none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . mia nonna aveva le ruote era un carretto. La .....
. . . la merda dello stallatico più la giri più puzza. .....
. . . ci siamo eruditi, siamo passati da Rametti a .....
Ripetere 1000 volte la verità assoluta dei fatti con .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per scrivere alla rubrica: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Pugnano, 22 giugno
none_a
Tirrenia, 15 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Vecchiano-Migliarino
Vecchiano, la street art trasforma un campo da basket in opera d'arte

11/5/2024 - 19:08


Vecchiano, la street art trasforma un campo da basket in opera d'arte// Gio Pistone "firma" il playground in piazza Pontecorvo a Migliarino

è stato inaugurato oggi il playground in piazza Pontecorvo a Migliarino (Vecchiano, Pisa) con l'opera dell'artista Gio Pistone. L'intervento, realizzato grazie al contributo del Consiglio della Regione Toscana e del Comune di Vecchiano, rappresenta la coda lunga del Festival della Strada di Pisa, diretto da Gian Guido Grassi con l’associazione Start Attitude.

Di seguito e in allegato il comunicato stampa ed una selezione di foto relative all'inaugurazione

A questo link trovate invece tutti gli scatti della giornata e le interviste ad Antonio Mazzeo (presidente Consiglio della Regione Toscana), Massimiliano Angori (Sindaco di Vecchiano) Gianguido Grassi (Start Attitude) e Jack Galanda
https://drive.google.com/drive/folders/11YdzvuhhtEc94nV---VeZiY4zPVe_Sig

Restiamo a disposizione in caso di necessità
Grazie e buon lavoro

L'Ufficio Stampa


*********************


COMUNICATO STAMPA 
Vecchiano, la street art trasforma un campo da basket in opera d’arte 
In provincia di Pisa prosegue l’onda del Festival della Strada, diretto da Gian Guido Grassicon l’associazione Start Attitude, che ha portato alcuni dei più grandi artisti urbani italiani e internazionalia lasciare il segno su palazzi e playground: Gio Pistone firma Uroboro in piazza Pontecorvo a Migliarino
L’opera, realizzata grazie al contributo del Consiglio della Regione Toscana e del Comune di Vecchiano,con la collaborazione dell’ASD UMMA Playground, è stata inaugurata oggi con un mini torneo di streetball,presenziato da alcuni big del basket tra cui Giacomo Galanda e Andrea Cempini, Andrea Barsanti,attuale capitano della BCL Serie B2, nuove promesse e altri personaggi del mondo della pallacanestro
Vecchiano (Pi), 11 maggio 2024 – La street art trasforma un campo da basket in opera d’arte: succede a Vecchiano, in provincia di Pisa, grazie alla sinergia tra Istituzioni, associazioni sportive e culturali. E’ stato inaugurato oggi, sabato 11 maggio, il playground in piazza Pontecorvo a Migliarino, su cui è intervenuta l’artista Gio Pistone. L’opera si intitola Uroboro e rappresenta la coda lunga del Festival della Strada di Pisa, diretto da Gian Guido Grassi con l’associazione Start Attitude, che ha portato alcuni dei più grandi artisti urbani italiani e internazionali a lasciare il segno su palazzi e campi da gioco in tutta la provincia.
A rendere possibile l’operazione il contributo del Consiglio della Regione Toscana, grazie al bando Ri-Generazione Toscana finanziato con la legge 3/2022 – che ha dato di fatto il via alla realizzazione di decine di opere d’arte su tutto il territorio regionale -, il sostegno del Comune di Vecchiano, la collaborazione dell’ASD UMMA Playground e la sponsorizzazione tecnica di Mapei.
A inaugurare l’opera un mini torneo di streetball organizzato dall’ASD UMMA Playground con gli atleti della scuola di minibasket, presenziato da alcuni big della pallacanestro tra cui il capitano della nazionale olimpica ad Atene Giacomo Galanda e Andrea Cempini, l'attuale capitano della BCL Serie B2 Andrea Barsanti, nuove promesse ed altri grandi personaggi legati al mondo del basket. 
“La street art – dichiara Antonio Mazzeo, Presidente Consiglio Regione Toscana - continua a svolgere un ruolo cruciale nell’evocazione sociale e politica. Attraverso immagini potenti gli artisti di strada affrontano temi come l’ingiustizia sociale, la politica, i diritti umani e l’ambiente. Un campo da basket così non lo avevo mai visto e i cittadini di Vecchiano e soprattutto i fruitori di questo playground devono essere felici di poter giocare sopra a un’opera d’arte. Qui il concetto è filosofico, ma l’artista ha trovato un messaggio che si lega benissimo allo sport. Non è la prima opera di street art che ho il piacere e l’onore di inaugurare fra i progetti vincitori del bando ‘Ri-Generazione Toscana’, che abbiamo lanciato con le risorse del Consiglio Regionale derivanti dai risparmi della politica, ma è davvero una delle più particolari. Ho visto edifici, scuole, muri, cabine elettriche, altre strutture. Ma un campo da basket così è davvero qualcosa di eccezionale”. 
 
“Il progetto rappresenta un grande risultato per il Comune di Vecchiano e per tutta la cittadinanza vecchianese che, per la prima volta, può vantare la presenza, sul proprio territorio, di un’opera di street- art molto significativa a cura di un’artista di fama nazionale - afferma il Sindaco di Vecchiano e presidente della Provincia di Pisa, Massimiliano Angori. – Gio Pistone ha infatti tratto ispirazione dall’area circolare di Migliarino per dipingere l’ urobòro, che rappresenta la struttura ciclica del tempo e del mondo ed il fatto che ogni fine costituisce sempre un nuovo inizio. E disegnare questo antico simbolo di origine egizia, completamente stilizzato, sulla pavimentazione del campo da street-ball di Migliarino, che è al contempo anche una piazza pubblica, quindi aperta a chiunque, per lei sta a significare che lo sport ed il gioco sono elementi importantissimi per l’umanità e per le giovani generazioni, in particolare. Le partite giocate nell’area di Largo Pontecorvo a Migliarino sono d’altronde piccole simulazioni di vita e di carattere, che hanno un inizio ed una fine. Ma finita una ne inizia un’altra. Chi sa giocare, sa anche perdere, si sa mettere in discussione e sa relazionarsi con gli altri. E più si gioca, più si impara e si diventa forti. La Fondazione Pisa, a cui vanno i più sentiti ringraziamenti, ha supportato tutto il progetto che ha visto nascere le opere di street art a Pisa. Come Comune di Vecchiano, nello specifico, ringraziamo ancora una volta il Consiglio Regionale della Toscana e che ha cofinanziato il progetto che è costato complessivamente 21.843,80, di cui € 8.444,51 di finanziamento regionale e la parte restante a cura del nostro Ente”. 
 
“La forza dell'arte urbana – dichiara il curatore Gian Guido Grassi - è di essere destinata a tutti e veicolare valori positivi. Chiunque, anche chi si trova distrattamente a passare da una via, ha la possibilità di venire stupito dalla bellezza di questi grandi interventi. In questo caso l'opera è addirittura un campo da gioco sopra cui tutti, soprattutto i giovani, possono incontrarsi e fare sport”.
 
“L’uroboro rappresenta la struttura ciclica del tempo e del mondo – spiega l’artista Gio Pistone - il fatto che ogni fine costituisce sempre un nuovo inizio. Ho deciso di disegnare questo antico simbolo di origine egizia, completamente stilizzato sulla pavimentazione del campo da streetball di Vecchiano, perché credo che lo sport ed il gioco siano elementi importantissimi per l’umanità e per i ragazzi in particolare. Le partite sono piccole simulazioni di vita e di carattere che hanno un inizio ed una fine. Ma finita una ne inizia un’altra. Chi sa giocare, sa anche perdere, si sa mettere in discussione e sa relazionarsi con gli altri. Più si gioca, più si impara e si diventa forti”.
 
“La nostra associazione è stata lieta di partecipare a questo importante progetto che ci ha visti riqualificare in sinergia con l'amministrazione comunale uno spazio per favorire lo sport e l 'aggregazione di bambini,  giovani e famiglie del territorio .Inoltre con il sostegno della Regione Toscana, grazie al lavoro svolto da Start insieme a un artista di fama nazionale quale Gio Pistone, si è potuto realizzare un opera unica nel suo genere,  trasmettendo un messaggio importante a tutta la comunità che vivrà in questo luogo eventi di sport attraverso lo streetball e non solo, creando momenti di grande socialità e convivialità”, aggiunge Massimiliano Cirrone, Presidente ASD UMMA Playground. 
 
 
Gio Pistone è nata a Roma. Molto presto ha scelto il disegno come secondo linguaggio lanciandosi nella pittura murale della propria camera e manifestando subito una vena megalomane. I soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzate da colori molto netti e forti, nascono a seguito di terribili incubi notturni. Disegnare quelle visioni il mattino seguente per cercare di affrontare la paura fu un’idea della madre allora studentessa di psicologia. Ed è dai sogni che spesso ancora attinge. Ha lavorato nella scenografia in teatro dove ha imparato a strutturare i propri sogni e ad approfondire l’amore per il grande. Ha fondato e viaggiato con “La sindrome del topo” un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si è occupata di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha collaborato con le principali testate giornalistiche ed ha partecipato a mostre e festival di muralismo in Europa e nel Mondo.
 
L’associazione stART Attitude è nata nel giugno 2017 e coinvolge un team di giovani creativi under 35 con competenze complementari (fotografo, videomaker, ufficio stampa e social media marketing, assistenti); ha all’attivo importanti rassegne internazionali, festival, mostre e pubblicazioni. Il curatore è Gian Guido Maria Grassi, nato a Lucca nel 1988. 
 
Gian Guido Grassi (1988) è un curatore di arte contemporanea. Eredita questa passione in famiglia e nel 2017 fonda stART - Open your eyes con cui realizza progetti artistici, specializzandosi in street art e rigenerazione urbana. Dirige festival, cura e organizza mostre in spazi istituzionali e privati, scrive articoli, pubblica volumi e collabora con e artisti italiani e stranieri come il russo Alexey Morosov e l’uruguaiano Pablo Atchugarry. Tra le mostre più importanti ATTITUDE /Graffiti Writing, Street art, Neo muralismo” presso Palazzo Blu di Pisa, PABLO ATCHUGARRY/ Il risveglio della natura esposizione diffusa nel centro storico di Lucca. 
 
 
 
Ufficio Stampa Chiarello Puliti & Partners















+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri