none_o


Questa volta lo sguardo dello storico Gabbani si spinge molto più lontano dal solito, addirittura fino all'anno Mille, per raccontarci le complesse e appassionanti vicende del Castello e della Chiesa di Santa Maria, anche se i fatti maggiormente approfonditi sono quelli del 1800.Ancora una volta emerge prepotentemente la storia di questi luoghi e la sua ricchezza, secondo me non utilizzata adeguatamente sia nella fruibilità verso chi abita il territorio, sia per supportare uno sviluppo turistico ampiamente meritato per gli eccezionali contenuti, anche archeologici. 

. . . non mi angoscio, tranquillo. Smetto solo quando .....
Bada se io smetto, te smetti ar seguro, la indi per .....
Della tua liaison con la Moretti mi interessa il giusto, .....
. . . che era portavoce di Bersani, ho indirizzo .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
di Umberto Mosso
none_a
di Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
none_a
Primo Levi#Auschwitz #PrimoLevi #ebrei #campidiconcentramento #giornatadellamemoria
none_a
di Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
none_a
L'amore è amore
senza se e senza ma
Raggiungerlo
è l'aspirazione
più ambita
desiderata
sentita
a cui tende
ogni creatura. . .
pur essendo .....
BG. sono un nuovo abitante di migliarino
abito in via mazzini a meta tra il mobilificio e la chiesa . a qualsiasi ora la velocita sulla strada e'molto .....
none_o
Vecchianavvolo

21/11/2010 - 8:48

Arpalice Cuman Pertile è nata a Marostica (maggio 1876 - marzo 1958).
Poetessa dalla feconda vena creativa fu stimata conferenziere e scrittrice di letteratura per l'infanzia.

Tra i suoi volumi più conosciuti sono: Fuori dal guscio, Godi e impara, Primi voli, Per le vie del mondo. Fu autrice anche i libri di poesia, di teatro e di narrativa tra cui: Per i bimbi d'Italia, Ninetta e Tintirintin, La Divina Commedia narrata ai piccoli d'Italia, La commedia di Pinocchio.

 

Si ricorda (noi un po’ più attempati) principalmente per il suo:

 

Il bel paese


O cari monti del mio paese,
valli ridenti, pianure estese,
Lago di Garda, Lago Maggiore,
d'Iseo, di Como, vi sogna il core.

Superbi fiumi che al mare correte
e cento macchine liete movete;
Pó serpeggiante, vago Ticino,
Adige, Arno, Tevere divino,
Metauro, Tronto, Volturno chiaro,
i nomi vostri con gioia imparo.

Vorrei cantarvi tante canzoni,
o dell'Italia dolci regioni:
Piemonte, Veneto, e Lombardia,
Liguria, Emilia, Toscana mia!

Le Marche, e l'Umbria vorrei vedere,
L'Abruzzo, il Lazio e le costiere
della Campania, tutte un giorno,
ricche di frutta, di grano e vino.

Puglia, Calabria, Basilicata
Sicilia, bella terra incantata,
Sardegna bruna di lá dal mare
oh, vi potessi tutte ammirare!

 

Oltre a ricordi scolastici, la poesia e la poetessa mi sono particolarmente care per un qualcosa di affettivo che mi prese fortemente la scorsa estate.

Ero andato in Croazia a trovare gli ultimi parenti di mia madre che era nativa di un paesino vicino Pola. Lì ho ritrovato, inaspettatamente, una novantenne cugina di mia mamma che, lucidissima e in un perfetto italiano, mi ha raccontato della sua istruzione in scuole allora italiane e mi ha recitato questa poesia come un caro ricordo.

 

Cara "Cugina"  Anna, oggi dedico a Te questi versi e ai Vecchianesi questa foto del loro edificativamente appalloccolato bel paese, esortandoli ad essere come le loro case: vecchie meno vecchie brutte e belle bianche rosate o gialle, ma dimorto unite!

 

 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

22/11/2010 - 11:27

AUTORE:
marilena nencini

Grazie per avermi riportato insime ai versi di A.(com'era abbreviato sul libro di lettura:Arpalice, inarrivabile)Cuman Pertile, ricordi lontani e vivi di scuola elementare e meravigliose maestre. Ci pensavo a quella poesie proprio in questi giorni, dietro a tante scempiaggini di scardinamento identitario. Trovare questo affresco poetico sulla "Voce" è stata una piacevole e confortante sorpresa.
Anche quel palloccolamento di paese( noi abitiamo proprio al centro del groviglio) fa la sua figura. Saluti cordiali Marilena Nencini.