none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
. . . non siamo sui canali Mediaset del dopodesinare .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Pubblica Assistenza s.r. Pisa
Affollata cerimonia, alle 11,00 di sabato mattina 02 marzo 2024

2/3/2024 - 14:59

Affollata cerimonia, alle 11,00 di sabato mattina 02 marzo 2024, alla Pubblica Assistenza s.r. Pisa ODV in via Bargagna n. 2 .
        Presenti Volontari e Volontarie , Dirigenti di Associazioni di Volontariato con Autorità civili: Comune di Pisa Assessora Giovanna Bonanno, Sindaco di San Giuliano Terme Sergio Di Maio, Sindaco di Vecchiano Massimiliano Angori e Don Lorenzo - parroco della Chiesa della Sacra Famiglia, il Presidente di ANPAS Toscana Dimitri Bettini ed il Coordinatore di ANPAS  Zona Pisana Graziano Pacini.
          Ringrazio tutti i presenti ed in particolare tutti i volontari - ha esordito il Presidente Betti; oggi siano in tanti e per una occasione veramente importante, per noi entusiasmante. Certamente non capita così spesso come invece sarebbe necessario, di inaugurare tre nuovi automezzi da utilizzare per le nostre attività.
          Un serie di concomitanze ha portato a questa mattina in cui inauguriamo:
·       un pulmino per il trasporto di persone diversamente abili; per trasporti in convenzione con la S.d.S. ma anche in convenzione con Paim;
·       una nuova ambulanza per i servizi di trasporto di emergenza - urgenza attivati dalla centrale di emergenza 112;
·       un nuovo mezzo 4x4 per attività di PC e AIB per attività convenzionate con Regione, Comuni dell'area ma anche, in caso di calamità, per interventi di emergenza e soccorso alle popolazioni.
          Giusto per chiarire, sottolinea Betti, il pulmino fu ordinato oltre 18 mesi fa e l’ambulanza – anch’essa ordinata da tempo, sostituirà un mezzo ormai vecchio per garantire servizi efficaci ed in sicurezza mentre il mezzo di PC e AIB è arrivato grazie ad un progetto co-finanziato con ANPAS Toscana; progetto per il quale è doveroso ringraziare il presidente Bettini ed in particolare Marco Agostini già consigliere della nostra Associazione e, adesso, in direzione di ANPAS Toscana.
          Una occasione speciale per i gruppi dirigenti della PAPisa eletti alle elezioni del 2020 considerato che il mandato è in scadenza e che nei giorni 7, 8, 9, 10 marzo pv si svolgeranno le nuove elezioni della Pubblica Assistenza sr Pisa ODV:
·       Consiglio Direttivo
·       Collegio dei Probiviri
·       Comitati delle Sezioni territoriali.
Al riguardo, permettetemi una considerazione: mai avrei sperato e nemmeno immaginato a fine maggio 2020 di arrivare a questa mattinata considerato che, quando finalmente insediammo i nuovi gruppi dirigenti eletti dai soci con le elezioni del 2020, eravamo appena usciti dal lockdown per la pandemia da Covid, con costi esplosi causa innumerevoli attività ordinarie e straordinarie fatte in quel periodo e rilevanti preoccupazioni per il futuro.
          Grazie però al costante impegno di Volontari e Dipendenti e al sostegno dei Soci abbiamo superato anche gli scossoni successivi causati da ripartenze della pandemia, ripreso le attività e comunque assicurato alle nostre comunità la vicinanza solidale che rappresenta un pezzo importante della qualità della vita delle persone, un aiuto insostituibile per quelle più fragili.
          Un impegno quotidiano, determinato e solidale, frutto dell'impegno dei ns dipendenti ma soprattutto di Volontarie e Volontari e dell’apporto di Ragazze e Ragazzi del S.C.U. (servizio civile universale), che ci ha permesso di effettuare nel 2023:
v oltre 18.000 servizi di trasporto di cui circa 7.500 servizi di emergenza e circa 10.500 servizi di trasporto sociali e/o ordinari; per questi servizi, i nostri automezzi nel corso del 2023, hanno percorso oltre 330.000 km ;
v circa un migliaio di pacchi alimentari consegnati a famiglie in difficoltà;
v mantenere aperte otto sedi territoriali - frequentate complessivamente da oltre 240-250.000 persone - in cui Soci e Cittadini trovano i servizi di salute vicini ai loro bisogni; servizi e risposte di cui le persone hanno quotidianamente bisogno. Sedi della Associazione a Migliarino, Arena Metato, Pontasserchio, Gello, S.Giuliano, Asciano, Campo, Riglione oltre la sede in via Bargagna e due basi operative di PC  e AIB;
v rispondere e gestire complessivamente, con la disponibilità e pazienza dei ns volontari, oltre 150.000 telefonate con relative richieste, urgenze e, purtroppo, anche ricorrenti “rimostranze” o peggio;
v rispondere "presenti" con squadre di Volontari equipaggiate e formate per interventi di emergenza sia a Campi Bisenzio che qui a Marina di Pisa in occasione delle inondazioni di inizio novembre us, replica purtroppo di quanto già accaduto in precedenza in Romagna,
e molto di altro ancora con disponibilità e quotidiano impegno
Oggi, nuovi e vecchi bisogni stanno crescendo molto rapidamente causa pandemia e ricadute socio-economiche di guerre in Ucraina e Palestina. E’ preoccupante si ritenga la presenza - vicinanza del volontariato garantita anche nel futuro. Non è così, nel tempo in cui crescono egoismi, populismi, c’è bisogno di tutti e tutti possono dare una mano poichè niente di ciò che servirebbe se ci trovassimo in difficoltà è garantito.
Dal 1886 vicini alle comunità, noi vogliamo esserci ancora consapevoli che …….. nessuno si salva da solo  

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri