none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Pisa, 12 marzo
Benvenuti all’Arsenale: secondo appuntamento con il regista Paolo Benvenuti

9/3/2024 - 16:20

Benvenuti all’Arsenale: secondo appuntamento al Cineclub
con la rassegna dedicata alle opere del regista Paolo Benvenuti.
In sala martedì 12 marzo il film Gostanza da Libbiano
 
https://www.arsenalecinema.com/contenitori/gostanza-da-libbiano
 
Martedì 12 marzo I ore 20,30
CINECLUB ARSENALE
Vicolo Scaramucci, 2 I Pisa
  
Prosegue al Cineclub Arsenale di Pisa Benvenuti all’Arsenale, la rassegna dedicata al regista pisano Paolo Benvenuti.

Dopo la proiezione della versione restaurata del film Puccini e la fanciulla, martedì 12 marzo (ore 20,30) in sala arriva Gostanza da Libbiano. 

Il film sarà introdotto da Benvenuti e da Adriano Prosperi, docente emerito di storia moderna dell’Università di Pisa e della Scuola Normale Superiore.
 
Ambientato nel 1594 a San Miniato, nel Ducato di Toscana, la pellicola ha per protagonista una contadina che esercita da sempre il mestiere di guaritrice.

Le sue gesta arrivano alle orecchie delle autorità ecclesiastiche locali che, dopo una breve istruttoria, si convincono che la donna pratichi la stregoneria.

Incarcerata, viene affidata alle cure del reverendo Roffia e di padre Porcacchi, che intendono farla confessare.
 
Il prossimo appuntamento con Benvenuti all’Arsenale è in calendario il martedì 26 marzo (ore 20,30) con la proiezione del restauro di Segreti di Stato.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri