none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . mia nonna aveva le ruote era un carretto. La .....
. . . la merda dello stallatico più la giri più puzza. .....
. . . ci siamo eruditi, siamo passati da Rametti a .....
Ripetere 1000 volte la verità assoluta dei fatti con .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per scrivere alla rubrica: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Pugnano, 22 giugno
none_a
Tirrenia, 15 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Cora Coralina

17/5/2024 - 13:26


Nella nostra rubrica di Spazio Donna abbiamo mensilmente un appuntamento importante  con Paola Bernardini e le sue ricchissime e documentate schede ri guardo donne scrittrici da conoscere,o da conoscere meglio legate in qualche modo al nostro territorio.
Inoltre arrivano in redazione segnalazioni di scritture espressive di altre donne spesso da paesi molto lontani. In questo caso ci viene incontro Cora Coralina donna che scopre, come potete leggere nella scheda che accludiamo, la possibilità di dedicarsi alla propria scrittura sebbene in età avanzata .
 
CORA
"Il vero coraggio è andare al di là dei propri sogni anche quando dicono che è impossibile.”
Cora Coralina nasce il 20 agosto 1889 in Brasile, a Goias.
Cora scrive sin da ragazzina, pubblicando i suoi scritti nei giornali locali, lavorando per tutta la vita come pasticcera in un piccolo forno e divenendo madre di sei figli.
Solo dopo la morte del marito, a 75 anni pubblica il suo primo libro "Poemas dos Becos de Goiás e Estórias Mais".
Da vedova, inoltre, si dedica all'agricoltura, gestendo un piccolo appezzamento di terreno, e alla vendita di libri.
Le sue poesie e le opere letteraria si concentrano sulla situazione femminile, sulla povertà di gran parte della popolazione, sulla mitologia dei riti tradizionali e sulle varie culture del Brasile.
Nel 1984 l'Unione Brasiliana degli Scrittori la nomina "personalità letteraria dell'anno".
Cora muore, sempre a Goias, nel 1985, universalmente riconosciuta come una delle più grandi scrittrici brasiliane del xx secolo.
 
"Non so…Se la vita è corta
O troppo lunga per noi,
Ma so
che nulla di ciò che viviamo
Ha sentimento,
se non tocchiamo
il cuore delle persone.
Molte volte basta essere:
Collo che accoglie,
Braccia che avvolgono,
Parola che conforta,
Silenzio che rispetta,
Allegria che contagia,
Lacrima che scorre,
Sguardo che accarezza,
Desiderio che soddisfa,
Amore che promuove.
E questo
non è cosa d’altro mondo,
É ciò
che dà sentimento alla vita.
É ciò che fa che lei
non sia né corta,
né troppo lunga,
Ma che sia intensa,
Vera, pura…
Fino a quando dura."
 
Diana



+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri