none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . mia nonna aveva le ruote era un carretto. La .....
. . . la merda dello stallatico più la giri più puzza. .....
. . . ci siamo eruditi, siamo passati da Rametti a .....
Ripetere 1000 volte la verità assoluta dei fatti con .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per scrivere alla rubrica: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Pugnano, 22 giugno
none_a
Tirrenia, 15 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
di Andrea Paganelli
PERCHÉ SALVINI (e chi ragiona a come lui) È UN FANFARONE CHE DICE COSE STUPIDE

27/5/2024 - 17:51

PERCHÉ SALVINI (e chi ragiona a come lui) È UN FANFARONE CHE DICE COSE STUPIDE

 

...Semplice, basta guardare, come spesso propongo, la cartina. Vado per punti...Salvini (e molti con lui) dice che le armi, date in aiuto agli ucraini, devono essere usate solo sul territorio ucraino... Una affermazione che, proprio per non offendere, possiamo dire che ci riporta a concezioni di oltre un secolo fa, e forse anche prima. Tutti vedono dove è Kharkiv, ovvero a meno di 40 km dal confine, in pratica tra Belgorod, in Russia, e Kharkiv, oltre al confine, c'è in mezzo più o meno la stessa distanza che tra Pisa e Firenze.

Tralasciando l'evoluzione subita dai territori a nord, sopra a Kiev (prima occupati e poi liberati), la parte evidenziata in colore più scuro è quella ad oggi occupata dai russi; quella in colore più chiaro è quella riconquistata nel 2023 dagli ucraini. Attualmente gli scontri più feroci e le principali battaglie degli ultimi mesi (anche con migliaia di morti russi) si svolgono nel "triangolo" a ovest di Donetsk, verso Dnipro e Zaporizhzhia, perché la Russia deve ancora conquistare tutti i territori che ha annesso (in anticipo).

La spinta dell'esercito russo è nella parte striata che, a onor del vero va aggiornata di una ventina di km, nella parte a ridosso di Donetsk, a seguito della occupazione russa di Avdivka e di altri villaggi limitrofi. In quelle zone gli scontri sono "feroci" proprio perché si tratta di scontri di terra (tipo prima guerra mondiale). I russi provano ad avanzare, ed hanno perdite superiori agli ucraini, che invece difendono le posizioni.

Premesso il fatto (sostenuto da tecnici ed esperti), che i russi non vogliono e non possono (gli occorrerebbe il triplo di uomini e mezzi) conquistare e gestire una città che prima del conflitto aveva 1,5 milioni di abitanti (ne scaturirebbe una carneficina sul modello della guerra civile a Beirut...), qual'è allora l'obiettivo?Anche questo è logicamente evidente: la sua distruzione, e l'esodo dei suoi abitanti, nella strategia, mai abbandonata dai russi, della "terra bruciata".

Ragioniamo (e sempre con logica)... considerando che i territori più in chiaro sono stati riconquistati dagli ucraini, la domanda è:da dove si pensa che arrivino i missili e gli aerei che bombardano la città di Kharkiv? (Sumy sarà la prossima).

Cosa vuol dire allora "le armi devono essere utilizzate solo sul territorio ucraino"? Forse che gli ucraini devono mettere dei semafori sui confini, e aspettare il verde per sapere quando si può sparare per abbattere i missili e gli aerei in arrivo?C'è in tutto questo anche una grande ignoranza, ma non nel senso di "ignorare", quanto semmai proprio nel senso di essere dei "cialtroni", perché gli ucraini le armi le usano sul loro territorio, ma purtroppo le basi da cui partono i missili e gli aerei che bombardano le città ucraine (Anche Odessa, per la cronaca, non è in Donbass) partono dal territorio russo, i russi distruggono in Ucraina tutto quello che possono, dalle centrali elettriche agli ospedali, e persino i supermercati, mentre da noi ci sono alcuni che si preoccupano che gli Ucraini non usino le armi per bloccare le basi da cui partono i missili e le offensive russe... mentre altri, addirittura, neppure vorrebbero fornire gli "ombrelli" per ripararsi dalla pioggia (ovviamente di missili).Mi fermo qui perché si fa forte la voglia di offendere e imprecare e non lo faccio mai...

La cartina parla da sola...

In Russia nel frattempo se la ridono alla grande, per il dibattito che si sta scatenando da noi, sull'uso delle armi solo sul territorio ucraino... loro non hanno certo quel problema... roba da matti... O da cialtroni come Salvini...

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

28/5/2024 - 22:47

AUTORE:
Massimo

A Dispetto: te che bazzichi spesso queste pagine, e-lettore e osservatore 1 sono parenti per caso ?
Attendo risposta con ansia.

27/5/2024 - 22:50

AUTORE:
E-lettore

...l'altra sera vinceva 3a1 poi ha pareggiato rischioando di perdere negli ultimi minuti.
Alla guerra come alla guerra: cit Romano Prodi

27/5/2024 - 22:25

AUTORE:
Massimo

Ma lei, a quello che scrive ci crede ? No perché tempo fa ci presentò un'altra cartina dove sosteneva che i russi in realtà stavano retrocedendo. Infatti abbiamo visto. Da allora ad oggi mi pare i territori conquistati dai soldati di Putin siano aumentati. Non è che alla prossima cartina lì troviamo alle porte di Kiev ?