none_o

Servono forse convegni interminabili, ospiti illustri e location spaziali per ottenere partecipazione e divertimento? Servono mezzi illimitati, spazi dedicati, progetti faraonici per riunire persone e Associazioni per un progetto comune di alto livello? Talvolta, come è successo questo sabato, basta un piccolo spazio ed una piccola occasione per ottenere risultati eccellenti e oltre ogni aspettativa. 

Appuntamento alle 9.30 su Piazzale Ambrogi a MdV
none_a
Mondo disabile
none_a
Arpat Toscana
none_a
Acque SpA comunica interruzione idrica a Ripafratta
none_a
Ho letto che a San Giuliano gli sfalci e potature varie .....
Ieri sera, per evitare il semaforo che gestisce il .....
. . . non poteva non venire che dal nostro Presidente .....
. . . . Il discorso del Presidente della Repubblica .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
Dal mondo
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Intervista a Elena Cattaneo di Micaela Cappellini
none_a
Le squadre di ValdiSerchio
di Marlo Puccetti
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Le squadre di Val di Serchio
di Marlo Puc
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Nella notte fredda e bianca
la Befana un poco arranca
urge ormai di farsi l'anca
e per questo sembra stanca.

Befanotto suo marito
è davvero inviperito
dice: .....
Alla cassa di un supermercato una signora anziana sceglie un sacchetto di plastica per metterci i suoi acquisti.
La cassiera le rimprovera di non adeguarsi .....
di Moschini
none_a
Gli Amici di Pisa esprimono mo
none_a
di Renzo Moschini
none_a
VECCHIANO
Proseguono i lavori alle sponde del Serchio

24/12/2010 - 8:01

NODICA. Ad un anno di distanza dall’alluvione i lavori lungo le sponde del Serchio non si sono mai fermati. Dopo quelli di somma urgenza per riparare l’argine sprofondato a Nodica, gli interventi in atto mirano a ripristinare la situazione precedente all’esondazione. E’ la Provincia, attraverso il Servizio difesa del suolo, a coordinare i sette cantieri lungo le sponde.Proprio nei giorni scorsi si è concluso uno di questi interventi, quello per l’inserimento di un diaframma (in lastre d’acciaio) per irrobustire il corpo e la base dell’argine crollato. L’insieme di questi interventi ammonta a 5,5 milioni di euro. «Tutti gli appalti sono stati consegnati tra ottobre e novembre», ricorda il presidente Andrea Pieroni.«Si tratta di interventi di ripristino - specifica l’assessore all’ambiente Valter Picchi - e non di potenziamento degli argini, tranne che a Nodica. Sin dallo scorso Natale stiamo lavorando quasi esclusivamente con forze e risorse economiche locali e della Regione. Dal governo continuano a non arrivare segnali concreti».

Fonte: Il Tirreno
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: