none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

Circolo ARCI Migliarino- 13 giugno ore 21
none_a
Di Claudia Fusani
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
Ripetere 1000 volte la verità assoluta dei fatti con .....
. . . storia non la cambio di certo io.
La prima .....
. . . non si cambia a piacimento.
Poi vedi Mattarella .....
. . . che un disegnino ti serve un corso di lettura/ .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per scrivere alla rubrica: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Pugnano, 22 giugno
none_a
Tirrenia, 15 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
VECCHIANO
Maltempo: sale il Serchio, il lago a più 40 centimetri, prosegue la pioggia

24/12/2010 - 8:05

Gli invasi per ora tengono. Il Natale non ferma l’allerta
Torna a +40 il Lago di Massaciuccoli e sale il Serchio.

VECCHIANO - Nuovo stato di allerta sulla Toscana nord occidentale, fino alla notte di Natale per le condizioni meteo. Purtroppo la pioggia non cesserà fino alla prossima settimana e sono previste precipitazioni diffuse anche a carattere di rovesci e locali temporali di particolare intensità e persistenza soprattutto sulle province di Massa Carrara, Lucca e Pistoia.

E così la macchina delle emergenze già da mercoledì si è nuovamente messa in moto.

Al Consorzio di Bonifica il piano delle reperibilità parla chiaro: nessuno lascerà il lavoro per i prossimi giorni, Natale compreso. Tutti gli operai ed i tecnici si daranno il cambio per presidiare il territorio, mantenendo accesi gli impianti idrovori e controllando i punti più critici.

Gli invasi del territorio gestito dal Consorzio (da Montignoso a Vecchiano) è lontano dai livelli di guardia, infatti fiumi, fossi e canali ad oggi non sono minacciosi.

Discorso separato deve essere fatto per il Lago di Massaciuccoli che registra + 40 cm sopra il livello del mare. Per questo motivo già da mercoledì è stato necessario tornare ad accendere l’impianto della Bufalina che torna ad essere il vero protagonista anche di questa piena. Con il mare che oscilla per effetto delle maree e rimane mediamente più alto del lago, i grandi portoni sul canale Burlamacca si chiudono e l’unica via di uscita sicura per il deflusso rimane la Bufalina.

Lo scioglimento delle nevi ha fatto nuovamente ingrossare il fiume Serchio con piene che sfiorano i 6 metri di altezza e la mente vola veloce allo scorso anno, anche se allora la situazione era già più compromessa.

"La guardia resta alta – conclude il Presidente del Consorzio Fortunato Angelini – con presidio sull’intero territorio con il personale interno e il rinforzo da parte di ditte esterne. Siamo inoltre in stretto rapporto con il centro funzionale regionale e con la protezione civile di province e comuni. Sono già pronti anche i sacchi di sabbia per eventuali interventi che ovviamente speriamo non sia necessario utilizzare."

Fonte: Consorzio di Bonifica
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri