none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
CAMPO
Una grande folla per l'addio a don Mirio Coli

4/1/2011 - 7:19

CAMPO. Partecipato addio a don Mirio Coli. Il parroco di Campo, popolarissimo tra la gente, ha ricevuto ieri l’ultimo saluto dalla grande folla che ha riempito la chiesa parrocchiale dei Santi Giusto e Bartolomeo trovando posto all’esterno, non senza difficoltà, nella piazza adiacente. Almeno 1000 le persone accorse per accompagnare il sacerdote all’estrema dimora.Monsignor Giovanni Paolo Benotto, arcivescovo di Pisa, affiancato dall’arcivescovo emerito monsignor Vasco Bertelli, con accanto mons. Enzo Lucchesini, mons. Mirello Paoletti e mons. Giuliano Catarsi, ha presieduto la concelebrazione che ha visto accomunati oltre 20 sacerdoti. Una cerimonia toccante, animata dalle letture, dai canti, dalle chitarre, in una atmosfera di profonda commozione.

Fonte: Il Tirreno
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri