none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . mia nonna aveva le ruote era un carretto. La .....
. . . la merda dello stallatico più la giri più puzza. .....
. . . ci siamo eruditi, siamo passati da Rametti a .....
Ripetere 1000 volte la verità assoluta dei fatti con .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per scrivere alla rubrica: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Pugnano, 22 giugno
none_a
Tirrenia, 15 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
12 Maggio 2024 Festa della mamma.

11/5/2024 - 5:50

12 Maggio 2024 Festa della mamma.


In ’Italia come in alcuni altri Paesi la seconda domenica di Maggio si celebra la “Festa della Mamma”


Consapevolmente o meno tutte e tutti sappiamo che ci ha partorito una donna, e questa giornata può essere una opportunità  straordinaria per esprimere ancora una volta gratitudine nei confronti delle nostre madri presenti e non più presenti.


Diventare madri per alcune donne è vivere la doppia esperienza del fondamentale legame con il materno; quella di figlie e quella di madri.


Auguri di grande apertura dei cuori alle madri biologiche, alle madri adottive e a tutte le donne che sentono un grande amore  per le proprie creature artistiche di ogni genere.


La Redazione di Spazio Donna



+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

13/5/2024 - 9:45

AUTORE:
Re-Torica

...nostro mondo?
Cento anni fa il PdC Benito Mussoli "imponeva" alle mamme italiane "i figli della lupa" tanti figli per farne carne da macello per le guerre di conquista mandati in Russia a chiappa' Buti.
Come ora le povere madri palestinesi debbono avere un figlio ogni due anni altrimenti vengono "batocchiate" e vediamo a cosa serve loro tanta prole; a fare da scudo a dei macellai che si sono imposti di distruggere lo stato ebraico.
Dal lato inquinamento dal /70 ad oggi c'è un netto miglioramento, non esteso a tutto, ma basta guardare il nostro Serchio (anni /75) con non più quelle cialde marroni color cacca che galleggiavano fino al mare rendendolo non balneabile e per giunta la nostra spiaggia era impestata di rifiuti dei resti dei pranzi, merende e bevute come se un domani non esistesse più.
Buona via.

13/5/2024 - 8:31

AUTORE:
AUTRICE Lelle

Chissà perché la festa della mamma la fanno a maggio, forse perché per i cattolici la mamma di tutti è Maria la Madonna Concezione che si festeggia appunto il giorno 8 maggio.
Però quella è la vergine di Pompei in effetti la madre Immacolata concezione si festeggia l' 8 dicembre, Forse per meglio accontentare tutte le mamme del mondo... meglio farla la seconda domenica di maggio così si ricorda meglio e, siamo tutti più felici, cattolici e non, del resto la mamma è la persona che fa nascere un figlio ed è giusto dedicarle una bella domenica di festa con Azalee da regalare.
Auguri a tutte le mamme, anche a quelle che non hanno avuto figli ma lo sono lo stesso perché hanno creato amore e danno amore a tutti i figli e gli esseri viventi del nostro meraviglioso mondo, ché pure stiamo distruggendo e ci dimentichiamo della sua bellezza naturale che è vita.

11/5/2024 - 17:03

AUTORE:
AUTRICE Cesarina

Io non ho conosciuto bisnonne, la prole era talmente abbondante che quasi sicuramente neppure le nonne riuscivano a conoscere gli ultimi nati...
Però ricordo con vivo amore le mie due nonne: quella paterna e quella materna, e conservo un tenero ricordo di entrambe, ma anche la forte personalità che fino all'ultimo hanno dimostrato di possedere, non essendo state sfiorate da malattie mentali degenerative.
E poi la mia mamma, generosa altruista onesta grande lavoratrice, anzi infaticabile, e poiche' metteva amore in qualunque cosa facesse...il risultato era sempre molto soddisfacente...purtroppo però la sua mente ha vacillato e ha finito i suoi giorni in una nebbia talmente fitta da non lasciare spiragli.
Se guardo le mie mani sono nodose callose rugose e deformate esattamente come quelle della mamma e delle nonne, quindi parlano da sole...
Ma anche quelle di mia figlia che superato da pochissimo il mezzo secolo non scherzano, segno che l'eredità lavorativa, operativa, attiva...prosegue, come segno distintivo, da una generaziobe all'altra.