none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
PONTASSERCHIO
Cappuccetto Rosso al teatro Rossini il 9 gennaio

16/12/2010 - 18:52

Teatro Rossini Piazza Togliatti – Pontasserchio- San Giuliano Terme Pisa

 

Domenica 9 gennaio ore 16.30

CAPPUCCETTO ROSSO Fontemaggiore

Lo spettacolo è un percorso di narrazione attraverso il corpo. Il corpo è materia narrativa: le mani e i piedi si trasformano in burattini, il corpo disegna personaggi e crea lo spazio della scena.

Un sorriso attraversa tutto lo spettacolo: Il sorriso dei bambini che, riconoscendo le proprie paure ridono, un po', anche di se stessi e dei modi buffi in cui Cappuccetto riesce a togliersi dai guai e anche il sorriso dei grandi che rivivono, insieme alla celeberrima bambina, il momento di quella che è forse la più grande scoperta della vita: la curiosità di esplorare il mondo e la capacità di trovare dentro di sé la forza di affrontarlo.

 

Domenica 16 gennaio ore 16.30

MIGNOLINA Drammatico Vegetale

Liberamente ispirato al racconto di H. C. Andersen

Mignolina è un essere umano come tutti gli altri, ma non più grande di un mignolo. Dopo esser nata tra i petali di un fiore fatato, viene rapita dalla signora Rospo che la vorrebbe dare in sposa al suo viscido figlio. Inizia così il suo viaggio che la porterà ad attraversare mondi diversi e contigui: nello stagno dei rospi, tra gli insetti, nel mondo sotterraneo abitato da topi e talpe; ma qui Mignolina è accolta e accettata, solo se rinuncia alla individualità che la caratterizza e la rende unica.

Decide perciò, di partire per il suo ultimo viaggio, volando sul dorso di una rondine verso un mondo lontano dove grandi e piccoli, belli e brutti convivono felicemente.

 

Domenica 23 gennaio ORE 16.30

GLI EXTRA CLOWN Jack and Joe Theatre

L’origine dei nostri due eroi è davvero bizzarra, non c’è la cicogna che li porta, né una foglia di cavolo e neanche una madre …da dove vengono? Chi sono? Certo è che, per la loro straordinaria nascita, sono sicuramente EXTRA!

Ospiti di un museo d’arte contemporanea ripercorrono e creano i “quadri” della loro giocosa amicizia con il linguaggio del naso rosso che li accomuna. Le fantasie ed i giochi dei due protagonisti ci coinvolgeranno in una sequenza di gags esilaranti alcune delle quali vedranno il pubblico protagonista.

 

Domenica 30 gennaio ore 16.30

IL BAGNETTO La Baracca

Due uomini attendono impazienti il proprio turno a una toilette pubblica che tarda a liberarsi. Stanchi di aspettare, decidono, anche per curiosità, di entrare nel bagno riservato ai bambini…

Una specie di incantesimo, uno strano gioco di proporzioni e di dimensioni, porterà i due protagonisti dentro un bagno enorme, molto più grande di loro, tanto da farli apparire al pubblico alti quanto un bambino. All’inizio, anche se stupiti e a disagio, i due manterranno un comportamento “da adulti”, facendo finta che non ci sia nessun problema a lavarsi le mani in un lavabo alto tre metri. Poi, quasi inconsciamente, ritroveranno un atteggiamento ludico che li porterà a divertirsi giocando con oggetti giganti. Un gioco teatrale in cui il grande diventa piccolo nel più grande.

 

Biglietti

Adulti 9 euro

Bambini fino a 12 anni 6 euro

 

La biglietteria aprirà il giorno di spettacolo

Prevendita su www.greenticket.it

Info 050.744400 – 050.861499

www.lacittadelteatro.it

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri