none_o

Nei giorni 26-27-28 aprile verranno presentati manufatti in seta dipinta: Kimoni, stole e opere pittoriche tutte legate a temi pucciniani , alcune già esposte alla Fondazione Puccini Festival.Lo storico Caffè di Simo, un luogo  iconico nel cuore  di Lucca  in via Fillungo riapre, per tre mesi, dopo una decennale  chiusura, nel fine settimana per ospitare eventi, conferenze, incontri per il Centenario  di Puccini. 

#NotizieDalComune #VecchianoLavoriPubblici #VecchianoSport
none_a
Pisa, 17 marzo
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
. . . la merxa più la giri, più puzza e te lo stai .....
. . . camminerebbe meglio se prima di fare il tetto .....
Ad un grosso trattore acquistato magari con l'aiuto .....
. . . che su questo ci intendiamo. Sai qual è il .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
PISA E SAN GIULIANO
Le associazioni ambientaliste: si consuma troppo territorio per l'edilizia

4/12/2010 - 6:53

PISA.

"Là dove c’era l’erba..." è il dossier stilato dalle associazioni ambientaliste pisane (Legambiente, Wwf, Lipu e il Comitato per la salvaguardia dell’acquedotto Mediceo) sul consumo di suolo da interventi urbanistici a Pisa e dintorni. È stato presentato ieri nella sede di Legambiente e illustrato da Marco Ricci, presidente dell’associazione, da Giovanni Carmignani, del Wwf, e Sergio Sabatini, del Comitato per la salvaguardia dell’acquedotto Mediceo. Il dossier documenta il consumo di suolo nel Comune analizzando i progetti di "cementificazione": 31 interventi urbanistici di varia natura e dimensione, di cui 16 in fase di realizzazione, 9 in progetto e 6 in previsione.
«Tutti - ha detto Ricci - prevedono un consumo di suolo agricolo o libero procurando un doppio impatto ambientale: da un lato maggior inquinamento, dall’altro maggiore vulnerabilità del territorio, sempre più esposto a disastri ambientali».
E i numeri parlano chiaro: 3.164.500 mq, pari a 316 ettari, è la superficie interessata alle trasformazioni urbanistiche. 2.061.000 mq (65% del totale) sono (o erano) di superficie agricola. Tra i singoli progetti, quelli più discussi riguardano la Tangenziale Nord e la nuova sede della Provincia.

Fonte: Il Tirreno
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri