none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

La carriera politica personale dell’Onorevole Mazzeo .....
Bonaccini ha dato le dimissioni da presidente della .....
. . . c'è più religione ( si esce un'ora prima). .....
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Pisa, 11 luglio
none_a
Tirrenia
none_a
12 13 14 LUGLIO E ANCORA 19,20,21 MUSICA DAL VIVO
none_a
Domenica 7 Luglio mercatino di Antiqua a San Giuliano T
none_a
Ripafratta, 12 luglio
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Villa di Corliano, 27 giugno
CENA DORATA

12/6/2024 - 17:21


Nel suggestivo contesto del Cortile d’Onore nel parco della Villa di Corliano San Giuliano Terme (PI) per gentile concessione della famiglia Agostini Venerosi della Seta, l’Associazione Chi vuol esser lieto sia... presenta una nuova edizione della CENA DORATA in collaborazione con Caffè dell’Ussero a Villa di Corliano e Osteria all’Ussero da Antonio con il patrocinio di ADSI Sezione Toscana e Delegazione Dimore Pisane e la direzione artistica di Anna Ulivieri.


Un’occasione di convivialità d’inizio estate e il nuovo progetto musicale di NAYS Musica tradizionale e d’ispirazione popolare “MUSICA PROIBITA” con un programma che mostra lo stretto legame tra musica
popolare e lirica interpretato da

Annarita Dallamarca – soprano,

Anna Ulivieri – flauto,

Dario Paganin - voce, chitarra e mandolino 

Massimo Signorini – fisarmonica.


La musica lirica si diffonde nel Rinascimento come genere colto, ma diventa presto la musica di tutti, ascoltata dal popolo e dalla nobiltà che allo stesso modo si appassionano alle vicende narrate.
Intramontabili voci liriche interpretano classici della musica popolare e del pop, una lunga serie di cantanti italiani di pop melodico hanno una impostazione vocale tenorile.

Cantautori contemporanei si rifanno allo stile lirico, uno per tutti, Lucio Dalla, che omaggia quel mondo in alcune delle proprie canzoni, su tutte
Caruso in cui cita Te voglio bene assaje, il caso più emblematico dello scambio reciproco tra colto e popolare agli albori della canzone napoletana.

 

La musica è proibita se canta un amore contrastato, come
quello del bel garzone che fa la sua serenata nella romanza Musica proibita composta nel 1881 da Stanislao Gastaldon.

Proibita è certa musica popolare come la tarantella, che nel mito della taranta è provocata dal ragno nero che morde e costringe al ballo...


Gli orari in dettaglio:

alle 19:30 l’APERITIVO del Caffè dell’Ussero a Villa di Corliano e il concerto;

alle 21:00 la CENA di Osteria all’Ussero da Antonio.


INFO e PRENOTAZIONI:
aperitivo e concerto: 20 euro -  ridotto soci Coop 18 euro


concerto e cena: 35 euro  - ridotto soci Coop 33 euro


aperitivo, concerto e cena 45 euro - ridotto soci Coop 43 euro


La prenotazione è da effettuarsi entro lunedì 24 giugno tramite messaggio Whattsapp al 3515043133
chiamando allo 050818193
inviando una mail ad asscultchivuolesserlietosia@gmail.com


Annarita Dallamarca inizia la sua attività vocale all’età di appena otto anni all’interno della Corale Domenico Savio, con il maestro Don Lelio Bausani.

Consegue il compimento inferiore di canto lirico con votazione 9.50/10 sotto la guida del M° Graziano Polidori presso l’istituto di alta formazione “P. Mascagni” di Livorno nel 2010.

Partecipa a master di perfezionamento con il soprano Emma Martellini ed il basso Graziano Polidori.

Con il M° Paolo Rossi intraprende parallelamente gli studi pianistici, ottenendo brillantemente il conseguimento medio inferiore del vecchio ordinamento presso il conservatorio “Rinaldo Franci” di La Spezia nel 2005.

Attualmente prosegue il perfezionamento del canto lirico con il contralto

Fernanda Piccini.

A diciassette anni debutta nel ruolo di uno dei Tre Geni del “Flauto Magico” di Mozart (versione in tedesco) presso il Teatro Pergolesi di Jesi , allestito dal CEL, sotto la regia di Kemp e sotto la direzione del M° Bellugi, con repliche in importanti teatri italiani ed esteri.
Nella sua attività lirica, si ricordano alcune esecuzioni: lo “Stabat Mater” di Pergolesi presso il duomo di Livorno, molti recitals presso il Palazzo della Provincia di Lucca, la Fondazione della Cassa di Risparmio di Lucca, la Goldonetta di Livorno, Fortezza Vecchia di Livorno, la Villa di Corliano a San Giuliano Terme (PI), Palazzo Pitti a Firenze, l’Auditorium di Torre del Lago, il Castello di Lerici, la partecipazione in cori lirici negli allestimenti di “Madama Butterfly” e “La Boheme” con varie repliche in Toscana, il ruolo di Donna Anna ne “Il Don Giovanni” di Mozart all’Orto botanico di Lucca nel 2018, la partecipazione a “Il requiem” di Verdi presso il duomo di Bergamo nel 2018 in occasione dei festeggiamenti per il trasferimento della salma di papa Giovanni XXIII da Roma a Sotto il monte.

Nel 2004 si specializza nella musica antica con particolare attenzione verso il repertorio medievale entrando a far parte di alcune ensamble con numerose attività concertistiche in Toscana.

Nel 2012 entra a far parte del gruppo vocale “Prismatico incanto” diretto dal M° Fabrizio Bartalucci, con il quale vince il primo premio al Concorso Internazionale di Matera del 2013.

Si dedica inoltre al musical, effettuando concerti incentrati su famose arie del genere e partecipando come protagonista alla messa in scena di interi musical (“La lettera scarlatta” nel 2011 presso Castello Pasquini di
​Castiglioncello).


Anna Ulivieri si è diplomata in flauto traverso e in jazz presso L'istituto di Alta Formazione Musicale P. Mascagni di Livorno, studiando rispettivamente con Stefano Agostini e Mauro Grossi.
Attualmente insegna flauto traverso, teoria e musica d'insieme presso diverse scuole di Pisa e provincia.
Si esibisce come solista e in varie formazioni cameristiche spaziando dal repertorio antico al contemporaneo, realizzando prevalentemente propri progetti tematici che uniscono la musica, spesso presentata in
arrangiamenti originali, con altre discipline artistiche.
Nel 2008 fonda l'Associazione Culturale Chi vuol esser lieto sia... con sede a Villa Tadini di Agnano (PI), ideando il Festival di musica e arti varie “Chi vuol esser lieto sia...”, “Musica sotto i castagni in fiore”, “Dal
Mar Nero all'Arno”, “Il Salotto Musicale” e altri eventi.


Dario Paganin dopo aver iniziato da autodidatta a suonare la chitarra all’età
di 10 anni, ne intraprende lo studio con il M° A. Ferrero a Torino proseguendo
poi a Livorno con il M° R. Sbolci.
Appassionato di musica etnica impara a suonare strumenti popolari e tradizionali tra i quali mandolino, charango, cuatro venezuelano, epinette, bouzuki, quena, sikus, percussioni e approfondisce gli studi sulle tradizioni musicali e folkloriche.
Nel contempo inizia lo studio dell’armonia e della composizione con lo stesso M° R. Sbolci.
Successivamente inizia a insegnare chitarra presso il “C.P.R.M.” di cui è anche presidente per un periodo,
presso scuole private e pubbliche e diversi circoli ricreativi-culturali di Livorno.

Tiene laboratori di coro e chitarra presso la “Casa circondariale di Livorno” e la “Casa circondariale Don Bosco” di Pisa.
Tiene corsi sull'origine della musica e degli strumenti e sulla musica tradizionale e popolare.
Nel 1985 fonda il gruppo di musica tradizionale “Nueva Alborada”, il cui repertorio di brani dal centro e sud America, Italia e bacino del Mediterraneo, confluisce nel 2013 nel progetto NAYS ideato insieme ad Anna Ulivieri e del quale è direttore musicale.
È autore di diverse composizioni tra cui alcuni brani scritti per l'organico di Nays.
Dal 2000 è chitarrista accompagnatore dell’attore vernacolare A. Bagnoli.
A seguito di una collaborazione come strumentista con il coro Etno  -
Jazz della corale G.Monaco di Livorno ne diviene direttore e curatore degli arrangiamenti corali .
Partecipa a svariate produzioni teatrali tra cui “O porto di Livorno traditore”.
Dal 2010 collabora con Associazione Culturale Chi vuol esser lieto sia... in qualità di polistrumentista.


Massimo Signorini
si diploma in fisarmonica nel 2002, al Conservatorio Statale di Musica Luigi Cherubini di Firenze, con il massimo dei voti, lode e menzione, sotto la guida del maestro Ivano Battiston.

Frequenta importanti corsi di specializzazione del repertorio fisarmonicistico con vari maestri di fama internazionale:
Salvatore di Gesualdo, Hugo Noth, Joseph Macerollo, Stefan Hussong, Teodoro Anzellotti, Richard Galliano, Fernando Suarez Paz, etc... Consegue il diploma di laurea triennale in Jazz Sperimentale con il
maestro Mauro Grossi all'Istituto Musicale Pietro Mascagni di Livorno e consegue la laurea in Cinema, Teatro e Produzioni Multimediali presso la Facoltà di Lettere dell'Università di Pisa, realizzando la tesi:
Fisarmonica e Interpretazione, e 50 interrviste sotto la cura del docente relatore Prof. Marco Grondona.
Svolge regolarmente attività concertista sia da solista che in ensemble che in orchestra.

E' attualmente docente di fisarmonica di ruolo presso il Conservatorio Statale Domenico Cimarosa di Avellino e presidente e socio fondatore dell'Associazione Accademia degli Avvalorati di Livorno.
www.massimosignorini.it


Associazione di Promozione Sociale “Chi Vuol Esser Lieto Sia... “ viene fondata nel 2008 a Villa Tadini di Agnano alle pendici del Monte Pisano e nello stesso anno prende avvio Festival di Musica e Arti varie Chi
vuol esser lieto sia...con il principale intento di promuovere la musica sempre presentata insieme ad altre arti e discipline della conoscenza per un'opera di contestualizzazione non fine a se stessa, ma che abbia con
scopo ultimo il coinvolgimento di una parte ampia di collettività e la restituzione al suo godimento di beni storici, architettonici e naturalistici unici e irripetibili.
Ben presto il Festival si propaga anche nell'affascinante scenario di altre Dimore Storiche della Provincia di Pisa e grazie a collaborazioni sempre nuove nascono anche altri progetti: Musica sotto i castagni in fiore
nella Tenuta di Santallago, Dal Mar Nero all'Arno. Georgia e Italia unite per l’arte nei luoghi storici di Pisa, tra cui la Certosa Monumentale di Pisa e la Basilica di San Piero a Grado, e infine Il Salotto Musicale ideato insieme alla Gipsoteca di Arte Antica dell’Università di Pisa .
Inoltre la collaborazione con il Festival Nessiah ed eventi straordinari a favore di Fondazione Il Cuore si scioglie Onlus, Organizzazione Balobasha, Emergency e di Fondazione Francesca Rava.



+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri