none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

Circolo ARCI Migliarino- 13 giugno ore 21
none_a
Di Claudia Fusani
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
Ripetere 1000 volte la verità assoluta dei fatti con .....
. . . storia non la cambio di certo io.
La prima .....
. . . non si cambia a piacimento.
Poi vedi Mattarella .....
. . . che un disegnino ti serve un corso di lettura/ .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per scrivere alla rubrica: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Pugnano, 22 giugno
none_a
Tirrenia, 15 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
SAN GIULIANO
Tangenziale di nord - est: Sel contraria al raddoppio delle corsie

13/10/2010 - 8:36

SAN GIULIANO. Tangenziale di nord-est a due o quattro corsie? Bufera politica a San Giuliano. Che rimbalza direttamente a Pisa, con un’interpellanza del consigliere comunale Scaramuzzino (Sel) al sindaco Filippeschi.

Il consigliere di Sel vuole da Filippeschi «una risposta inequivocabile sulla possibilità, in futuro, di allargare a quattro corsie il progetto approvato». Soprattutto vuol capire se si «dovrà ripensare l’intera soluzione tecnica faticosamente redatta, con la consapevolezza che la rimessa in discussione della progettazione potrebbe azzerare il percorso delineato nel cronoprogramma (progettazione definitiva nel 2011 e inizio lavori nel 2013)».
«Siamo convinti che in realtà il "fermo invito" votato a San Giuliano debba essere letto solo come una mera esercitazione politico-lessicale per la ricomposizione di un precario rapporto, su questo argomento, nella maggioranza che governa quel comune». Il nodo critico, prosegue Scaramuzzino, è un altro: «La mancanza delle risorse, circa 60 milioni di euro, per la strada a due corsie». E la polemica continua.

Fonte: Il Tirreno
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

13/10/2010 - 16:42

AUTORE:
toto

finalmente i partiti di sinistra dicono qualcosa di sinistra. era l'ora che si svegliassero. Possibile che si voglia fare un'autostrada in mezzo ai paesi?