none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
MORTE PESCINI, GALLETTI E NOFERI (M5S):
none_a
di Gianluca Gambini
none_a
LISTA FORZA ITALIA - NOI MODERATI - PLI COMUNICATO STAMPA
none_a
Dichiarazione della candidata a Sindaco di San Giuliano Terme Ilaria Boggi.
none_a
A cura di Annalisa Girardi
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
STRUTTURE SANITARIE SUL NOSTRO TERRITORIO

9/4/2024 - 8:19

 
Non è facile invecchiare senza acciacchi; il corpo cambia forma, la pelle ha nuovi solchi e più grinze. E non solo.
La giovinezza si sta allontanando e questa nuova età mi trova con il fiato più corto, con i capelli bianchi, con le gambe gonfie, con le articolazioni che hanno fatto spazio all’artrosi. Il confronto con le mie amiche non mi consola, e a questa età invece di parlare di scorrazzate, di avventure e magari di uomini ci scambiamo nomi di medici, specialistici, medicine e terapie.
Eppure conduco una vita non sedentaria, passeggio spesso e non mi considero trascurata. Ma gli anni passano e il corpo si consuma.
Alcuni giorni fa all’improvviso, mentre stavo camminando, il mio ginocchio sinistro ha fatto degli strani rumori; cric, croc, crac, seguiti da un dolore fortissimo e dalla sensazione che quel ginocchio non potesse più reggere il mio corpo. Ho pensato si fosse rotto!. Camminare da quel momento è diventato difficile e doloroso.
 
Ho chiamato il mio medico che mi ha prescritta la Risonanza Magnetica da fare subito per avere una diagnosi precisa sullo stato dei legamenti del ginocchio per stabilire una adatta terapia.
 
Con l’impegnativa che intanto mi ero fatta fare dal medico ho telefonato al Cup per prenotare la Risonanza Magnetica ma mi hanno detto che non accettavano prenotazioni perché per il 2024 i macchinari della RM erano già tutti impegnati.
Mi sembrava impossibile visto che era solo febbraio; ho pensato ad un errore, non ho creduto alla centralinista così alle ore 7.30 della mattina dopo, con opportuna ginocchiera di contenimento e un bastone per appoggiarmi, mi sono presentata al Cup presso l’ospedale Santa Chiara, dove mi hanno confermato “non sappiamo quando sarà possibile farle fare questo esame, faccia dei tentativi tornando qui ogni 3/4 giorni la mattina presto alle 7.30”.
E come faccio? dove parcheggio? Mi sono sentita abbandonata e il ginocchio dolorante mi fatto capire che ero nel presente.
Dopo qualche giorno sono tornata al Cup già un po’ sfiduciata e scopro che niente intanto è cambiato. La mia lamentela riguardo il cattivo funzionamento del sistema sanitario pubblico che ci costringe a rivolgerci a strutture private (sempre se ne abbiamo la possibilità economica) provoca il consenso immediato della operatrice che tutti i giorni è costretta a toccare con mano quanto io sto descrivendo: ma né io né lei possiamo risolvere in quel momento la mia situazione che di giorno in giorno sta diventando sempre più urgente.
 
E mi domando quante persone siano nella necessità di fare visite e esami privatamente. L’alternativa non può essere non curarsi, non fare niente per la propria salute!!! È una insopportabile ingiustizia a carico anche di una categoria di persone economicamente già tartassate dal sistema contributivo italiano.
 
Ma nonostante tutto sono anche privilegiata perché ho una pensione mensile. E con queste riflessioni ben salde nella mia mente   mi sono attivata: ho fatto mediante la rete del passaparola con le mie amiche e conoscenti un censimento di località vicine con strutture private dove si può fare la Risonanza Magnetica e ho trovato; Navacchio, Pontedera, Lucca, Viareggio, Capannoli. Il prezzo è simile, il tempo di attesa è di circa 15/20 gg ma la distanza di questi luoghi da casa mia mi è sembra troppa.
 
Intristita, sfiduciata ho chiesto ancora alle mie amiche di cui alcune non guidano o lo fanno malvolentieri, se potevano informarsi ancora…così sono arrivati i seguenti recapiti.
Nel mondo la rete del passaparola continua ad essere il miglior modo di avere notizie, specie tra donne..
 
Così ora so che esiste anche il Centro Medico Diagnosi in Tempo di San Giuliano e il Centro Medico Le Logge di Orzignano, dove l’appuntamento per effettuare Risonanza Magnetica Aperta viene dato entro 2 giorni e ora so inoltre che in questi centri medici si eseguono tanti e tanti altri esami. In oltre hanno a disposizione medici di varie specializzazioni.
 Il tutto naturalmente a pagamento essendo queste strutture private.
A questo punto la mia ansia ha lasciato il posto alla contentezza di poter fare la Risonanza Magnetica qui vicino a casa mia, senza troppi scombussolamenti e senza dover chiedere niente a nessuno anche perché tutte e tutti siamo alle prese con molte situazioni da gestire. Il mio desiderio di indipendenza non è stato mortificato…
 
Con questa storia volevo solo comunicare a chi legge che sul nostro piccolo territorio ci sono risorse inimmaginabili così preziose da volerle condividere con tante persone.
 
Le statistiche riportano che in Italia vivono più persone anziane che giovani, un dato per ora stabile che ci costringe tutte e tutti ad avere bisogno continuamente di soluzioni vicine e facili da contattare e raggiungere sia per i servizi sanitari che sociali.
 
Proposta/censimento/appello
Diffondiamo usando per quel che è possibile i nostri modi di informazione nomi di luoghi dove abbiamo verificato l’esistenza di strutture private a cui rivolgersi in caso di impossibilità di usufruire dei servizi e delle strutture pubbliche.
Chi conosce servizi che possono essere utili a chi è in difficoltà motoria psicologica…può informare altri/e. Impariamo a condividere informazioni di servizio di utilità per la comunità. Esistono cooperative, associazioni che a pagamento fanno questo servizio ma vediamo se è possibile evitare di spendere danaro anche solo per avere delle informazioni.

Usiamo il nostro giornale online della Voce del Serchio per comunicare ciò che riteniamo importante anche per la nostra salute.

Paola Magli

 

 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

9/4/2024 - 13:36

AUTORE:
AUTRICE Tina

Conosco uno dei due centri per averne usufruito nella bisogna e, a parte il tempo record e la comodità della vicinanza, sinceramente...