none_o

 
Si chiama Tappeto del mondo ed è il frutto del lavoro di tantissime donne che hanno aderito all'iniziativa dell'associazione i Colori della Pace di Stazzema, ovvero realizzare un tappeto coloratissimo. 

. . . è andato fuori dal seminato!
La direzione .....
Difficile non sghignazzare davanti ai comportamenti .....
Ma se:
. . . Renzi avesse fatto eleggere i suoi avvocati .....
. . . . . . . . . . . . sono poco affidabili e che .....
Solidarietà
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
VECCHIANO
Avviati i lavori di ripristino e messa in sicurezza lungo le sponde del Serchio

22/10/2010 - 9:20

AVVIATI I LAVORI DI RIPRISTINO E MESSA IN SICUREZZA
LUNGO LE SPONDE DEL SERCHIO;
SUI YOUTUBE UN VIDEO DELLA RICOSTRUZIONE DOPO L'ALLUVIONE

Sono cominciati lungo il fiume Serchio, sia nel territorio del comune di Vecchiano sia in quello di San Giuliano Terme, i lavori di ripristino e messa in sicurezza degli argini e delle sponde, coordinati dalla Provincia di Pisa, che si sono resi necessari in conseguenza degli eventi alluvionali dello scorso dicembre. Il punto della situazione è stato fatto nella sala di giunta dal presidente della Provincia Andrea Pieroni, dall'assessore alla difesa del suolo Valter Picchi e dal sindaco di Vecchiano Rodolfo Pardini.
IL VIDEO DELLA RICOSTRUZIONE. Presenti nella circostanza anche dirigenti e tecnici del Servizio difesa del suolo della Provincia, che, proprio sui lavori eseguiti senza soluzione di continuità lungo il Serchio subito dopo la rottura dell'argine a Nodica, hanno voluto la realizzazione di un filmato a testimonianza delle opere svolte direttamente e quasi esclusivamente con forze locali nelle difficili fasi dell'emergenza e poi della ricostruzione. Il filmato, della durata di 24 minuti, è stato curato da Stefano Alpini, documentarista pisano; è composto di immagini inedite e di interviste, montate in una sequenza che ha il merito di mostrare l'impegno profuso anche da tutti coloro che sono rimasti dietro le quinte, ma che hanno avuto un ruolo importante.

 

L'ulteriore particolarità sta ora nelle modalità di diffusione di questo video (il cui titolo è: "L'alluvione del Serchio, 25-12-09"), che avviene attraverso YouTube, conosciutissima piattaforma on line di filmati di vario genere. Per la visione occorre collegarsi al canale video della Provincia di Pisa all'indirizzo www.youtube.com/provpi. "Questa scelta -- spiega il presidente Pieroni -- è stata compiuta per dare al video un'ampia diffusione, utilizzando soprattutto uno strumento in grado di parlare ai giovani, perché abbiano la percezione dell'importante lavoro fatto e di quanto siano aspetti determinanti la sensibilità, l'attenzione e la difesa del proprio territorio. L'avvio dei lavori testimonia ulteriormente lo sforzo compiuto dalle amministrazioni locali a fronte di questi eventi alluvionali straordinari, purtroppo ancora oggi con il rammarico di non poter contare su aiuti statali e governativi, ma solo sull'appoggio della Regione". I 55 milioni di euro "peraltro previsti dalla legge 10 dello scorso febbraio -- specifica il sindaco Pardini -- non sono ancora stati versati dallo Stato alla Regione Toscana". Per la prossima settimana, aggiunge l'assessore Picchi, "è convocata una riunione dal governatore Enrico Rossi in cui faremo il punto della situazione. La manovra finanziaria prevede 1 miliardo di euro per il rischio idrogeologico: speriamo che una parte cospicua, senza ostacoli pregiudiziali, arrivi in Toscana, visto che con 100 milioni i problemi del Serchio potrebbero essere sostanzialmente risolti".


La pubblicazione su YouTube di questo video relativo al Serchio apre di fatto un nuovo canale informativo della Provincia di Pisa, come conferma lo stesso presidente Pieroni: "Inauguriamo così anche questa forma di comunicazione attraverso le tecnologie più attuali, adatte ad un'interazione immediata con la popolazione e che affidano l'efficacia del messaggio alla forza delle immagini".


IL QUADRO DEI LAVORI. E' l'assessore Picchi ad illustrare nel dettaglio gli interventi avviati, affidati o in corso di affidamento per un totale di 5,5 milioni di euro.
Completamento delle opere di somma urgenza sull'argine di Nodica (Vecchiano), per un importo di 600.000 euro: la consegna dei lavori è stata effettuata l'11 ottobre con immediato inizio della cantierizzazione; è stata avviata oggi la realizzazione del diaframma in palancole (lastre di metallo) per il rafforzamento del piede dell'argine.
Opere di protezione della sponda fluviale destra in località Nodica e Baccanella (Vecchiano), importo 800.000 euro: consegna dei lavori lunedì 18 ottobre.


Opere di protezione della sponda fluviale destra in località Panconi (Vecchiano), importo 497.500 euro: consegna dei lavori mercoledì 20 ottobre.
Opere di protezione della sponda fluviale sinistra in località Colognole e Metato (San Giuliano), importo 800.000 euro: consegna dei lavori mercoledì 20 ottobre.
Opere di protezione della sponda fluviale sinistra in località Case al Marmo (San Giuliano) e ripristino arginatura in destra idraulica in località Migliarino Pisano, importo 700.000 euro: consegna lunedì 25 ottobre.
Ripristino delle opere idrauliche ed arginature in località Filettole e Ripafratta, importo 900.000 euro: consegna dei lavori venerdì 22 ottobre.
Da affidare l'intervento di adeguamento geometrico dell'arginatura destra in località Filettole (Vecchiano), importo 1.200.000 euro: espletamento della gara il 15 novembre.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: