none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
. . . non siamo sui canali Mediaset del dopodesinare .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
COMPLEANNO
Michela Vittoria Brambilla

26/10/2010 - 16:03

 

Michela Vittoria Brambilla nasce a Calolziocorte (Lecco) il 26 ottobre 1967. Deputata e imprenditrice italiana, dal 12 maggio 2008 è sottosegretaria alla presidenza del Consiglio con delega al turismo nel IV Governo Berlusconi. Un anno dopo diviene ministro del Turismo.

Eletta nella circoscrizione Emilia-Romagna XI per il Popolo della Libertà, Michela Vittoria Brambilla è stata proclamata deputato della XVI legislatura il 22 aprile 2008. Si tratta del compimento di un percorso politico che ha avuto il suo inizio quando, il 20 novembre 2006, fondò i Circoli della Libertà, dei quali è attualmente Presidente. Un movimento ben radicato su tutto il territorio nazionale, nato con lo scopo di rappresentare le istanze dei cittadini alla politica e di contribuire alla nascita del Popolo della Libertà.

Dopo avere assunto l’incarico di Governo, Michela Vittoria Brambilla ha rassegnato le dimissioni dai Consigli d’Amministrazione delle proprie aziende, rinunciando quindi alla presidenza di Gruppo Sal spa, (azienda leader che opera nel settore dei prodotti alimentari freschi e, con una seconda divisione, degli alimenti per animali), di Sotra Coast International, (settore alimentare), e all’incarico di consigliere delegato delle Trafilerie Brambilla spa, (storica azienda di famiglia che opera come leader nella produzione di filo d’acciaio inossidabile, per la quale rappresenta la quarta generazione).

Dal momento in cui le è stata attribuita la responsabilità delle politiche turistiche nazionali, Michela Vittoria Brambilla ha avviato una serie di attività finalizzate a riportare il turismo, quale fonte di sviluppo e crescita economica, al centro dell’attenzione e dell’interesse economico nazionale.
Nel luglio 2008, a Palazzo Chigi, Michela Vittoria Brambilla ed il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, hanno quindi illustrato il programma di Governo e le prime misure adottate in materia di turismo. Nel corso dell’incontro con la stampa, è stato presentato il nuovo Presidente dell’ENIT,Matteo Marzotto, scelto per rilanciare l’immagine dell’Italia come destinazione turistica nei mercati internazionali.

Michela Vittoria Brambilla ha già dato il via ad alcuni significativi provvedimenti per il settore, tra cui un unico standard nazionale di classificazione alberghiera ed i buoni vacanze per le famiglie a basso reddito, ed ha organizzato l’Osservatorio Nazionale del Turismo, che svolge la sua qualificata ed innovativa attività con il contributo di Istat, Unioncamere e Banca d’Italia.

Sin dall’inizio del mandato, la sua attività si è concentrata su molteplici fronti: l’incremento dei flussi turistici da alcuni Paesi esteri di grande potenzialità, tra cui la Cina; la realizzazione di accordi con altre istituzioni ministeriali, quali quella del commercio estero o degli affari esteri, per migliorare le reti di promozione del Sistema Italia del made in Italy nel mondo; l’istituzione di comitati di lavoro per arrivare ad una destagionalizzazione del settore, sui temi della formazione turistica e della cultura dell’ospitalità, della creazione di nuovi itinerari turistici nel Paese, dello sviluppo del turismo sportivo, congressuale, termale ed enogastronomico, delle vie fluviali, del turismo sociale e della revisione della classificazione dei beni demaniali marittimi in relazione alle concessioni turistiche, che ha già dato vita ad un protocollo d’intesa condiviso tra Governo, regioni ed imprese di categoria.

Nell’ottica di dare corso ad una sostenuta promozione e commercializzazione del nostro Paese, Michela Vittoria Brambilla ha dato il via al progetto per il nuovo portale ‘Italia.it’, del quale curerà anche la realizzazione e la gestione.

Inoltre, ha siglato un protocollo d’intesa con i responsabili di Governo delle politiche turistiche di Francia e Spagna, Hervé Novelli e Joan Mesquida Ferrando (19 febbraio 2009), con le finalità di individuare sinergie idonee a fronteggiare la crisi economica, che rischia di penalizzare i flussi turistici in Europa, e di promuovere insieme un nuovo progetto (con un unico brand) che riunisca le eccellenze dei tre grandi Paesi in un unico sistema d'offerta che vada incontro soprattutto alle esigenze del turismo proveniente da altri continenti.

Per dare finalmente vita alla programmazione di un Italia turistica, Michela Vittoria Brambilla ha messo all’ordine del giorno il primo Piano Strategico Nazionale del Turismo, che nasce dal lavoro svolto dai comitati e dai risultati degli Stati Generali del Turismo, che detterà l’agenda di Governo per i prossimi anni.

Impegnata da sempre anche sul fronte etico e per la tutela dei bambini, ha realizzato la Campagna Nazionale: ‘E se fosse tuo figlio? - Insieme per un Turismo Etico, chiamando a raccolta tutti gli operatori dell’industria del turismo, con un’iniziativa volta a contrastare ogni forma di turismo finalizzata allo sfruttamento sessuale dei minori. Contestualmente è stato presentato anche il testo di un nuovo codice di comportamento (Certificazione Turismo Etico) che le maggiori associazioni dell’industria del turismo adotteranno per contrastare il fenomeno dei "viaggi della vergogna".

A pochi giorni dalla presentazione ufficiale del progetto per un turismo etico (novembre 2008), Michela Vittoria Brambilla ha inaugurato a Roma presso il Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo, il Comitato Mondiale per l'Etica del Turismo. Un'iniziativa partita dall'organizzazione mondiale del turismo, con il riconoscimento dell'ONU, che ha affidato all'Italia il compito e la responsabilità di istituire tale organismo dandogli una sede permanente.

Da sempre grande amante degli animali (il suo zoo privato conta 14 cani, 23 gatti, 4 cavalli, 2 asini, 8 capre, 4 galline) e attiva militante su questo fronte (è presidente fondatrice della Lega Italiana per la Difesa degli Animali, presidente provinciale della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, oltre ad avere dal 2000 la gestione del Canile provinciale di Lecco), Michela Vittoria Brambilla ha presentato i dettagli del nuovo regolamento per l’ammissione degli animali domestici sui convogli di Trenitalia, il 18 novembre 2008 presso la sede delle Ferrovie dello Stato, insieme al sottosegretario alla Salute, Francesca Martini ed all’amministratore delegato di Trenitalia, Mauro Moretti.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri