti e testimonianze tesi alla ricostruzione storica degli ultimi anni del convento e di quello che ha rappresentato per la comunità, la collaborazione con associazioni locali, enti pubblici e privati, la progettazione e realizzazione di materiali divulgativi come cd-rom, dvd, video e libri su Nicosia, con il fine di ridare vita al convento, rendendolo di nuovo protagonista del suo territorio.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri