none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
MORTE PESCINI, GALLETTI E NOFERI (M5S):
none_a
di Gianluca Gambini
none_a
LISTA FORZA ITALIA - NOI MODERATI - PLI COMUNICATO STAMPA
none_a
Dichiarazione della candidata a Sindaco di San Giuliano Terme Ilaria Boggi.
none_a
A cura di Annalisa Girardi
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
tre pareggi.Terza categoria manca una partita
vittoria Filettole Migliarino KO in casa
prossimo turno: un minuto di silenzio per la morte di Mattia Giani

18/4/2024 - 20:15

Il calcio di categoria della Val Di Serchio. Parliamone per conoscerlo meglio

 

Di Marlo Puccetti

Per il San Giuliano fa notizia anche abbia pareggiato
Il Migliarino spreca e ancora una volta viene punito negli ultimi minuti.
Il Pontasserchio gioca bene ma è spreciso nei tiri in porta.
Il Pappiana con un arbitro a digiuno del regolamento è costretto al pareggio
Il Filettole finalmente in casa ritrova la vittoria
 
Su tutti i campi concesso un minuto di silenzio per ricordare le vittime dello scoppio della centrale Idroelettrica di Suviana (sette morti fra cui un ragazzo pisano).
 
Per il San Giuliano fa clamore persino un pareggio, quello ottenuto per 3 a 3 contro il Ponsacco .E’ il secondo di tutta la stagione. Al 20° sono andati in vantaggio i termali con Doveri e così è finito il primo tempo. Nella ripresa i ponsacchini hanno pareggiato per un increscioso autogol e poi hanno ribadito in porta portandosi in vantaggio. Opportuna l’entrata in campo di Ghelardoni ormai abituato al gol. In cinque minuti ha realizzato due reti per il vantaggio temporaneo. Poi a pochi minuti dalla fine in una mischia i padroni di casa riuscivano a pareggiare. Domenica saranno in trasferta a Selvatelle che al di là del punteggio si potrebbe definire uno scontro al vertice.
 
Per il Migliarino vale la massima "Nemo Profeta in Patria". E’ alla terza sconfitta consecutiva in casa dopo aver perso il confronto con Il San Macario Oltre Serchio e Gallicano. La sosta non ha favorito la squadra. Giornata molto calda che ha calato il ritmo della partita. Poche occasioni per entrambe le formazioni nel primo tempo ad eccezione di un tiro di un giocatore ospite che veniva lasciato solo davanti al portiere Cioni che però era bravo a parare. Nella ripresa i vecchianesi non riuscivano a far prevalere il fattore campo. A cinque minuti dalla fine per un’indecisione difensiva dei padroni di casa, il Molazzana metteva al centro; intercettava un loro giocatore che non esitava a mettere alle spalle di Cioni. Ancora una volta gli ultimi minuti di gioco erano fatali per i ragazzi di Mister Andreotti. Il Sextum Bientina ha perso e quindi i punti dalla seconda rimangono ancora 3. Domenica prossima in trasferta contro Piazza 55 per il riscatto (all’andata a dicembre sconfitti dal Bientina per 0 a 2).
 
Il Pontasserchio non dà la zampata che ci si poteva aspettare dopo la sconfitta della scorsa settimana contro la Filattierese e si deve accontentare di un pareggio a reti inviolate. Nel primo tempo si faceva vedere Sandro Madrigali che al 12° liberava in angolo una pericolosa incursione della Carrarese Giovani. Al 25° un cross puntuale su un giocatore ospite destinato in porta veniva anticipato da Nicola Monacci che allontanava. Dopo 5 minuti Nico Pulga ostruiva con malizia  un avversario allontanando una palla insidiosa

. Questi episodi stanno ad indicare quanto la Carrarese avesse voglia di chiudere la partita. Dopo alcuni tentativi arrivava al 35° la punizione del capitano del Pontasserchio Emanuele Casarosa che tirava alto sopra la traversa. Ed eccoci a il rigore non concesso. Cesare Paoletti in area, pronto a sfruttare ogni occasione, aveva sul piede la palla da scaraventare nella porta della Carrarese ma subiva un colpo d’anca che lo sbilanciava impedendone il tiro ma il direttore di gara faceva proseguire. Nella ripresa il Pontasserchio si faceva vedere spesso in area avversaria e molti episodi lo testimoniavano.Paoletti crossava su Shkurti ma il portiere anticipava. Tentativo degli ospiti al 12° con un diagonale che sfiorava la traversa. Ancora Paoletti che faceva incursione in area ma il tiro centrale trovava pronto il portiere. Skurti avanzava al centro guadagnando una punizione che non dava esito. Casarosa passaggio su Lorenzo Barbani che non aveva il piede giusto e tirava debole. Al 36°una tempestiva azione corale con Pulga su Casarosa e poi su Shkurti che mancava il tiro in porta. Un tiro di Paoletti si alzava sopra la traversa e ci provava anche Casarosa con un forte tiro ma trovava la rete di protezione. La svolta il Pontasserchio l’avrebbe potuta avere con Madrigali uno dei più attivi in campo; un bel colpo di testa scuoteva a lato la rete appena una trentina di centimetri dopo il palo. Al 40° Mirko Caruso subentrato ad un Luca Ghelli stanco per il continuo e prezioso lavoro in campo, crossava su Barbani ancora impreciso nel tiro. La partita si chiudeva su un pareggio che penalizzava i ragazzi di Mister Carboni che come nel biliardo avevano preso troppe sponde senza andare in buca. Domenica saranno in trasferta contro il San Vitale Candia. All’andata il Pontasserchio rischiò di perdere se al 90° un rigore tirato da Shkurti (doppietta) non avesse portato il risultato sul 2 a 2.
 
Il Pappiana è costretto a subire il pareggio da parte del Il Romito. La partita avrebbe raccontato un’altra storia ma l’arbitro con il Bignami del regolamento aveva saltato qualche pagina. Andiamo subito a quello che avrebbe dato la svolta all’incontro. Il pappaniese Stabile cadeva dolorante in piena area per un contrasto avuto con un avversario. L’arbitro concedeva il rigore con le esagerate proteste dei padroni di casa, specialmente di un giocatore non capitano che lo apostrofava malamente e su cui però non prendeva provvedimenti. Dal dischetto Morgè spiazzava il portiere . Era l' 1 a 0. Non era così per il Direttore di gara che annullava per l’entrata in area di un giocatore del Romito ma non si ricordava che un giocatore avversario lo poteva fare. Di nuovo al tiro Morgè. Questa volta il portiere respingeva ma lo stesso Morgè sfogava la rabbia ribadendo in porta. Era il vantaggio. Niente, l’arbitro annullava per fuori gioco ma la palla non aveva preso il palo ma era stata respinta dal portiere. Per Morgè allibito sembrava ormai che apparisse la scritta “Emiliano sei su Scherzi a parte”. Per il resto della partita al 29° del primo tempo si faceva vedere Christian Giuliacci che si liberava per il tiro ma la difesa intercettava il pallone. Dopo due minuti Aliprandi tutto da solo si portava in diagonale verso la porta avversaria ma ritardava a tirare. Yanga superava in un paio di occasioni la difesa locale cercando il tiro sicuro che non arrivava. Nella ripresa al 20° infortunio per Daniele Telluri che per una forte botta alla spalla necessitava dell’intervento dell’ ambulanza (ndr. dopo la prima visita la diagnosi era meno preoccupante e non necessitava del ricovero). Federico Coli una sicurezza in difesa, come al solito costringeva l’avversario a chiudere fuori. Un attacco insidioso di un giocatore del Romito veniva vanificato dall’attento Lorenzo Silvestre che allontanava. Ancora Simone Aliprandi tentava un tiro ma la difesa del Romito diceva no. Buona prestazione del portiere Perretti che non è stato molto impegnato da un attacco grossolano dei padroni di casa. Per la cronaca è entrato in campo in un ruolo diverso il Portiere Marconi che si è fatto vedere anche con un pallonetto insidioso ma senza esito. Non si possono azzardare paragoni fra i due ruoli dell’estremo difensore. Domenica ultima partita del campionato che verrà giocata in casa contro il Pisa Ovest.
 
Il Filettole in chiusura di campionato è ritornato alla vittoria contro la Popolare Cep. In una giornata quasi estiva ha voluto chiudere in casa con tre punti per salutare i fedeli tifosi che lo hanno seguito anche in trasferta con fumogeni e tamburelli. Al 6° erano gli ospiti ad andare in vantaggio per uno svarione della difesa. Al 32° il pareggio, Coptu serviva rasoterra l’attaccante Battelli che non esitava a scaricare in porta. Nella ripresa al 5° bella azione corale del Filettole, Coptu fraseggiava con Battelli che lanciava su Di Maggio impegnando il portiere Bici che rimediava in angolo.Al 12° Lucchesi uno dei migliori in campo, veniva affrontato fallosamente in area ed era rigore. Di Maggio tirava dal dischetto, il portiere intuiva ma il rimbalzo della palla gli era fatale e spariva dentro la porta. Al 22° Lucchesi si liberava sulla fascia con un tiro che sfiorava il palo. Complice il caldo calava il ritmo della partite che si chiudeva sul 2 a 1. Ultima trasferta sabato 20 aprile contro il Montefoscoli.
 
Sabato e domenica ancora un minuto di silenzio. Questa volta per ricordare e riflettere sulla morte di Mattia Giani 26 anni, giocatore nel campionato di Eccellenza. Un arresto cardiaco gli ha rubato il futuro. Tanti dubbi sui soccorsi. Come in un tragico domino era presente un defribillatore che nessuno ha saputo usare, non era presente il medico, non c’era un’ ambulanza sul posto.
 
Alla famiglia di Mattia il cordoglio delle società di calcio della Val di Serchio.

Nella foto il Filettole calcio
 
 
 
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri