none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
MORTE PESCINI, GALLETTI E NOFERI (M5S):
none_a
di Gianluca Gambini
none_a
LISTA FORZA ITALIA - NOI MODERATI - PLI COMUNICATO STAMPA
none_a
Dichiarazione della candidata a Sindaco di San Giuliano Terme Ilaria Boggi.
none_a
A cura di Annalisa Girardi
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
none_o
VILLA BOCCA - RIGOLI
di Agostino Agostini e Sandro Petri

9/3/2024 - 16:39

A completamento del breve ciclo di articoli di Agostino Agostini sulla storia del Castello di Vecchiano, una nota sulla famiglia Bocca, che collega il periodo precedente degli  Orlando con quello successivo degli Agostini.
Un puzzle storico che ripercorre le vicende del nostro territorio.
Nelle foto la mappa della Villa. 
 
Villa Bocca - Rigoli
di Agostino Agostini
 
I Bocca, ultimi feudatari di Vecchiano, abitavano una villa accanto alla pieve di Rigoli nel cinquecento ed erano proprietari dei terreni circostanti.
La villa esiste ancora ed è conosciuta come Castelletto.
In foto la mappa della proprietà.
 
Ludovico Agostini sposa Margherita Bocca (Sec. XVII) che porta la villa (detto Castelletto) in dote.
 
I Bocca di Pisa furono i discendenti degli Orlandi, che possedevano il castello di Vecchiano (conquistato ai Pagano Eburiaci) dove risiedeva un “drago” (serpente alato), ucciso da Nino Orlandi nel 1109 nella selva palatina di Migliarino (oggi tenuta Salviati).
Margherita Bocca era figlia di Giuseppe, da cui il padre di Galileo, Vincenzo Galilei, prese in affitto la casa in via Mercanti (attuale civico 41), pagando anticipatamente una annualità, l’8 luglio 1564 allo Stile Comune (1563 allo Stile Pisano).
 
Giuseppe Bocca, era fratello di Ranieri Bocca, glossatore dei costituti pisani e sottocollettore della Camera Apostolica nelle diocesi di Pisa e di Antonino Bocca, colonnello di Cosimo I contro Siena e gli Strozzi.
 
Era inoltre un importante membro dell'Accademia pisana degli Svegliati che (molto probabilmente) introdusse Vincenzo Galilei in questa Accademia neoplatonica.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri