none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

La carriera politica personale dell’Onorevole Mazzeo .....
Bonaccini ha dato le dimissioni da presidente della .....
. . . c'è più religione ( si esce un'ora prima). .....
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Pisa, 11 luglio
none_a
Tirrenia
none_a
12 13 14 LUGLIO E ANCORA 19,20,21 MUSICA DAL VIVO
none_a
Domenica 7 Luglio mercatino di Antiqua a San Giuliano T
none_a
Ripafratta, 12 luglio
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
none_o
Farla a volo non è da tutti!

17/6/2024 - 22:27



Un cigno recita:

Bene, ora mio calabrone

fai una passeggiata

raggiungere la nave in mare,

scendere di nascosto,

entrare nel vuoto più lontano.

Stai bene, Gvidon,

vola, solo senza ospiti

per molto tempo!

(Il calabrone vola via.)


Gvidon è un personaggio di un brano tratto dal terzo atto dell'opera: La fiaba dello zar Saltan (composta fra il 1899 ed il 1900) di Nikolaj Andreevič Rimskij-Korsakov, quando il protagonista Gvidon viene trasformato in un insetto.
Noi conosciamo questo virtuosismo come: Il volo del calabrone, un pezzo che spinge i musicisti ad una gara di velocità nell’esecuzione con diversi strumenti. 
Nella vita reale però il calabrone è lento, pacifico, ronzante ma innocuo, ghiotto di polline tanto da farne indigestione.

Vai amico Gvidon o chi tu sia, non andare in mare, non ci sono fiori là, resta nel mio giardino e…caca quanto vuoi, accanto all’acanto che ti fa da cantero!

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

18/6/2024 - 11:26

AUTORE:
Pierino

Farla al volo non è davvero da tutti, basti pensare a quanta stitichezza molesta e sgomenta una grandissima fetta di popolazione...non c'è stacco pubblicitario che non suggerisca un lassativo!
Comunque sia, se ti avvali del purgante è facile farla al volo.. difficile invece è trattenerla per farla nel sito giusto...e comunque sia l'importante è schivarla se arriva improvvisamente dall'alto...mi è capitato di ricevere un bel regalino dal cielo e, sia d'uccelletto che di piccione o di altro piumato...confesso d'essermi indignato!!!

18/6/2024 - 8:38

AUTORE:
Cosetta

Saresti anche bello calabrone mio se tu non fossi una creatura temibile da tenere a distanza...
Quanta differenza c'è fra realtà e fantasia, fra tangibilità e fantasticheria...
Anche le cose meno belle diventano amabilmente affascinanti nell'espressione di poeti, musicisti, scrittori o pittori...l'arte riesce ad esternare la sensibilità, la disponibilità d'animo a scendere nel profondo, a cercare ovunque la tenerezza e la beltà.
Chi preferisce una carezza, uno sguardo, la semplicità nella libertà...ha il privilegio di restare sempre un fanciullo immerso nella natura, a vivere sereno la sua eterna favola.