none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

La carriera politica personale dell’Onorevole Mazzeo .....
Bonaccini ha dato le dimissioni da presidente della .....
. . . c'è più religione ( si esce un'ora prima). .....
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
di Daniele Carmignani
TERRITTORIO E FAUNA LOCALE – arci caccia Vecchiano.

3/7/2024 - 19:05

TERRITTORIO E FAUNA LOCALE – arci caccia Vecchiano.


L’ultimo congresso nazionale ARCI CACCIA ha sancito come suoi valori fondamentali che :
“ Tocca al genere umano la responsabilità di garantire il Creato, patrimonio delle future generazioni “ ed anche “ La caccia va inquadrata con finalità gestionale dell’immenso patrimonio naturalistico. Il carniere deve rappresentare il termometro dello stato di salute delle specie cacciabili. “ Indicando che è necessario :
“ Trasformare l’immagine dell’uomo cacciatore , da semplice predatore in attento gestore di un patrimonio inestimabile essenziale per la sopravvivenza del genere umano “ e che pertanto “ il cacciatore è tale se preleva senza intaccare il capitale faunistico e agisce in modo tale da migliorare l’ambiente e le popolazioni animali che lo abitano “
E’ su queste basi che vorrei si indirizzasse questo sito, uscendo da una nicchia prevalentemente venatoria , aprendosi e accogliendo non solo i cacciatori portatori di tradizione ed etica venatoria ma anche tutti coloro che hanno in animo di difendere e migliorare l’ambiente e la fauna di questo nostro territorio, da ciò il titolo : TERRITORIO E FAUNA LOCALE.
Quindi ben vengano i confronti, i dialoghi , i suggerimenti anche del mondo ecologista e naturalista, senza antagonismi, e tutti con uno scopo comune: salvare e ricreare un ambiente naturalmente equilibrato in quanto se l’ecosistema è in equilibrio anche la fauna si riequilibra naturalmente perché ritrova il suo Habitat di riproduzione e sviluppo. Un ambiente dove poter esercitare in consapevolezza e rispetto la nobile e popolare ARTE VENATORIA e tutte le altre attività all’aria aperta, senza antagonismi, ma anzi in armonia e sinergia fra di loro.
Mi piace pensare che l’ARTE VENATORIA, tramite i valori fondamentali dell’ARCI CACCIA sopraevidenziati , viva e prolifichi come portatrice dei valori etici, sociali, culturali e tradizionali della società contadina e pastorale, perché questa passione, questo sentimento , deve essere praticato e percepito come un’ arte , come lo era un tempo, e come può e deve ancora essere e perdurare nel futuro.
Mi piace pensare che il tesserato ARCI CACCIA agisca, nei confronti dell’ambiente e della fauna, in base a quei valori comportamentali sopra detti, sia quando esercita la caccia , sia quando vive la vita di tutti i giorni e sia quando espleta il suo lavoro o i suoi incarichi professionali o istituzionali..
L’ Arci Caccia , stile di vita.
A sostegno di tale modo di interpretare il vivere la natura , Arci Caccia ha creato TESSERA AMICA, ( 30 € annui) destinata ai non cacciatori detentori di amici a 4 zampe, per essere la voce di tutti ed acquisire più peso contrattuale nei tavoli di confronto con gli enti pubblici preposti alla gestione del territorio e all’interno dello stesso mondo venatorio.


+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri